Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Master Description

To complete the Master program it is necessary to earn the following 120 credits:

Mandatory courses (57 Credits)

Applied Statistics, 12 Credits
Business Law, 9 Credits
Economics 12 Credits
International Accounting, 6 Credits
International Economics and Globalization, 9 Credits
Service Management, 9 Credits

Elective courses (18 Credits)

You must choose 1 course of interest from the following:
Applied Econometrics, 6 Credits
Development Economics, 6 Credits
Competition and Public Policies, 6 Credits

In addition, you must chose 2 courses of interest from the following:

Contemporary Issues in Economics, 6 ECTS
Governance of Agri-food Value Chains, 6 ECTS
Human Resource Management, 6 ECTS
Mathematical Finance, 6 ECTS
Mobility and Migration, 6 ECTS
Regional Economics, 6 ECTS
Research Methods in Management, 6 ECTS
Statistical Learning ad Data Mining, 6 ECTS
Total Quality Management, 6 ECTS

Others (45 ECTS)

Other Elective Courses*/Seminars/Valuable Activities: 12 Credits
Soft Skills: 3 Credits
Internship: 10 Credits
Master Thesis: 20 Credits

*You can choose among any of the elective courses listed above plus all elective courses of the program in Economics and Entrepreneurship.

Remember that the courses of Applied Statistics and Economics are considered prerequisites of other courses. In particular:

Applied Statistics is a prerequisite for

 

  • Applied Econometrics
  • Research Methods in Management
  • Statistical Learning and Data Mining

Economics is a prerequisite for

 

  • Development Economics
  • Governance of Agri-Food Value Chains
  • International Economics and Globalization
  • Competition and Public Policies

Study Plan

1st Year (60 Credits) Credits
Applied Statistics ___12
Economics ___12
Service Management ____9
Business Law ____9
International Accounting ____6
Elective courses (2) ___12
   
   
2nd Year (60 Credits)
International Economics and Globalization ____9
Soft Skills ____3
Elective courses, seminars, valuable activities (3) ___18
Internship ___10
Master thesis ___20

Remember that the courses of Applied Statistics and Economics are considered prerequisites of other courses. In particular:

 

Applied Statistics is a prerequisite for

 

  • Applied Econometrics
  • Research Methods in Management
  • Statistical Learning and Data Mining

 

Economics is a prerequisite for

 

  • Competition and Public Policies
  • Development Economics
  • Governance of Ari-Food Value Chains
  • International Economics and Globalization

Degree Requirements

The Master program in Global Economy and Business requires the completion of 120 ECTS (European Credits Transfer System). Credits may be granted for graduate courses taken elsewhere prior to enrollment in the program, but only after they have been evaluated by an adviser.

Sintesi della relazione tecnica del nucleo di valutazione

E' un corso di nuova istituzione e se ne propone l'attivazione nell'a.a. 2008/2009. I motivi della sua istituzione e dell'istituzione di due corsi di laurea nella classe LM-56 sono descritti esaurientemente. Il Nucleo valuta positivamente il contributo all'internazionalizzazione apportato dalla proposta di istituzione di un corso di studio le cui attività didattiche saranno svolte esclusivamente in lingua inglese. Il Nucleo, inoltre, suggerisce che la decisione della sua attivazione sia assunta dopo un'attenta valutazione dell'esistenza delle condizioni che diano luogo a un adeguato numero di immatricolazioni, anche di studenti non italiani, in presenza della trasformazione di un preesistente corso di studio nella stessa classe.

Consultazione con le organizzazioni rappresentative - a livello nazionale e internazionale - della produzione di beni e servizi, delle professioni (Istituzione del corso)

L'attuale struttura del Corso di Laurea è stata elaborata al momento dell'entrata in vigore del DM270, e discussa con esponenti delle organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, dei servizi e delle professioni al fine di adattare l'offerta didattica all'esigenza di formare figure professionali rispondenti alle modifiche in atto nel mercato del lavoro.
Al termine di un primo percorso di progettazione, gli esponenti delle forze sociali delle province di Latina e Frosinone sono stati invitati ad un incontro di presentazione della nuova offerta formativa; a tale incontro hanno partecipato studenti, docenti, rappresentanti del territorio (Comune di Cassino, Terracina e Frosinone), con esponenti del mondo delle imprese, sia a livello associativo (Unindustria-Confindustria FR) sia a livello delle maggiori realtà imprenditoriali del territorio (Banca Popolare del Cassinate, Banca Popolare del Frusinate, con esponenti degli ordini dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (Ordine di Cassino e di Frosinone), dei Sindacati (CISL). Nel lungo e articolato dibattito originatosi sono stati analizzati e spiegati i motivi delle scelte effettuate ed è stato ampiamente dibattuto l'impatto dei nuovi percorsi sulla formazione delle diverse professionalità. Al termine del confronto le parti sociali hanno espresso piena condivisione dell'offerta formativa presentata. A partire da quell'incontro, la struttura del Corso di Laurea ha subito piccolo modifiche di assestamento la cui implementazione è stata di volta in volta valutata alla luce di studi di settore elaborate ed aggiornati da importanti istituzioni economiche nazionali e internazionali, in particolare dall'Unione Europea.

Sintesi del parere del comitato regionale di coordinamento

Sulla base delle informazioni contenute negli ordinamenti didattici trasmessi e in particolare visti gli obiettivi formativi specifici e gli sbocchi occupazionali e professionali previsti constatata la presenza del parere dal Nucleo di Valutazione dell'Ateneo, preso atto della sintesi della consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, servizi, professioni ed avendo analizzato infine come queste proposte si inquadrano positivamente nell'offerta formativa di corsi universitari della Regione Lazio, il Comitato unanime approva.

Obiettivi formativi specifici del Corso e descrizione del percorso formativo

Il corso di laurea magistrale in "Global Economy and Business" forma laureati con elevate competenze nelle materie economiche, aziendali, giuridiche e quantitative. A tali competenze si unisce un'elevata padronanza della lingua inglese, garantita dallo svolgimento di tutte le attività formative in lingua inglese. Soprattutto per le discipline economico-giuridiche, una particolare attenzione sarà rivolta all'analisi del contesto internazionale nel quale operano i soggetti economici e gli enti, pubblici o privati.

La scelta dell'utilizzo della lingua inglese per lo svolgimento di tutte le attività formative è legata alla ovvia rilevanza che riveste la capacità di comunicazione nel contesto globale nel quale le aziende e le organizzazioni si trovano oggi ad operare. Più in particolare, il corso mira ad offrire:

• alle aziende del territorio, quelle figure in grado di svolgere un ruolo manageriale che permetta di ampliare, o in molti casi di avviare, le relazioni internazionali necessarie a sfruttare le opportunità offerte dalla globalizzazione dei mercati;
• ai suoi laureati, opportunità di lavoro qualificato anche al di fuori dei confini nazionali.

L'offerta formativa è definita ed eventualmente aggiornata in modo da rispettare, per ogni ambito disciplinare caratterizzante, i minimi richiesti dalla classe (LM 56), ovvero 24 CFU per l'ambito economico, 12 CFU per l'ambito aziendale, 6 CFU per l'ambito statistico-matematico, e 6 CFU per l'ambito giuridico). Inoltre, 12 CFU saranno garantiti per attività affini o integrative e 30 CFU per altre attività formative (di cui almeno 12 a scelta dello studente, almeno 10 per la prova finale e almeno 5 per tirocini).

