Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scheda Insegnamento

IMPIANTI INDUSTRIALI (codice 91549)

Curriculum: Gestionale del corso di Ingegneria industriale FROSINONE
Programmazione per l'A.A.: 2018/2019

Appelli d'esame: Calendario - Prenotazioni
Orari del corso di Ingegneria industriale FROSINONE: apri


- Modulo di IMPIANTI INDUSTRIALI - TIP. B

Crediti Formativi Universitari (CFU): 6,00
Settore Scientifico Disciplinare (SSD): ING-IND/17
Ambito disciplinare: Ingegneria gestionale
Attività: Attività formative caratterizzanti (B)
Ore aula: 28
Ore laboratorio:10
Ore esercitazioni: 10
Canale unico
  • Docente: DI BONA GIANPAOLO Scheda informativa del docente DI BONA

Obiettivi:
Il corso intende fornire le basi di conoscenza dei sistemi di produzione industriali attraverso la loro identificazione e classificazione, la definizione dei modelli organizzativi, l’individuazione delle problematiche progettuali e gestionali.

Programma:
1. Introduzione agli impianti industriali: Le tipologie degli impianti industriali ed i fattori di produzione. I Processi Produttivi e loro classificazione: Classificazione per settore di attività; Classificazione per dimensione; Classificazione per metodologie di produzione; Classificazione per diagramma tecnologico o processo produttivo. Evoluzione dei sistemi produttivi.
2. Progettazione di un impianto industriale: Analisi tecnico economica: Principali fasi del progetto. Studio di fattibilità di un impianto industriale. Classificazione dei costi industriali: Costi diretti ed indiretti; Costi fissi e variabili. Diagramma di redditività e analisi CVP (Costi, Volumi di produzione, Profitti). Margine di Contribuzione e Margine Lordo (MAC e MAL). Determinazione del volume ottimo di produzione Q*
3. Tecniche per la previsione della domanda del prodotto: Tipologie di previsione ed orizzonte di previsione. Criterio di previsione equiponderale. Tecniche autoregressive. Valutazione del trend mediante il Metodo dei Minimi Quadrati e calcolo del Coefficiente stagionale: Componente stagionale, Componente aleatoria. Criteri di previsione autoadattattivi. Livellamento esponenziale 'Exponentialsmoothing'. MAD; Media mobile; Media mobile pesata.
4. Teoria dell'ubicazione degli impianti: La scelta ubicazionale degli impianti industriali. Principali fattori ubicazionali. Metodi quantitativi per le scelte ubicazionali.
5. Studio del prodotto e forme di rappresentazione: Progetto del prodotto. Strumenti di supporto alla progettazione. Impiego del QFD nella progettazione di un prodotto. Il concurrent engineering. La distinta base. Principali forme di rappresentazione: Forma tabellare; Forma grafica o scalare; Forma matriciale; Grafo Gozinto; B.O.M.P.; Fogli di lavorazione.
6. Studio del processo produttivo: I diversi tipi di sistemi produttivi. Scelta del processo produttivo. Matrice prodotto processo. Rappresentazione del processo produttivo: diagrammi qualitativi e quantitativi. Studio del layout degli impianti industriali. I diversi tipi di lay-out. Metodi per la determinazione del lay-out aziendale. Analisi del volume di produzione e delle varietà prodotte: Il diagramma P-Q. Analisi del flusso dei materiali: foglio del processo operativo monoprodotto, multiprodotto, foglio origine-destinazione. Tecniche per l'ottimizzazione del lay-out per reparti: Metodo di Hollier-, Metodo di Noy. Tabella dei rapporti. Tabella combinata dei rapporti. Cenni sulla Group Tecnology.
7. Studio dei metodi e misura dei tempi: Il progetto del lavoro: aspetti fisici ed ambientali. Lo studio dei metodi di lavoro. Lo studio dei tempi. Criterio dei tempi standard e dei tempi predeterminati. Criterio MTM (Method Time Measurement). Criterio del cronotecnico. Determinazione del tempo normale. Metodo del valore medio. Metodo della triangolazione. Maggiorazioni ordinarie e straordinarie. Problema dell'abbinamento di un operatore a più macchine. Grado di saturazione dell'operatore.
8. I magazzini industriali: Funzione dei magazzini. Principali tipologie e caratteristiche. Indici caratteristici dei magazzini. Criteri di dimensionamento di un magazzino industriale.
9. I servizi generali di impianti: criteri generali di progettazione e dimensionamento di un servizio generale di impianto. Cenni su alcuni dei principali servizi: il servizio trasporti; il servizio vapore; il servizio acqua.

