Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook F.A.Q.

– Quali sono le scadenze di I e II rata?

I rata: 2 novembre 2015 per gli studenti in corso e 31 dicembre 2015 per quelli fuori corso;

II rata: per i corsi di laurea: 2 maggio 2016;

II rata: per i corsi di laurea magistrale non a ciclo unico: 31 maggio 2016 esclusivamente per gli immatricolati che possono immatricolarsi entro la medesima data. 

– Dove posso rateizzare la I rata?

Direttamente presso una Filiale della Banca Popolare del Cassinate ed entro la scadenza prevista per le iscrizioni (2/11 studenti in corso e 31/12 studenti fuori corso).

– Posso rateizzare la II rata?

Possono rateizzare la II rata, direttamente presso una Filiale della Banca Popolare del Cassinate ed entro la scadenza, tuti gli studenti, tranne coloro a cui manchino solo 15 CFU (compresi quelli della tesi) per conseguire il titolo.

– Chi deve pagare l’acconto sulla II rata (€ 220,00)?

L’acconto sulla II rata, pari a € 220,00 va versato solo dagli studenti fuori corso che abbiano un ISEE  pari o superiore a € 18.000.

– Se faccio domanda di borsa di studio a LAZIODISU e risulto idoneo o vincitore che cosa devo pagare?

Da chi fa domanda di borsa di studio a LAZIODISU e ne risulta vincitore o idoneo sono dovuti solamente l’imposta di bollo di € 16,00 ed il contributo per impianti sportivi € 10,00. In caso di non idoneità al beneficio della borsa di studio, sarà dovuto l’intero importo della I rata, che, se versata successivamente alla data di scadenza prevista, sarà maggiorata della mora corrispondente al periodo di ritardo, indipendentemente dall’importo dovuto.

Lo studente può versare, comunque, entro la data di scadenza delle immatricolazioni/iscrizioni, l’intera prima rata, che sarà rimborsata dall’Amministrazione, ad esclusione del contributo regionale, dell’imposta di bollo e del contributo per impianti sportivi, dopo la comunicazione definitiva della graduatoria di idoneità da parte di Laziodisu all’Amministrazione universitaria.

– Se pago la I rata e poi non perfeziono l’immatricolazione ho diritto al rimborso di quanto versato?

No. In nessun caso si potrà procedere alla restituzione degli importi versati, anche se non si è perfezionata l’immatricolazione o l’iscrizione e non sono state effettuate operazioni amministrative.

– Come posso pagare le tasse universitarie?

Le tasse vanno versate esclusivamente secondo una delle seguenti modalità:

  • presso un qualsiasi sportello bancario, senza alcuna commissione, mediante presentazione del MAV (Modulo Avviso di Versamento)  che dovrà essere stampato on line accedendo alla propria area riservata sul sito web dell'Ateneo;
  • mediante carta di credito utilizzando l'apposita procedura on line disponibile sul sito web dell'Ateneo.

NON sono ammesse altre modalità di pagamento, in particolare il bonifico bancario.

– Come devo generare il MAV?

Il MAV può essere generato accedendo alla propria pagina dei servi on line dai servizi GOMP.

– Mi arriveranno a casa i bollettini delle tasse da pagare?

No. Gli studenti già iscritti ai corsi di studio dell’Ateneo non riceveranno più i bollettini delle tasse al proprio domicilio.

– Devo consegnare la ricevuta di pagamento allo Sportello della Segreteria Studenti?

No, però la ricevuta va conservata fino al conseguimento del titolo accademico.

 – Se non pago le tasse, posso fare esami e ottenere certificati?

No. Chi non è in regola con la posizione amministrativa non potrà avere accesso alla prenotazione degli esami, ottenere alcun certificato relativo alla sua carriera scolastica né il congedo per trasferirsi ad altra università.

– Quanto pago in più di II rata se sono fuori corso?

Lo studente fuori corso paga la II rata, calcolata in base al proprio Modello ISEE, oltre alle seguenti maggiorazioni:

  1. primo anno fuori corso: versamento della rata con una maggiorazione pari al 20% del contributo massimo;
  2. secondo anno fuori corso: versamento della rata con una maggiorazione pari al 30% del contributo massimo;
  3. terzo anno fuori corso: versamento della rata con una maggiorazione pari al 50% del contributo massimo (solo per gli studenti dei corsi di laurea).

– Quando posso chiedere lo status di studente part-time?

La domanda per il part-time va presentata entro all’atto dell’immatricolazione o iscrizione dalla propria pagina personale dei servizi GOMP. Non è consentito il passaggio alla posizione di part-time, superata la durata normale del corso. 

– Posso scegliere l’entità del part-time?

No. Per ogni corso di studi è prevista una forma di part-time concordato.