Autonomia di giudizio

La compresenza di attività formative dedicate all'acquisizione di un'ampia cultura economica di base sotto il profilo analitico e quantitativo, nonché giuridica, danno la possibilità ai laureati in Global Economy and Business di elaborare in piena autonomia giudizi sui fatti sia macroeconomici, riguardanti il nostro paese e il contesto internazionale, sia microeconomici, riguardanti le scelte individuali e dell'unità economica in cui andranno ad operare. Il principale momento di verifica di questa capacità di giudizio è costituita dalla prova finale; altri momenti di monitoraggio saranno le prove d'esame e l'attività di tutorato.

Abilità comunicative

I laureati in Global Economy and Business sono in grado di comunicare correttamente e in maniera chiara le loro conoscenze ed opinioni in lingua inglese, sia in forma scritta che in forma orale. Per acquisire questa competenza, tutti gli insegnamenti sono impartiti in lingua inglese e la prova finale consiste nella stesura, e relativa discussione con interlocutori specialisti e non specialisti, di un elaborato in inglese. Hanno inoltre competenze specifiche relative alla stesura e alla presentazione di report, attraverso l'utilizzo dei più aggiornati strumenti informatici, acquisite attraverso le attività di relazione sui contenuti dei seminari ai quali sono chiamati a partecipare. Lo svolgimento di tirocini e soggiorni di studio all'estero completano lo sviluppo delle abilità comunicative dello studente.

Capacità di apprendimento

I laureati in Global Economy and Business hanno un bagaglio di conoscenze sufficientemente ampio e articolato per saper continuare ad apprendere in autonomia sia sul lavoro, sia in un ambito di ricerca superiore. A tal fine, all'interno dei singoli insegnamenti, gli studenti sono incoraggiati a svolgere letture autonome di testi in lingua inglese riferiti a problematiche aziendali o macroeconomiche. Al fine di consentire un continuo miglioramento della propria capacità di apprendere, viene dato molto rilievo al lavoro personale dello studente attraverso una attenta suddivisione delle ore di lavoro frontali e personali. Una rigorosa impostazione metodologica degli insegnamenti, l'elaborazione della tesi di laurea, un'esperienza di tirocinio aiutano lo studente a sviluppare la sua capacità di apprendimento.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per l'accesso al corso di laurea magistrale in Global Economy and Business è richiesto il possesso di requisiti curriculari consistenti in un titolo di laurea triennale, o diploma universitario di durata triennale, o titolo di studio italiano ritenuto idoneo a norma di legge, o titolo di studio estero anch'esso riconosciuto idoneo. I requisiti curriculari si ritengono automaticamente soddisfatti in presenza di una laurea triennale conseguita nelle classi L18 e L33. Per gli studenti italiani che abbiano un titolo di laurea in una classe diversa da quelle di cui sopra e per gli studenti stranieri i cui titoli non siano esplicitamente riconducibili alle suddette classi di laurea, i requisiti curriculari sono accertati sulla base della valutazione complessiva del transcript universitario e degli specifici CFU conseguiti nelle discipline statistico-matematiche, economico-aziendali o giuridiche secondo il dettaglio riportato nel regolamento didattico del corso di laurea e nel Quadro A3.b.
Gli studenti in possesso dei requisiti curriculari, per accedere al corso, devono possedere un'adeguata preparazione personale grazie alla quale saranno in grado di affrontare con successo le attività formative negli ambiti disciplinari caratterizzanti la classe LM 56 (economico, aziendale, statistico-matematico e giuridico).
Tale preparazione è verificata tramite l'esame del curriculum dello studente. La verifica dei titoli di accesso e della personale preparazione è a cura di un'apposita Commissione di Selezione che, ove lo ritenesse necessario, può avvalersi di un colloquio orale.
L'esame del curriculum include anche una valutazione del voto finale ottenuto alla laurea, ovvero del voto medio per gli studenti provenienti da corsi di studio dove il voto finale non è disponibile (tipicamente corsi di studio di ordinamenti non italiani). È infine requisito d'accesso per tutti gli studenti un'adeguata conoscenza della lingua inglese, almeno pari al livello B2, da accertare attraverso opportuna certificazione o colloquio.
La Commissione di Selezione è nominata dalla Commissione Didattica e comprende, di norma, il Coordinatore del Corso.

Caratteristiche della prova finale

Alla fine del percorso formativo, il laureando elabora, sotto la guida di un relatore, una tesi in lingua inglese di carattere progettuale-metodologico relativa ad una delle materie trattate nei corsi di insegnamento ed avente contenuti originali. La tesi viene poi discussa nella prova finale dinanzi ad una commissione nominata dal Direttore del Dipartimento.
È prevista la possibilità di svolgere la tesi di laurea presso un'istituzione accademica internazionale con una co-tutorship di un docente interno. Nel caso di tesi svolta all'estero in co-tutorship, le caratteristiche specifiche della prova saranno concordate con l'Università partner.

Motivi dell'istituzione di più corsi nella classe

La Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Cassino ha già istituito ed attivato nella classe LM-56 il corso di laurea magistrale in Economia, (trasformazione del Corso magistrale in Economia, Impresa e Istituzioni nella classe LM-56 a sua volta trasformazione di pre-esistente corso ex ordinamento 509).

L'istituzione di questo secondo corso di laurea magistrale nella stessa classe denominato Global Economy and Business, la cui didattica è svolta in inglese, è motivata dalla necessità di caratterizzare in maniera univoca un diverso percorso formativo.

La differenza è sostanziale sia nella forma che nei contenuti: nella forma, in quanto tutti gli insegnamenti saranno impartiti in lingua inglese; nei contenuti, in quanto verranno offerti moduli didattici chiaramente orientati a formare competenze utili all'internazionalizzazione delle imprese.
Ad esempio, tra i moduli obbligatori compariranno un modulo di economia internazionale, un modulo di contabilità internazionale, un modulo di strategie di imprese internazionali. Tra quelli a scelta compariranno, tra gli altri, un modulo di analisi del mercato globale degli alimenti, un modulo di economia regionale, un modulo di economia dello sviluppo.
In ogni altra disciplina si darà particolare spazio agli aspetti legati ad una visione globale del sistema economico. Ad esempio, sarà offerto un corso di business law dove si assumerà il punto di vista di chi ha bisogno di conoscere i fondamenti del diritto commerciale così come declinati nelle transazioni internazionali.

Le differenze di contenuto appena descritte, oltre a quelle formali e organizzative, sono motivate dai differenti obiettivi formativi dei due corsi di laurea in esame, cui si rimanda.

Si nota, inoltre, che il corso di laurea, per contenuti e modalità di insegnamento, punta ad attrarre in maniera rilevante studenti non italiani. In tal modo verranno garantite agli studenti italiani ulteriori occasioni di scambi culturali e di acquisizione di competenze utili ai fini della loro formazione.

Va infine considerato che il corso è progettato come autonomo rispetto a quello attivato nella stessa classe di laurea anche ai fini del consolidamento di una politica di internazionalizzazione dell'Ateneo.
La sua precisa identità, così diversa da quella del corso di laurea della stessa classe offerto in lingua italiana, ne permette infatti una facile promozione sia tra gli Atenei stranieri partner (ciò facilita l'arrivo di studenti Erasmus in ingresso), sia tra gli studenti non-europei che desiderino scegliere una meta europea per affrontare i loro studi universitari di secondo livello.

