Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scheda Insegnamento

ELETTROTECNICA (codice 30049)

Curriculum: Gestionale del corso di Ingegneria industriale FROSINONE
Programmazione per l'A.A.: 2018/2019

Appelli d'esame: Calendario - Prenotazioni
Orari del corso di Ingegneria industriale FROSINONE: apri


Crediti Formativi Universitari (CFU): 9,00
Settore Scientifico Disciplinare (SSD): ING-IND/31
Ambito disciplinare: Ingegneria elettrica
Attività: Attività formative caratterizzanti (B)
Ore aula: 42
Ore laboratorio:15
Ore esercitazioni: 15

Canale unico
  • Docente: MAFFUCCI ANTONIO Scheda informativa del docente MAFFUCCI

Obiettivi:
Il corso si propone di introdurre i fondamenti della teoria dei circuiti e dell'elettromagnetismo stazionario e quasi-stazionario.
L’obiettivo formativo è quello di fornire agli allievi metodi e strumenti per analizzare sistemi elettrici ed elettromagnetici semplici, ma di interesse per le applicazioni in ambito industriale.
L'allievo sarà in grado di utilizzare i principali strumenti per l'analisi dei circuiti elettrici, con particolare riferimento alle tecniche di riduzione di complessità basate sui principi di equivalenza.
L'allievo acquisirà inoltre la conoscenza del significato dei parametri globali descrittivi di sistemi elettromagnetici stazionari e quasi-stazionari di interesse applicativo (concetti di induttanza, capacità, etc..) e sarà in grado di estrarre tali parametri per configurazioni semplici ma di interesse applicativo.

Programma:
Il modello circuitale: grandezze elettriche, leggi di Kirchhoff, bipoli elementari, topologia delle reti.
Circuiti in regime stazionario: metodi generali per l'analisi, principi di equivalenza, sovrapposizione degli effetti, Thevenin e Norton.
Circuiti in regime sinusoidale. Trasformazione fasoriale, impedenza, potenza complessa, risposta in frequenza di una rete, risonanza, reti RLC. Sistemi trifase equilibrati, potenza nei sistemi trifase, rifasamento Cenni ai sistemi dinamici del primo e del secondo ordine.
Componenti a piu' terminali: doppi-bipoli, trasformatori ideali, generatori pilotati. Simulazione di circuiti elettrici con SPICE

Richiami di elettromagnetismo. Leggi di Maxwell.
Elettrostatica. Campo elettrico e potenziale elettrico per configurazioni elettrostatiche elementari. Capacità e condensatore. Accoppiamento capacitivo.
Conduzione stazionaria. Conducibilità elettrica. Campo elettromotore. Realizzazione del bipolo resistore e del bipolo generatore reale.
Magnetostatica nel vuoto. Campo magnetico prodotto da configurazioni elementari di corrente. Il flusso magnetico. Induttanza. Coefficienti di auto e mutua induzione. Magnetostatica nei mezzi materiali. Isteresi magnetica. Magneti permanenti. Circuiti magnetici. Riluttanza magnetica. Effetto-pelle e correnti parassite.
Induzione elettromagnetica. Induttore. Trasformatore reale. Parametri del trasformatore.
Energia e densità di energia associata ad un sistema di cariche e di correnti. Forze elettrostatiche. Forze in un sistema di correnti. Effetti meccanici del campo magnetico. Energia, forza e coppie per configurazioni elementari elettriche e magnetiche.

Testi:
Riferimenti:

[1] Elettrotecnica, Principi e Applicazioni, G. Rizzoni, Ed. McGraw-Hill, 2013.
[2] Circuiti, Fondamenti di Circuiti per l’Ingegneria, M. de Magistris, G. Miano, Ed. Springer, 2007.
[3] Dispense del docente (on-line sulla pagina Classroom del corso)

Valutazione:
La verifica dell'apprendimento avviene attraverso una prova scritta ed una prova orale.
La prova scritta è finalizzata alla verifica della capacità dello studente di risolvere correttamente, anche numericamente, problemi circuitali ed elettromagnetici di interesse pratico.
Tale prova consta di tre esercizi da risolvere in un tempo massimo di 3 ore ed il suo risultato viene classificato in 4 fasce di merito decrescente: A, B, C e D.
La prova orale è finalizzata a verificare il livello di approfondimento e consapevolezza raggiunto nello studio della materia. Tale prova prevede una discussione iniziale sulla prova scritta e un colloquio della durata complessiva di circa 30 minuti. Lo studente può decidere di svolgere la prova orale in qualunque seduta della sessione di esame nella quale è stata sostenuta la prova scritta ed eventualmente anche nello stesso giorno della prova scritta.


[Ultima modifica: mercoledì 30 novembre 2016]