– Se pago una tassa in ritardo, a quanto ammonta la mora?

Indennità di mora [€]

Giorni di ritardo del pagamento

25,00

fino a 20

50,00

da 21 a 35

100,00

da 36 a 65

125,00

da 66 fino a 95

250,00

oltre 95 

– Se sono solo sullo stato di famiglia, posso essere considerato studente indipendente e presentare l’attestazione ISEE?

Lo studente è considerato indipendente, e quindi può presentare dichiarazione ISEE autonoma,

solamente al ricorrere delle due condizioni sotto riportate, come previsto dalla vigente normativa (D.P.C.M. 05 dicembre 2013, n. 159 – art. 8, comma 2):

a) residenza fuori dall'unità abitativa della famiglia di origine, da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda di iscrizione per la prima volta a ciascun corso di studi, in alloggio non di proprietà di un suo membro;

b) presenza di una adeguata capacità di reddito, definita con il decreto ministeriale di cui all'articolo 7, comma 7, del decreto legislativo 29 marzo 2012, n. 68. In assenza di tale normativa, si applica l’Art. 5 del DPCM 9/04/2001, che fissa la soglia ad € 6.500,00.

In assenza di uno o di entrambi i requisiti descritti, il nucleo familiare dello studente deve essere integrato con quello dei genitori.

Per quanto riguarda gli studenti che si trovino in una delle situazioni di convivenza anagrafica di seguito riportate (DPR n. 223/1989, art. 5):

- appartenenti ad ordini religiosi;

- ricoverati in case di assistenza;

- badanti;

- appartenenti a corpi militari;

- detenuti,

gli stessi compongono in linea generale nucleo familiare a sé stante, esclusi i casi in cui risultino coniugati (in tal caso si fa riferimento al nucleo familiare del coniuge) o a carico di altre persone ai fini IRPEF.

Dove posso ottenere il rilascio del Modello ISEE?

Ai fini dell’ottenimento dell’attestazione ISEE per le prestazioni agevolate nell’ambito del Diritto allo studio  universitario, lo studente potrà procedere secondo una delle seguenti modalità:

a)    recarsi presso uno dei CAAF (Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale);

b)    collegarsi direttamente al sito www.inps.it e, tramite l’accesso all’area riservata dei Servizi Online – Servizi per il cittadino, seguire la procedura guidata per la richiesta dell’attestazione ISEE.

– Quando devo presentare l’ISEE?

Entro il 2/11/2015 per gli studenti in corso; entro il 31/12/2015 per i fuori corso.

– Come devo presentare il Modello ISEE?

L’ISEE va presentato dalla propria pagina personale dei servizi on line entro la data di scadenza (02/11 per gli studenti in corso e 31/12 per i fuori corso).

FARE ATTENZIONE, AL MOMENTO DELL’INSERIMENTO, A CHE:

*     la dichiarazione ISEE deve essere relativa alle  prestazioni agevolate nell’ambito del Diritto allo studio  universitario (DPCM 159/2013);

*      evitare importi palesemente non plausibili (come la scala di equivalenza);

*      l’importo deve essere inserito senza punteggiatura, usando la virgola per la parte decimale.

– Che succede se presento l’ISEE fuori termine?

La mancata dichiarazione del valore I.S.E.E. entro i termini prescritti comporta l’obbligo del pagamento dei contributi nella misura massima e l’esclusione da ogni beneficio previsto.

– Che succede a chi rende false dichiarazioni sul Modello ISEE?

In caso di dichiarazioni non veritiere e di difformità tra l’ISEE effettivo e quello dichiarato nell’autocertificazione, sarà applicata, oltre all’integrazione dei contributi derivanti dal ricalcolo, una sanzione pecuniaria pari al 50% dell’importo massimo dei contributi. Inoltre, si procederà alla segnalazione agli Organi competenti.,

– Se ho finito tutti gli esami e mi laureo nella prima sessione 2015/2016, che cosa devo pagare?

Se lo studente ha terminato tutti gli esami e si laurea nella prima sessione 2015/2016, deve pagare solo la I rata. Se erroneamente paga l’acconto sulla II rata o la II rata, ha diritto al rimborso.

-       Se pago la I rata 2015/2016 e mi laureo nell’ultima sessione 2014/2015, ho diritto al rimborso?

Sì. Gli studenti che rinnovano l’iscrizione per l’anno accademico 2015/2016, ma che conseguono il titolo accademico entro l’ultima sessione utile dell’a.a. 2014/2015 hanno diritto al rimborso delle tasse pagate per l’anno accademico 2015/2016. Non sono rimborsabili la tassa regionale per il diritto allo studio universitario, il bollo assolto in modo virtuale ed il contributo per attività sportive.

