Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook VQR

Gli esercizi di valutazione VQR 2004-2010 e VQR 2011-2014, avviati dall’ANVUR rispettivamente nel 2011 e nel 2015, hanno esaminato i risultati della ricerca scientifica svolta dalle Università Statali e non Statali, dagli Enti di Ricerca pubblici vigilati dal MIUR e da altri soggetti pubblici e privati. I soggetti valutati sono ricercatori (a tempo determinato ed indeterminato), assistenti, professori di prima e seconda fascia, ricercatori e tecnologi degli Enti di Ricerca.

Nei due esercizi VQR sono stati presi in considerazione non solo i lavori (“prodotti”) della ricerca scelti dai ricercatori stessi (articoli su riviste; libri e capitoli di libri; brevetti; altri prodotti quali composizioni, disegni, performance, software, banche dati, e altro), ma anche la capacità competitiva degli atenei e delle strutture dipartimentali nell'attrazione di finanziamenti esterni, la mobilità internazionale dei ricercatori in entrata e in uscita, l’alta formazione effettuata dalle strutture, la ricchezza e qualità delle attività di “terza missione” (trasferimento tecnologico e “public engagement”).

Gli esiti della VQR concorrono a determinare la quota premiale del fondo di Finanziamento Ordinario (FFO), che incide in maniera significativa sull’ammontare dei trasferimenti dal MIUR all’Ateneo.


[Ultima modifica: lunedì 12 giugno 2017]