Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scambi internazionali

Assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all'esterno (tirocini e stage)

Il CdS prevede l'acquisizione di 5 cfu per stage e tirocini presso imprese, enti pubblici e privati, ordini professionali, convenzionati con l'Ateneo.
Nel corso di svolgimento del tirocinio gli studenti vengono seguiti da un tutor universitario (un docente del CdS) e da un tutor aziendale, designato dall'Ente ospitante. I due tutores, in accordo, definiscono gli obiettivi e le modalità del tirocinio che verranno verificate al termine delle ore previste attraverso la redazione di una relazione scritta finalizzata alla valutazione dell'esperienza acquisita, da parte della Commissione per la Didattica.

Assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti

L'Ateneo sostiene sul piano finanziario e organizzativo la mobilità internazionale dello studente per fini di studio e di tirocinio per l'inserimento nel mondo del lavoro. Gli indirizzi generali definiti dagli organi di governo dell'Ateneo riguardano in particolare: a) la progressiva integrazione dei percorsi didatici a livello europeo ed extraeuropeo attraverso l'istituzione di corsi internazionali con titoli doppi, multipli o congiunti; b) forme di incentivazione per gli studenti che intendano svolgere attività formative previste nel proprio piano degli studi in università straniere o che intendano svolgere attività di tirocinio internazionale; c) la valutazione della qualità della mobilità internazionale in uscita e in ingresso.
Organizzazione generale del servizio — Ogni corso di studi gestisce la mobilità internazionale degli studenti attraverso una programmazione annuale degli accordi coordinata al livello di dipartimento e di Ateneo. La struttura organizzativa è dunque articolata in due livelli, istituzionale e dipartimentale, entrambi provvisti del supporto amministrativo e gestionale dell'ufficio per i rapporti internazionali dell'Ateneo. 1. Livello istituzionale — Un delegato del rettore coordina le attività internazionali dell'Ateneo nell'ambito delle linee di indirizzo stabilite dal senato accademico e dal consiglio di amministrazione e sulla base delle esigenze dei corsi di studio. L'ufficio per i rapporti internazionali fornisce il supporto amministrativo e gestionale a tutti i programmi di mobilità. Esso in particolare pianifica e supervisiona il calendario dei bandi di mobilità, fornisce informazioni sulle opportunità di mobilità internazionale, gestisce le procedure amministrative relative agli studenti in mobilità, assicura la visibilità e la trasparenza delle procedure e dei risultati. 2. Livello dipartimentale — Un responsabile di dipartimento coordina le attività internazionali degli studenti dei corsi afferenti al dipartimento stesso e ottimizza i modelli di mobilità in relazione agli obiettivi formativi dei corsi di studio e alle esigenze linguistiche degli studenti. Egli si avvale della collaborazione di membri del dipartimento nominati referenti per ciascun partner internazionale di pertinenza della struttura. I docenti referenti forniscono ogni informazione e supporto in materia di piano delle attività formative agli studenti in mobilità destinati alle sedi di cui essi hanno la responsabilità.
[Ultima modifica: venerdì 25 gennaio 2019]