Motivazioni dell'inserimento nelle attività affini di settori previsti dalla classe o Note attività affini

In linea con gli obiettivi specifici del corso di laurea, per il completamento del progetto formativo sono inseriti tra gli insegnamenti affini alcuni settori previsti dalla classe. Tale inserimento è dovuto al desiderio di favorire la mobilità internazionale degli studenti. In tal modo, infatti, è possibile individuare un maggior numero di moduli didattici presso Atenei esteri dove gli studenti si possono recare per completare il proprio percorso di studi. Tale scelta è ulteriormente motivata dalla peculiare vocazione internazionale del corso di laurea. In particolare, per i settori M-GGR/02, SECS-P/01, SECS-P/12 e SECS-S/06 gli studenti possono sostenere esami presso i numerosi Atenei europei con i quali sono in essere consolidati rapporti di mobilità studenti formalizzati attraverso accordi Erasmus.
Inoltre:
- l'inserimento del settore SECS-P/12 anche tra le attività affini è utile per garantire una formazione che sottolinei il ruolo della storia nei recenti mutamenti dello scenario economico globale;
- l'inserimento dei settori SECS-S/01, SECS-S/05 e SECS-S/06 tra le attività affini ha l'obiettivo di offrire maggiori strumenti quantitativi nella formazione di professionalità con più sviluppate competenze applicative;
- l'inserimento del settore M-GGR/02 permette di offire una formazione più particolareggiata con riferimento alle dinamiche geo-economiche che caratterizzano uno scenario mondiale in continua trasformazione;
- l'inserimento del settore SECS-P/01 è dovuto alla constatazione che trattasi di un settore molto ampio che si presta a molte declinazioni; in altre parole si ritiene opportuno offrire agli studenti la possibilità di approfondire contenuti rilevanti che sono stati solo accennati nei corsi di base dello stesso settore offerti tra quelli caratterizzanti (quali ad esempio sono le dinamiche del mercato del lavoro internazionale);
- l'inserimento del settore SECS-P/08 è dovuto alla constatazione che trattasi di un settore molto ampio che si presta a molte declinazioni; in altre parole si ritiene opportuno offrire agli studenti la possibilità di approfondire contenuti rilevanti che sono stati solo accennati nei corsi di base dello stesso settore offerti tra quelli caratterizzanti (quali ad esempio sono le dinamiche del marketing internazionale).

Note relative alle altre attività

In linea con gli obiettivi formativi, il corso di laurea si caratterizza per l'opportunità - offerta agli studenti - di svolgere tirocini formativi e di orientamento all'estero. Per tale attività formativa vengono riconosciuti fino a 10 CFU.
Gli intervalli assegnati ai crediti 'A scelta dello studente', alle 'Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro' e 'Per la prova finale' servono a facilitare il riconoscimento di crediti acquisiti all'estero da studenti in mobilità, nonché la stipula di accordi internazionali con altri Atenei.

Dati di ingresso, di percorso e di uscita

I dati disponibili sul sito Universitaly, aggiornati al 29 ottobre 2016, confermano l’elevata capacità di attrazione del CdS: 39 immatricolati nell’anno accademico 2015-16 a fronte di 30 nel 2013-14 e di 31 nel 2014-15.
Altrettanto incoraggianti sono i dati relativi al percorso dal momento che solo 2 studenti risultano iscritti fuori corso nel 2015-16. Si tratta di un dato che riflette una struttura del CdS centrata sulla partecipazione attiva degli studenti, confermata dal dato relativo alla frequenza (il 95% degli studenti ha frequentato più del 75% degli insegnamenti).
Per ciò che riguarda infine i dati relativi all’uscita, i dati evidenziano che ben il 78% degli studenti si laurea in corso, a fronte di una media di Ateneo del 72%. Il dato è particolarmente significativo in considerazione dell’incidenza della mobilità internazionale (il 23% degli studenti, a fronte di una media di Ateneo dell’11%, ha conseguito CFU all’estero) e delle attività di tirocinio svolte durante il periodo di studi (86% degli studenti a fronte di una media di Ateneo del 67%) che generalmente ritardano i tempi di conseguimento della laurea.
Per un'analisi più accurata dei flussi si rinvia alla scheda di monitoraggio degli indicatori 2017. http://www.universitaly.it/index.php/public/schedaCorso/anno/2016/corso/1529473

Efficacia Esterna

Gli ultimi dati relativi alla condizione occupazionale dei nostri sono consultabili al link esterno.
La sintesi riportata sul sito universitaly evidenzia un elevatissimo tasso di occupazione a 1 anno dalla laurea (83% a fronte di una media d’ateneo del 50%) e un tasso altrettanto elevato (80%) a 5 anni dalla laurea. I dati relativi alla quota di occupati a 1 anno riportati sul sito di AlmaLaurea sono leggermente inferiori, probabilmente per un diverso trattamento delle occupazioni non regolari (vedi nota 2 sul sito universitaly). Il dato relativo agli occupati a 5 anni dalla laurea è però poco significativo visto che si riferisce a vecchie coorti di immatricolati con bassi numeri di intervistati. All’elevato tasso di occupazione al primo anno corrisponde, inevitabilmente, un basso utilizzo a 1 anno dalla laurea delle competenze acquisite nel percorso di studio. L’utilizzo delle competenze sale notevolmente a 3 anni dalla laurea (67% a fronte di una media di Ateneo del 43%). L’efficacia del percorso formativo offerto dal CdS è infine confermata dalla retribuzione mensile netta che vede i laureati del CdS guadagnare circa il 15% in più dei propri colleghi di Ateneo a 1 anno dalla laurea, il 40% in più a 3 anni e il 50% in più a 5 anni. https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/framescheda.php?anno=2016&corstipo=LS&ateneo=70007&facolta=tutti&gruppo=8&pa=70007&classe=11064&postcorso=0600107305700002&annolau=tutti&disaggregazione=tutti&LANG=it&CONFIG=occupazione

Orientamento in ingresso

L'attività di orientamento viene svolta in collaborazione con tutti i centri deputati dell'Ateneo. Il pdf qui allegato riporta una descrizione dettagliata di tutte le attività erogate.

