Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Sede di Ingegneria, 27 aprile

Scacchi all'Università, la grande partita 

27 aprile
Sede di Ingegneria
via Gaetano Di Biasio
Cassino

Atrio, ore 11,00
Scacchi - Gioco libero e simultanea

Aula Magna, ore 16,30
Il gioco immortale. Sergio Procacci racconta gli scacchi

Nell’ultimo weekend di aprile, dal 28 al 29, l’Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale si trasformerà nel campo di battaglia di una competizione assai speciale: venerdì, sabato e domenica presso la sede di Ingegneria si svolgerà il torneo di scacchi a tempo lungo che identificherà i campioni provinciali di Frosinone e Latina. 

Ma tutto comincia giovedì 27 aprile, quando sempre la sede di Ingegneria aprirà i suoi spazi a quanti vorranno saperne di più su questo scontro senza spargimenti di sangue.

Una giornata divulgativa all’insegna del divertimento dove Sergio Procacci e i soci dell’Accademia Scacchistica Ciociara proporranno momenti di gioco libero, simultanee e presentazioni, e una lezione-spettacolo che cercherà di sfatare tutti i falsi miti sugli scacchi. Si scoprirà, infatti, che gli scacchi non sono un gioco lento e cervellotico come lo stereotipo vuole, ma un divertimento dinamico che permette a persone di sesso, età e nazionalità diversa di stare attorno allo stesso tavolo e comunicare secondo un linguaggio condiviso.

Nell’atrio di Ingegneria la mattina del 27 aprile saranno presenti postazioni dove fare partite amichevoli o partecipare ad uno scontro tutti contro uno. Partite che in gergo vengono chiamate simultanee. Ogni giocatore ha la sua scacchiera, ma un unico maestro affronta tutti muovendo di volta in volta su un nuovo campo di battaglia. Si potrà scoprire qual è il pezzo più importante e quale quello più forte, si potrà giocare con i termini e lasciarsi affascinare dalla mutevolezza dell’alfiere: gendarme, giullare o vescovo a seconda della nazione che gli dà i natali.

Alle 16.30, nell’Aula magna “Luigi Papa”, aneddoti e funzionamento del gioco saranno la miscela trainante della lezione spettacolo di Sergio Procacci.

Gioco immortale, gioco nobile, ma soprattutto gioco divertente. Accettate la scommessa dell’Università di Cassino e del Lazio meridionale che con la sua “Grande partita” proporrà una giornata inconsueta in cui scoprire un modo del quale forse si conoscono solo le “dicerie”…


[Ultima modifica: mercoledì 19 aprile 2017]