– Se sono disabile, ho diritto ad una riduzione delle tasse?

Lo studente disabile, con una invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% versa solo il bollo (€ 16,00); lo studente disabile, con una invalidità riconosciuta dal 40% al 65% versa solo la I rata. Altresì, lo studente che ha il riconoscimento dei benefici ai sensi dell’Art. 3, commi 1 e 3, della Legge 5 febbraio 1992, n. 104. Ai fini dell’esenzione, lo studente dovrà allegare o far pervenire  documentazione a dimostrazione della situazione di disabilità.

-       Se ho uno o più fratelli o comunque membri del nucleo familiare iscritti all’Università di Cassino ho diritto ad una riduzione sulla II rata?

Riduzione percentuale dei contributi eventualmente dovuti da ciascuno studente in base ai seguenti criteri:

due studenti

riduzione  25%

tre studenti

riduzione  30%

quattro o più studenti

riduzione  40%

a condizione che risultino nel medesimo nucleo familiare.

– Se nel mio nucleo familiare c’è un disabile, ho diritto ad una riduzione sulla II rata?

Se nel nucleo familiare c’è un membro con invalidità certificata permanente, riconosciuta dagli organi competenti uguale o maggiore all’80% la riduzione complessiva dei contributi del 25%. Tale riduzione è indipendente dal numero di portatori di handicap.

– Come devo dichiarare di avere diritto ad una riduzione sulla II rata?

La richiesta dei benefici per la riduzione della II rata deve essere registrata accedendo alla pagina personale dei servizi on line entro la data di scadenza (2/11 per gli studenti in corso e 31/12 per i fuori corso). Ogni studente del nucleo familiare deve fare la propria dichiarazione on line.

– Ci sono delle agevolazioni per merito?

Sì. Destinatari delle agevolazioni sono gli studenti a tempo pieno iscritti al secondo e terzo anno dei corsi di laurea, al secondo anno dei corsi di laurea magistrale non a ciclo unico, al secondo, terzo, quarto e quinto anno dei corsi di laurea magistrale a ciclo unico, senza trasferimenti o passaggi di corso con convalida o dispensa di esami e crediti.

Per la determinazione del merito si tiene conto di due parametri:

1)     numero di crediti acquisiti entro il 30 settembre (esclusi i crediti convalidati o dispensati o fuori piano di studio) negli esami sostenuti nell’a.a. di riferimento, compresi nel piano di studio del medesimo anno, con esclusione di anticipazioni su anni successivi o di recuperi di anni precedenti.

2)     media ponderata delle votazioni riportate nelle attività formative in cui la verifica del profitto è effettuata mediante un esame, sostenuto entro il 30 settembre.

La riduzione della II rata è pari al 100% dei contributi se sono stati acquisiti tutti i crediti previsti per l’anno dal proprio piano delle attività formative, con una media ponderata di almeno 25/30.

La riduzione è, invece, pari al 5% dei contributi per ogni credito eccedente i 2/3 rispetto a quelli previsti per l’anno dal proprio piano delle attività formative, con arrotondamento all’intero superiore se la prima cifra decimale risulta maggiore o uguale a 5, con una media ponderata di almeno 25/30.

Per coloro che si immatricolano al I anno dei corsi di laurea, laurea magistrale a ciclo unico e che sono in possesso di Diploma di scuola secondaria, conseguito con almeno 91/100, è prevista l’esenzione dalla quota di iscrizione (€ 200,00), nella misura di € 20 per ogni punto eccedente 90.

– Chi non ha diritto alla riduzione della II rata per merito?

Non ha diritto alla riduzione per merito:

-       l’immatricolato al I anno di Laurea Magistrale

-       chi è fuori corso

-       chi ha esami convalidati o dispensati e non sostenuti

-       chi ha una media ponderata inferiore a 25/30

-       chi ha sostenuto, per l’anno in riferimento, esami in anticipazione su anni successivi o ha recuperato esami di anni precedenti

– Devo fare domanda per la riduzione della II rata per merito?

No. L’Amministrazione provvederà direttamente al calcolo dell’entità della riduzione spettante, che sarà detratta direttamente dall’importo dei contributi, senza necessità da parte dello studente di presentare la relativa domanda.

– Se mi immatricolo al I anno di laurea magistrale e mi sono laureato alla triennale presso questa Università ho diritto a una riduzione dei contributi?

Sì. Si veda la Tabella sulla percentuale di riduzione della II rata:

Tempo di conseguimento della laurea

Voto di laurea

107

108

109

110

110 e lode

3 anni

60%

70%

80%

90%

100%

4 anni

10%

20%

30%

40%

50%

 

 

[Ultima modifica: mercoledì 30 novembre 2016]