Viene inoltre dedicata una particolare attenzione all'orientamento in ingresso degli studenti internazionali.
A tal fine, da un lato sono attive una molteplicità di iniziative per far conoscere il CdS presso laureati non-italiani potenzialmente interessati, dall'altro sono stati definiti dei criteri di massima per l'ammissione che hanno l'obiettivo di scoraggiare la richiesta di accesso al CdS per gli studenti con un curriculum tale da non consentirgli di completare gli studi in tempi e modi regolari.
Per promuovere il CdS vengono utilizzati strumenti onl-line e visite in loco. In particolare, il CdS viene promosso sul sito Masterportal.eu, un database contenente un'offerta molto ampia dei corsi di livello Master disponibili in Europa, e tramite il sito del CdS all'interno del sito web di Ateneo.
Per quanto riguarda le visite in loco, al momento il CdS, in accordo con gli altri CdS internazionali dell'Ateneo e con il contributo del Centro Rapporti Internazionali, è stato promosso nei seguenti paesi: Azerbaijan, Cina, Ghana, India, Vietnam.
Ulteriore occasione di promozione sono le attività di scambio docenti-studenti-personaleTA che avvengono nell'ambito dei progetti Erasmus+ International Credit Mobility. Questi progetti, infatti, finanziano mobilità extra-europee con l'obiettivo non secondario di promuovere l'Ateneo e i suoi corsi di studi presso gli studenti di atenei partner. Negli ultimi anni, sono state effettuate mobilità e attività di promozione presso atenei dei seguenti paesi: Armenia, Bielorussia, Serbia, Tunisia, Vietnam.
Per quanto riguarda i requisiti minimi per l'ammissione, essi sono pubblicati nella pagina web dedicata alle pre-iscrizioni degli studenti internazionali al CdS. A criteri generali, validi per tutti gli studenti, sono stati aggiunti criteri dettagliati per i paesi dai quali pervengono un numero elevato di domande di pre-iscrizione. http://www.unicas.it/siti/centri-di-servizio-di-ateneo/cuori-centro-universitario-per-orientamento.aspx

Orientamento e tutorato in itinere

Sportelli di Orientamento e Tutorato (servizio SOT).

Grazie al fondo giovani del MIUR, viene attivato ogni anno un sistema di Sportelli di Orientamento e Tutorato presso tutte le sedi di Ateneo. Gli sportelli sono gestiti da studenti di Laurea Magistrale, ai quali viene erogata una borsa ad hoc per tale attività, con il coordinamento e la supervisione del personale del Centro per l'Orientamento, la collaborazione delle segreterie didattiche e del Centro per i Rapporti Internazionali. Gli sportelli offrono servizi di orientamento alle matricole e di tutorato per gli studenti già iscritti.

Assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all'esterno (tirocini e stage)

Il CdS prevede l'acquisizione di 10 CFU per stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali convenzionati con l'Ateneo.
Nel corso di svolgimento del tirocinio gli studenti vengono seguiti da un tutor universitario (un docente del CdS) e da un tutor aziendale, designato dall'Ente ospitante. I due tutor, in accordo, definiscono gli obiettivi e le modalità del tirocinio che verranno verificate al termine delle ore previste attraverso la redazione di una relazione scritta finalizzata alla valutazione dell'esperienza acquisita da parte della Commissione per la didattica. Le linee guida per la stesura della relazione di tirocinio sono riportate nel file allegato.
Gli studenti del presente corso di laurea vengono sollecitati a svolgere l'attività di tirocinio all'estero, in particolare attraverso lo scambio ufficiale di Ateneo Erasmus Placement.

Assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti

Gli studenti iscritti al Corso di Studi usufruiscono dei servizi del Centro Rapporti Internazionali erogati a favore di tutti gli studenti dell’Ateneo. Tramite il Centro, gli studenti hanno in particolare la possibilità di svolgere un periodo di studio presso atenei partner. Gli studenti interessati presentano domanda in risposta a un bando di Ateneo, pubblicato con cadenza annuale, tipicamente all’inizio del secondo semestre di studi di ogni anno a valere per l’anno accademico successivo.

Con modalità analoga, gli studenti hanno la possibilità di svolgere un periodo di tirocinio presso imprese pubbliche e private con sede all’estero. Tirocinio che può essere svolto anche nei 12 mesi successivi al conseguimento del titolo di studio finale. Gli studenti interessati presentano domanda in risposta a un bando di Ateneo, pubblicato con cadenza semestrale.

Un contributo finanziario viene assegnato agli studenti in mobilità vincitori di borsa di studio, a valere su fondi Erasmus+ e su fondi destinati all’Ateneo con questo scopo specifico dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Per tutte queste attività, l’assistenza amministrativa e, per quanto di sua competenza, quella organizzativa vengono garantite dal Centro Rapporti Internazionali dell’Ateneo.

Gli accordi per la mobilità internazionale che permettono agli studenti di sostenere esperienze presso atenei esteri sono di norma stipulati a livello di Dipartimento, se non di Ateneo. L’elenco aggiornato degli accordi è disponibile sul sito internet di Ateneo, nelle pagine dedicate all’internazionalizzazione al link:
http://www.unicas.it/internazionalizzazione/opportunità-allestero/accordi-internazionali.aspx

A questi si aggiungono gli accordi per mobilità Erasmus di cui l’elenco aggiornato è disponibile nell’allegato al bando annuale:
http://www.unicas.it/internazionalizzazione/opportunità-allestero/bandi-per-la-mobilità-(1).aspx

Gli studenti che desiderano trascorrere un periodo di studio presso un ateneo statunitense con sede a New York hanno infine la possibilità di concorrere per un posto alloggio gratuito presso la residenza universitaria “College Italia”, di cui l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale è comproprietario nell’ambito del consorzio internazionale H2CU. Un apposito bando viene pubblicato tre volte all’anno, sempre a cura del Centro Rapporti Internazionali che ne segue gli aspetti amministrativi e organizzativi, in accordo con il consorzio H2CU.

Più in generale, il Centro per i Rapporti Internazionali fornisce supporto amministrativo e gestionale a tutti i programmi di mobilità. In particolare pianifica e supervisiona il calendario dei bandi di mobilità, fornisce informazioni sulle opportunità di mobilità internazionale (anche tramite le pagine del sito web di Ateneo dedicate all’internazionalizzazione unicas.it/internazionalizzazione), gestisce le procedure amministrative relative agli studenti in mobilità, assicura la visibilità e la trasparenza delle procedure e dei risultati.

A livello di Dipartimento, un docente delegato ai Rapporti Internazionali coordina le attività internazionali degli studenti dei corsi afferenti al dipartimento stesso e ottimizza i modelli di mobilità in relazione agli obiettivi formativi dei corsi di studio e alle esigenze linguistiche degli studenti. Il docente delegato si avvale poi della collaborazione dei docenti del dipartimento referenti per ciascun partner internazionale di pertinenza della struttura. I docenti referenti forniscono informazioni e supporto in materia di piano delle attività formative agli studenti in mobilità destinati alle sedi di cui essi hanno la responsabilità.

Per facilitare il processo di riconoscimento dei CFU acquisiti all’estero, a partire dal corrente anno accademico (2017-2018), i Learning Agreement vengono firmati dal coordinatore del CdS di afferenza dello studente, e non più dal delegato ai Rapporti Internazionali del Dipartimento.
http://www.unicas.it/internazionalizzazione.aspx

Accompagnamento al lavoro

Gli obiettivi dell'attività di placement dei laureati sono:
• favorire la realizzazione personale e professionale dei laureati;
• contribuire a facilitare l'incontro tra domanda e offerta di laureati/competenze;
• contribuire a soddisfare i fabbisogni di capitale umano del sistema produttivo.
Le attività di placement sono pianificate e gestite secondo una logica di filiera basata sull'idea che orientamento in entrata, in itinere e in uscita debbano essere parte di una strategia coerente di Ateneo. Un momento centrale di attuazione di questa filosofia è il Career Day, organizzato in collaborazione con Centro Universitario per l'Orientamento (CUORI) allo scopo di orientare le scelte formative anche in funzione degli sbocchi occupazionali disponibili.
La maggior parte delle iniziative vengono gestite centralmente dall'Ufficio Job Placement in collaborazione con alcuni partner istituzionali. Al fine di garantire un'adeguata flessibilità, iniziative riguardanti ambiti professionali specifici sono organizzate e gestite direttamente dai dipartimenti o dai corsi di laurea.
Le attività di placement si caratterizzano per l'impegno particolare profuso nel sostenere l'imprenditorialità dei laureati, vista sia come strumento per promuovere l'occupabilità sia come meccanismo di valorizzazione della conoscenza generata attraverso la didattica e la ricerca.
Lo spettro dei servizi erogati all'utenza universitaria in collaborazione con partner interni ed esterni (figure 1 e 2), necessariamente più articolato in funzione delle varie tipologie di utenza, è di seguito elencato:

• attivazione e gestione delle convenzione per i tirocini (figura 3)
• gestione dei tirocini post laurea (figura 4)
• gestione delle attività informativa sulle offerte di lavoro e di stage tramite l'invio di email a target specifici
• identificazione di percorsi per l'inserimento lavorativo e il sostegno all'occupabilità dei laureati
• informazioni guidata circa le opportunità di inserimento lavorativo e formative
• supporto alla stesura del Curriculum Vitae
• approfondimento della conoscenza del mercato del lavoro di riferimento
• approfondimento delle tecniche di ricerca del lavoro
• definizione di un piano di azione per la ricerca del lavoro
• supporto alla realizzazione del progetto professionale
• organizzazione di corsi di educazione imprenditoriale rivolti a studenti, laureandi e laureati di tutte le discipline (corso Four Steps to Entrepreneurship)
• accompagnamento alla creazione d'impresa
• organizzazione eventi (Career Day, seminari, incontri informativi) finalizzati all'incontro D e O
• implementazione e gestione di piattaforma telematiche volte a favorire l'incontro di D e O (AlmaLaurea, Porta Futuro)
• attività di monitoraggio dell'inserimento occupazionale dei laureati basata sulle indagini AlmaLaurea


Tra le azioni principali portate avanti dall'Ufficio di recente vanno ricordate:
 L'organizzazione di incontri sulla redazione del CV e sul colloquio di lavoro in collaborazione con Laziodisu e l'associazione ex alunni (Alaclam)
 L'organizzazione del Career Day che ha riscontrato grande interesse tra gli interlocutori aziendali non solo di prossimità territoriale.
 L'implementazione della piattaforma AlmaLaurea per la gestione del placement che, nel rispetto della vigente normativa in materia di intermediazione, assicura un'articolata ed efficace circolazione delle informazioni.
 L'organizzazione della seconda edizione del corso di educazione imprenditoriale.
 L'adesione all'edizione 2017 della Start up Cup competition.
 Il monitoraggio, ad uso dei corsi di laurea, del Nucleo di Valutazione e del Presidio della Qualità, dell'inserimento occupazionale dei laureati basato sull'ultima indagini AlmaLaurea disponibile.
 Attività di promozione dell'apprendistato di alta formazione/ricerca in collaborazione con Anpal servizi.

Nel pdf allegato alcune iniziative intraprese dall'Ateneo.

Eventuali altre iniziative

In occasione di alcune festività o ricorrenze importanti (ad esempio in occasione del Natale) per gli studenti di nazionalità non italiana, il corso di laurea organizza, in collaborazione con il Centro Rapporti Internazionali, degli incrontri mirati a favorire il processo di integrazione tra gli studenti italiani e quelli di altra provenienza.

Opinioni studenti

Gli ultimi dati disponibili relativi alle valutazioni degli studenti per i singoli insegnamenti sono quelli relativi all'anno accademico 2015-16 che evidenziano un elevato grado di soddisfazione complessivo, soprattutto relativamente alla domanda: "Sono complessivamente soddisfatto di come è svolto questo insegnamento?". Le criticità emerse per alcuni insegnamenti e un certo grado di insoddisfazione per la carenza di attività di esercitazione o laboratorio sono discordanti per i questionari compilati in lingua italiana (versosimilmente, ma non necessariamente, compilati da studenti italiani) e in lingua inglese. Per un esame più articolato delle criticità e per l'indicazione degli interventi correttivi si rinvia alla sezione 2-b del Rapporto di Riesame Ciclico 2017. http://www.unicas.it/didattica/valutazione/archivio/aa-20152016/global-economy-and-business-economia-e-strategie-dimpresa-per-il-mercato-globale-lm-56-(2-anni).aspx

Struttura organizzativa e responsabilità a livello di Ateneo

Per la struttura organizzativa e articolazioni interne dell'Ateneo si rimanda al documento pdf scaricabile al link sottostante.
Per quanto riguarda la conduzione del Corso di Studio gli uffici preposti sono strutturati come segue:
- Coordinatore del Corso di Studio: il Coordinatore del Corso di Studio è eletto tra i professori afferenti al Dipartimento di Economia e Giurisprudenza responsabili di attività formative del Corso di Laurea. Partecipano all'elezione del Coordinatore i professori ed i ricercatori in ruolo nel Dipartimento, che siano responsabili di attività formative del Corso di Laurea. Le elezioni del Coordinatore sono indette dal Direttore del Dipartimento, con proprio decreto, nel quale, in conformità delle regole contenute nel
Regolamento del Dipartimento di Economia e Giurisprudenza, sono indicati il termine e le modalità di presentazione delle candidature. Il Coordinatore dura in carica tre anni ed è rieleggibile una sola volta.
Il Coordinatore ha facoltà di designare tra i professori di ruolo del Dipartimento ed i ricercatori, che siano responsabili di attività formative del Corso di Laurea, un Coordinatore vicario, che lo sostituisce nelle sue funzioni nei casi di impedimento o di assenza.
- Commissione per la didattica: La Commissione per la didattica, cui sono attribuite le funzioni di cui all'art. III.2, comma 26, dello Statuto ed ogni altra assegnatale dai regolamenti di Ateneo è istituita dal Dipartimento, ai sensi dell'art. III.2, comma 24, dello Statuto dell'Università di Cassino e del Lazio Meridionale.
La commissione è composta dal Coordinatore, un numero di docenti di ruolo del Dipartimento, responsabili di attività formative del Corso di Laurea. Essa:
1. esprime al Dipartimento il proprio parere in materia di ordinamento didattico, di offerta formativa, di manifesto degli studi e di copertura delle attività formative per quanto di sua competenza;
2. propone al Dipartimento l'attivazione di programmi integrati di studio anche al fine del rilascio di titoli doppi, multipli o congiunti, di iniziative di cooperazione interuniversitaria, di attivazione di insegnamenti svolti in lingua diversa dall'italiano;
3. definisce le modalità di funzionamento del corso, provvedendo anche alla suddivisione dei corsi di lezione in semestri e alla determinazione degli orari dei corsi ai sensi dell'art. 11 del presente Regolamento e degli appelli di esame, al fine di garantire un'organizzazione equilibrata ed efficiente degli impegni didattici degli studenti;
4. coordina i contenuti delle attività formative e sovrintende al loro svolgimento nel rispetto della libertà di insegnamento di cui all'art. 33 della Costituzione;
5. organizza i servizi di orientamento e tutorato;
6. delibera in materia di gestione delle carriere degli studenti;
7. propone alle strutture di riferimento l'impiego dei contributi studenteschi e di altri eventuali fondi disponibili per la formazione;
8. formula al Dipartimento proposte sulle esigenze didattiche necessarie alla programmazione del personale docente;
9. valuta la congruenza tra numero di CFU assegnati alle attività formative dall'ordinamento didattico ed i programmi di studio e di esame indicati dai docenti e può formulare proposte di modifica dei programmi non congrui ai titolari delle attività formative.
10. assume le iniziative atte a migliorare l'organizzazione della didattica;
11. svolge ogni altra funzione ad essa attribuita dai regolamenti di Ateneo.