Testi:
D.Falcone; F.De Felice Progettazione e gestione degli impianti industriali - Ed.Hoepli

Valutazione:
La prova orale, della durata indicativa di 30 minuti, prevede almeno tre domande

- Modulo di IMPIANTI INDUSTRIALI - TIP. F

Crediti Formativi Universitari (CFU): 3
Settore Scientifico Disciplinare (SSD): ING-IND/17
Ambito disciplinare: Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
Attività: Ulteriori attività formative (art.10, comma 5, lettera d) (F)
Ore studio: 24
Canale unico
  • Docente: DI BONA GIANPAOLO Scheda informativa del docente DI BONA

Obiettivi:
Il corso intende fornire le basi di conoscenza dei sistemi di produzione industriali attraverso la loro identificazione e classificazione, la definizione dei modelli organizzativi, l’individuazione delle problematiche progettuali e gestionali.

Programma:
1. Introduzione agli impianti industriali: Le tipologie degli impianti industriali ed i fattori di produzione. I Processi Produttivi e loro classificazione: Classificazione per settore di attività; Classificazione per dimensione; Classificazione per metodologie di produzione; Classificazione per diagramma tecnologico o processo produttivo. Evoluzione dei sistemi produttivi.
2. Progettazione di un impianto industriale: Analisi tecnico economica: Principali fasi del progetto. Studio di fattibilità di un impianto industriale. Classificazione dei costi industriali: Costi diretti ed indiretti; Costi fissi e variabili. Diagramma di redditività e analisi CVP (Costi, Volumi di produzione, Profitti). Margine di Contribuzione e Margine Lordo (MAC e MAL). Determinazione del volume ottimo di produzione Q*
3. Tecniche per la previsione della domanda del prodotto: Tipologie di previsione ed orizzonte di previsione. Criterio di previsione equiponderale. Tecniche autoregressive. Valutazione del trend mediante il Metodo dei Minimi Quadrati e calcolo del Coefficiente stagionale: Componente stagionale, Componente aleatoria. Criteri di previsione autoadattattivi. Livellamento esponenziale 'Exponentialsmoothing'. MAD; Media mobile; Media mobile pesata.
4. Teoria dell'ubicazione degli impianti: La scelta ubicazionale degli impianti industriali. Principali fattori ubicazionali. Metodi quantitativi per le scelte ubicazionali.
5. Studio del prodotto e forme di rappresentazione: Progetto del prodotto. Strumenti di supporto alla progettazione. Impiego del QFD nella progettazione di un prodotto. Il concurrent engineering. La distinta base. Principali forme di rappresentazione: Forma tabellare; Forma grafica o scalare; Forma matriciale; Grafo Gozinto; B.O.M.P.; Fogli di lavorazione.
6. Studio del processo produttivo: I diversi tipi di sistemi produttivi. Scelta del processo produttivo. Matrice prodotto processo. Rappresentazione del processo produttivo: diagrammi qualitativi e quantitativi. Studio del layout degli impianti industriali. I diversi tipi di lay-out. Metodi per la determinazione del lay-out aziendale. Analisi del volume di produzione e delle varietà prodotte: Il diagramma P-Q. Analisi del flusso dei materiali: foglio del processo operativo monoprodotto, multiprodotto, foglio origine-destinazione. Tecniche per l'ottimizzazione del lay-out per reparti: Metodo di Hollier-, Metodo di Noy. Tabella dei rapporti. Tabella combinata dei rapporti. Cenni sulla Group Tecnology.
7. Studio dei metodi e misura dei tempi: Il progetto del lavoro: aspetti fisici ed ambientali. Lo studio dei metodi di lavoro. Lo studio dei tempi. Criterio dei tempi standard e dei tempi predeterminati. Criterio MTM (Method Time Measurement). Criterio del cronotecnico. Determinazione del tempo normale. Metodo del valore medio. Metodo della triangolazione. Maggiorazioni ordinarie e straordinarie. Problema dell'abbinamento di un operatore a più macchine. Grado di saturazione dell'operatore.
8. I magazzini industriali: Funzione dei magazzini. Principali tipologie e caratteristiche. Indici caratteristici dei magazzini. Criteri di dimensionamento di un magazzino industriale.
9. I servizi generali di impianti: criteri generali di progettazione e dimensionamento di un servizio generale di impianto. Cenni su alcuni dei principali servizi: il servizio trasporti; il servizio vapore; il servizio acqua.

Testi:
D.Falcone; F.De Felice Progettazione e gestione degli impianti industriali - Ed.Hoepli

Valutazione:
La prova orale, della durata indicativa di 30 minuti, prevede almeno tre domande

[Ultima modifica: mercoledì 30 novembre 2016]