Organizzazione e responsabilità della AQ a livello del Corso di Studio

Il principale organo preposto alla programmazione e alla gestione delle attività di assicurazione della qualità al livello del corso di studi è il gruppo AQ. Come indicato nel file allegato al Quadro D1, il gruppo AQ è così composto:

SANFILIPPO Eleonora (Coordinatrice e Docente Responsabile)
CUFFARO Nadia (Docente)
FRAGNOLI Monica (Responsabile amministrativo)
DE MASI Fienga (rappresentante degli studenti)

Il gruppo AQ:
- verifica il corretto svolgimento delle attività previste nonché il perseguimento degli obiettivi fissati dal CdS per la formazione;
- risponde ad eventuali richieste di chiarimento da parte della Commissione Paritetica docenti/studenti e del Presidio della Qualità;
- dialoga con il Coordinatore del Corso di Studio, per l'individuazione delle azioni di miglioramento;
- dialoga con il membro esterno del Gruppo di Riesame, soprattutto al fine di monitorare l'efficacia dell'offerta formativa per gli sbocchi occupazionali dei laureati;
- contribuisce alla stesura del Rapporto di Riesame, annuale e ciclico.

Il gruppo AQ è convocato dal Docente Responsabile e si riunisce di norma tre volte all'anno per monitorare l'emergere di eventuali criticità e lo stato di avanzamento delle misure correttive proposte. In occasione delle riunioni della commissione didattica, il Docente responsabile del gruppo AQ prende nota di eventuali segnalazioni di nuove criticità e illustra gli interventi correttivi messi in atto, di concerto con il Coordinatore, sulle criticità segnalate in precedenza.

Opinioni dei laureati

L'efficacia del corso di studio viene valutata monitorando la condizione occupazionale e formativa dei propri laureati tramite l'indagine nazionale AlmaLaurea che evidenziano un elevato livello di gradimento del corso con il 100% dei laureati intercettati nell'ultima indagine che si dichiara complessivamente soddisfatto del corso di laurea, e il 61% decisamente soddisfatto. L’88,5% degli studenti si iscriverebbe nuovamente allo stesso CdS. (vedi link esterno) http://www.unicas.it/didattica/valutazione/archivio/aa-20152016/global-economy-and-business-economia-e-strategie-dimpresa-per-il-mercato-globale-lm-56-(2-anni).aspx

Opinioni enti e imprese con accordi di stage / tirocinio curriculare o extra-curriculare

Finora, la valutazione dei nostri studenti è avvenuta tramite contatti sporadici tra i tutor accademici e i tutor aziendali, come nel caso della Ideal Properties che ha offerto a tre nostri studenti, tutti apprezzati, un'esperienza lavorativa a New York che i tirocinanti hanno giudicato particolarmente stimolante. Il Coordinatore sta cercando, con la collaborazione del Centro Rapporti Internazionali dell’Ateneo, di entrare in possesso e analizzare i questionari che gli studenti devono compilare al termine dell’esperienza Erasmus Placement.
Un questionario da somministrare sia alle imprese ospitanti sia ai tirocinanti è stato appena definito, in linea con quello che i numerosi studenti del CdS che usufruiscono della mobilità Erasmus sono tenuti a compilare al termine della loro esperienza di traineeship (10 le domande presentate dagli studenti del CdS nel 2017). I dati raccolti attraverso i due questionari saranno regolarmente raccolti ed elaborati a partire dal 1° ottobre 2017.

Programmazione dei lavori e scadenze di attuazione delle iniziative

La Commissione per la Didattica dei Corsi di Studio in Global Economy and Business è il principale organo preposto alla pianificazione e alla gestione delle attività e delle iniziative necessarie per il suo corretto funzionamento. La Commissione si riunisce con cadenza di norma mensile. 

La preparazione delle riunioni segue solitamente la seguente procedura. Il Coordinatore, sentite le disponibilità dei membri della Commissione, convoca la riunione trasmettendo l'OdG ed il luogo. Nei giorni antecedenti alla riunione, il management della didattica contatta le segreterie e consulta il sistema informatico di gestione delle carriere (GOMP) per raccogliere la documentazione relativa ai Piani delle Attività Formative (PAF) e, in collaborazione con il Coordinatore, inizia il processo di elaborazione, eventualmente convocando gli studenti nel caso di PAF che presentino delle non conformità. Durante la riunione della Commissione, le varie pratiche vengono analizzate collegialmente ed eventualmente approvate direttamente nel sistema informatico GOMP, per essere quindi trasmesse alle Segreterie Didattiche ed alla Segreteria di Dipartimento. 

In alcuni casi la Commissione Didattica si riunisce in composizione allargata, estendendo la convocazione a tutti i docenti titolari di un carico didattico all'interno dei Corsi di Studio gestiti dalla Commissione (ad esempio, in occasione dell'approvazione del Rapporto di Riesame, dell'approvazione dei Manifesti etc). In questi casi, il Coordinatore provvede ad inviare la convocazione a tutti i docenti titolari di un carico didattico all'interno del Corsi di Studio gestito dalla Commissione. 

Nel caso in cui ci siano all'OdG dei punti per i quali la Commissione Didattica svolge un compito istruttorio per il Consiglio di Dipartimento, la riunione della Commissione viene programmata almeno 3 giorni prima della riunione del Consiglio di Dipartimento.  

Alcune attività sono delegate a componenti della Commissione oppure a colleghi aventi il carico didattico all'interno dei corsi coordinati dalla Commissione. Fra queste attività rientrano la gestione delle pratiche studenti, il tutorato in itinere, la gestione del sito web, l'orientamento in uscita e l'esame delle relazioni di tirocinio. I colleghi delegati coadiuvano il Coordinatore nell'assistenza diretta degli studenti per le attività di competenza e nell'istruzione delle pratiche che vanno sottoposte all'analisi ed alla valutazione collegiale della Commissione.

Le scadenze da considerare nella gestione del Corso di Studio sono tipicamente le seguenti:

- luglio-settembre: pianificazione e organizzazione attività didattiche primo semestre;
- settembre: attività di orientamento in ingresso, in particolare per studenti non italiani;
- ottobre: rilevazione della valutazione degli studenti e dei docenti;
- novembre-aprile: attività di tutoraggio;
- gennaio-marzo: definizione dei manifesti;
- dicembre-febbraio: pianificazione e organizzazione attività didattiche secondo semestre;
- febbraio-maggio e settembre: redazione della Scheda Unica Annuale per i Corsi di Studio;
- giugno-luglio: stesura dei rapporti di riesame.

Riesame annuale

Il rapporto di riesame viene predisposto dal Gruppo di Riesame, come dettagliato nei
quadri precedenti. Le modalità e i tempi della stesura dei rapporti di riesame annuale e ciclico sono definiti annualmente nelle apposite linee guida del Presidio di Qualità.

Il Corso di Studio in breve

Il Corso di Laurea Magistrale in Global Economy and Business è stato attivato nell'a.a. 2008-2009 con l'obiettivo di offrire un programma di studi biennale interamente in lingua inglese con una struttura tipica e ormai consolidata dei Master in Economics and Business offerti a livello internazionale.
Il primo anno del corso mira ad offrire una solida preparazione nelle discipline economiche, aziendali e quantitative, nonché i più avanzati strumenti dell diritto commerciale internazionale. Nel corso del secondo anno, oltre ad approfondire la dimensione internazionale dei processi economici, gli studenti possono costruire un percorso adatto alle proprie caratteristiche e aspirazioni. Un'esperienza di tirocinio in un contesto rivolto all'internazionalizzazione e la stesura della tesi finale completano il programma. Una caratteristica fondamentale del Corso è il contesto multiculturale che si è venuto a creare, con studenti provenienti da diversi Paesi del mondo tra i quali Ghana, Brasile, India, Bangladesh, Pakistan, Russia, Vietnam, Etiopia, Nigeria, Iran. Le avanzate competenze nelle materie economiche, aziendali, giuridiche e quantitative, unite all'elevata padronanza della lingua inglese, consentiranno ai laureati in Global Economy and Business di svolgere un ruolo importante in aziende, enti e organizzazioni nelle quali la dimensione internazionale dei processi decisionali è determinante.

Relazione Nucleo di Valutazione per accreditamento

E' un corso di nuova istituzione e se ne propone l'attivazione nell'a.a. 2008/2009. I motivi della sua istituzione e dell'istituzione di due corsi di laurea nella classe LM-56 sono descritti esaurientemente. Il Nucleo valuta positivamente il contributo all'internazionalizzazione apportato dalla proposta di istituzione di un corso di studio le cui attività didattiche saranno svolte esclusivamente in lingua inglese. Il Nucleo, inoltre, suggerisce che la decisione della sua attivazione sia assunta dopo un'attenta valutazione dell'esistenza delle condizioni che diano luogo a un adeguato numero di immatricolazioni, anche di studenti non italiani, in presenza della trasformazione di un preesistente corso di studio nella stessa classe.

Modalità di svolgimento della prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo di studio consiste nella discussione di una tesi relativa ad almeno una delle attività formative incluse nell'ordinamento didattico del corso di studio. La tesi consisterà in una dissertazione scritta in lingua inglese idonea a dimostrare l'acquisizione di conoscenze e competenze specialistiche, oltre che la capacità di elaborazione autonoma e critica dello studente. Il lavoro considerato necessario alla conclusione dell'elaborato è equivalente a 20 CFU nel corso del 2° anno.
L'argomento dell'elaborato è concordato tra lo studente ed un relatore (strutturato o a contratto) responsabile di una delle attività formative inserite nel PAF dello studente. L'argomento della tesi oggetto della prova finale dovrà essere concordato nel corso del secondo anno di studio e lo studente dovrà presentare tramite i servizi on line di Ateneo per la gestione della didattica la richiesta di assegnazione della tesi debitamente accettata dal relatore almeno 6 mesi prima della data prevista per la discussione della tesi. La tesi può essere svolta in cotutela presso un ateneo con il quale esiste un accordo di collaborazione.
La prova di verifica finale per il conseguimento del titolo di studio consiste nella discussione della tesi davanti ad un'apposita Commissione, di cui fanno parte i docenti relatori e correlatori assegnati ai candidati, nominata dal Direttore di Dipartimento, che designa altresì il Presidente di Commissione.
La Commissione, composta da almeno 5 componenti, esprime la propria votazione in centodecimi e, all'unanimità, può attribuire al candidato la lode, tenuto conto dell'intera carriera dello studente all'interno del corso di laurea, dei tempi di acquisizione dei crediti formativi universitari, nonché della qualità della tesi e della sua presentazione-discussione in sede di verifica finale.
Determinano la qualità della tesi i suoi contenuti formali (bibliografia, sintassi, ortografia, chiarezza, leggibilità e organicità) e sostanziali (grado di approfondimento, conoscenze di base, strumenti metodologici, esperienze ed applicazioni, utilizzo di letteratura specialistica). Determinano, invece, la qualità della presentazione-discussione della tesi, in sede di verifica finale, la chiarezza e l'efficacia espositiva, la capacità di sintesi, la prontezza di risposta e l'utilizzo di linguaggio corretto ed appropriato. Per ottenere la votazione in centodecimi, alla media ponderata dei voti conseguiti nelle attività formative curricolari convertita su base 110 si aggiunge il punteggio attribuito dalla Commissione di laurea così calcolato:
• qualità della tesi: fino a 4 punti;
• presentazione/discussione: fino a 2 punti;
• tempo impiegato per il conseguimento della LM: 2 punti conseguimento in 2 anni;
• Internazionalizzazione: 2 punti se il candidato ha svolto attività formative all'estero nell'ambito di accordi internazionali di Dipartimento e/o di Ateneo.
La richiesta di lode può essere presentata dal docente relatore solo per punteggi uguali/superiori a 100.

Consultazione con le organizzazioni rappresentative - a livello nazionale e internazionale - della produzione di beni e servizi, delle professioni (Consultazioni successive)

Il coordinatore del corso di Studio in Global Economy and Business, d'intesa con i coordinatori dei Corsi di Sudio in Economia Aziendale, Economia e Commercio, Economia e Diritto d'Impresa, Economics and Entrepreneurship, e in Management, ha individuato, quali organizzazioni rappresentative e portatrici di interessi, i seguenti soggetti:
- ASPIIN (Agenzia Speciale Internazionalizzazione e Innovazione della Camera di Commercio di Frosinone);
- Istituti bancari (Banca Popolare del Cassinate; Banca Popolare del Frusinate);
- Camera di Commercio di Frosinone;
- Confimprese Italia;
- CGIL, CISL e UIL Lazio;
- FEDERLAZIO;
- Ordine dei dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Cassino;
- Ordine dei dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Frosinone;
- Ordine dei Consulenti del Lavoro di Cassino
- Ordine dei Consulenti del Lavoro di Frosinone
- Struttura di Supporto Tecnica-Europa della Regione Lazio;
- Unindustria Frosinone;
- Unindustria Giovani imprenditori Frosinone;
- UNCI Lazio (Unione Nazionale Cooperative – Lazio).
Le suddette organizzazioni, il cui grado di rappresentatività è da considerarsi per lo più a carattere regionale, sono state recentemente invitate a consultazione tramite incontro diretto; all'incontro, avvenuto il giorno 9 marzo 2016 presso la sede del Campus Folcara, hanno partecipato: il Presidente di ASPIIN, il Presidente della Banca Popolare del Cassinate; il segretario CISL FR, il Vice Presidente Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Cassino e il Vice Presidente Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Frosinone, il Vice Direttore di Struttura di Supporto Tecnica-Europa Lazio, il Presidente Unindustria Giovani Imprenditori Frosinone (il verbale dell'incontro di consultazione è consultabile sul sito di ciascun Corso di Studio).
I coordinatori hanno sottolineato la necessità che si attivi un tavolo di confronto continuativo e costruttivo tra le organizzazioni rappresentative della produzione di beni e servizi e l'Università al fine di poter adattare l'offerta formativa, soprattutto in fase di elaborazione della tesi finale, alle richieste professionali delle aziende sia in ambito regionale che in ambito internazionale; e ciò soprattutto in considerazione dell'aumento della presenza di studenti stranieri nei due corsi di laurea magistrale impartiti in lingua inglese.
Tutti i rappresentanti delle organizzazioni presenti hanno apprezzato la struttura dell'offerta formativa di area economica del Dipartimento di Economia e Giurisprudenza evidenziando, d'altra parte, come le tipologie delle figure professionali richieste dal mercato siano in continua evoluzione. Ad esempio, i rappresentanti degli Ordini dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili sia di Cassino che di Frosinone hanno ricordato come la dimensione europea della professione sia sempre più importante. Analogamente, il Rappresentante di ASPIIN ha denunciato una generale scarsa conoscenza della lingua inglese da parte degli studenti italiani ed accolto con grande interesse l'offerta formativa in lingua inglese ed in generale le esperienze di studio e di tirocinio all'estero.
Il Rappresentante di Struttura di Supporto Tecnica-Europa della Regione Lazio e il Rappresentante di Unindustria Giovani Imprenditori di Frosinone hanno sottolineano l'importanza dei tavoli con le parti sociali ed auspicato la realizzazione di spin-off con l'Università e il coinvolgimento degli studenti nelle tematiche di Start-up.
Conclusa la fase di consultazione, il Coordinatore ha intrattenuto rapporti diretti e frequenti in particolare con ASPIIN e Regione Lazio. Per ASPIIN, l'interlocutore di riferimento è stato Norberto Ambrosetti con cui il Coordinatore sta cercando di individuare un programma di tirocini mirato per le diverse nazionalità degli studenti del CdS. Per la Regione Lazio, l'interlocutore di riferimento è Emiliano Manari dell'Ufficio di Presidenza con cui il Coordinatore sta lavorando per la creazione di un tavolo con le principali aziende del Lazio interessate a progetti di internazionalizzazione nei quali coinvolgere gli studenti del CdS.

Modalità di ammissione

L'immatricolazione al corso di laurea magistrale in Global Economy and Business è subordinata al possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. L'immatricolazione è altresì subordinata alla verifica (i) del possesso dei requisiti curriculari e (ii) dell'adeguatezza della personale preparazione.

i. Il possesso dei requisiti curriculari si ritiene verificato:

Per gli studenti di formazione italiana che abbiano conseguito uno dei seguenti titoli di studio:

Laurea appartenente alla classe L-33 (Scienze economiche) D.M. 22 ottobre 2004, n. 270
Laurea appartenente alla classe L-18 (Scienze dell'economia e della gestione aziendale)
Laurea appartenente alla classe 28 (Scienze economiche) D.M. 3 novembre 1999, n. 509
Laurea appartenente alla classe 17 (Scienze dell'economia e della gestione aziendale)
Diploma di laurea (DL) quadriennale (V.O.) rilasciato dai Corsi di laurea delle Facoltà di Economia Legge 19 novembre 1990 n. 341
Diploma Universitario (DU) di durata triennale(V.O.) rilasciato dai Corsi di Diploma delle Facoltà di Economia
Diploma di laurea (DL) quadriennale (V.V.O.O.) in Economia e Commercio e titoli equipollenti Ordinamento previgente alla legge 19 novembre 1990 n. 341

Per gli studenti di formazione italiana o cittadini di uno dei paesi dell'Unione Europea (EU) in possesso di una qualsiasi laurea triennale o titolo equivalente purché abbiano conseguito almeno 30 CFU in almeno tre dei settori scientifico-disciplinari indicati nella tabella seguente oppure considerati ad essi affini dalla Commissione Didattica del Corso di Studio:

Ambito disciplinare/Settore scientifico disciplinare
Giuridico
IUS/01 Diritto privato
IUS/04 Diritto commerciale
IUS/09 Diritto pubblico
Economico
SECS-P/01 Economia politica
SECS-P/02 Politica economica
SECS-P/03 Scienze delle finanze
Aziendale
SECS-P/07 Economia aziendale
SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese
SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari
Statistico- matematico
SECS-S/01 Statistica
SECS-S/06 Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie
MAT/05 Analisi matematica
MAT/09 Ricerca operativa

Per tutti gli studenti, di formazione italiana, EU o non EU che siano in possesso di una laurea triennale o titolo equivalente che dimostrino a seguito di un colloquio o attraverso prova documentale di aver comunque acquisito le competenze necessarie alla partecipazione alle attività formative previste. Per gli studenti non EU, la verifica è effettuata sulla base della documentazione comprovante il possesso dei requisiti previsti dalla nota ministeriale prot. n. 602 del 18 maggio 2011, attestati dal Diploma Supplement ove adottato o dalla Rappresentanza Diplomatica Consolare Italiana competente.

ii. L'adeguatezza della personale preparazione è accertata da una Commissione di Selezione attraverso la valutazione del curriculum presentato e di un eventuale colloquio volto ad accertare anche l'adeguata conoscenza della lingua inglese, ove non riscontrabile dalla documentazione presentata.

A tutti gli studenti immatriocolati viene somministrato un test di verifica delle competenze volto ad accertare l'eventuale necessità di attività di tutoraggio e/o recupero. Al link esterno è possibile consultare un esempio di test di verifica delle competenze.

A partire dalle procedure di ammissione per l'a.a. 2018-19 la commissione didattica ha deliberato inoltre i seguenti requisiti minimi di ammissione:

Vengono prese in considerazione solamente le candidature con titolo di studio precedente conseguito da non più di 5 anni.

A seconda del paese di provenienza del candidato vengono inoltre applicati i seguenti requisiti minimi:

Tutti i paesi europei:

Diploma triennale in “Economics or Statistics/Mathematics” con votazione media pari a C o superiore; Diploma triennale in “Commerce, Computer Science, Engineering or any of the Social Sciences subjects” con votazione media pari a B- o superiore.

Ghana
Diploma triennale in “Economics or Statistics/Mathematics” con voto medio pari o superiore al 50% (second class lower division);
Diploma triennale in “Commerce, Computer Science, Engineering or any of the Social Sciences subjects” con voto medio pari o superiore al 60% (second class upper division).

India
Diploma triennale in “Economics or Statistics/Mathematics” con voto aggregato pari o superiore al 60%;
Diploma triennale in “Commerce, Computer Science, Engineering or any of the Social Sciences subjects” con voto aggregato pari o superiore al 70%.

Russia
Diploma triennale in “Economics or Statistics/Mathematics” con voto medio pari o superiore a 4-;
Diploma triennale in “Commerce, Computer Science, Engineering or any of the Social Sciences subjects” con voto medio pari o superiore a 4.

Viet Nam
Diploma triennale in “Economics or Statistics/Mathematics” con voto medio in materie professionalizzanti pari o superiore a pari o superiore a 7.5;
Diploma triennale in “Commerce, Computer Science, Engineering or any of the Social Sciences subjects” voto medio in materie professionalizzanti pari o superiore a pari o superiore a 8.0.
http://www.unicas.it/media/2161624/All-tests.pdf
[Ultima modifica: martedì 12 settembre 2017]