Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Laboratorio di tecnologie e sistemi di lavorazione - LATESLA

SISTEMA DI RICERCA DI ATENEO
Laboratorio afferente al Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica 
Responsabile Scientifico: prof. Polini Wilma

Il Laboratorio di Tecnologia e Sistemi di Lavorazione dell’Università degli Studi di Cassino è luogo di programmi di ricerca e sviluppo e di assistenza alle aziende nonché punto di incontro tra domanda e offerta di innovazione per il settore. La struttura sviluppa attività di ricerca, formazione e trasferimento tecnologico nel settore delle tecnologie di lavorazione dei materiali metallici e non metallici, del tolerancing e delle misure meccaniche.

Il Laboratorio svolge attività di pianificazione e sviluppo di tecnologie di lavorazione di materiali metallici e non metallici, studia metodi per prevedere i problemi connessi all’assemblabilità delle parti prodotte e sviluppa procedure per controllare le proprietà micro e macro geometriche di pezzi meccanici con lo scopo di ridurre i tempi ed i costi connessi alla immissione nel mercato di nuovi prodotti, aumentandone nello stesso tempo la qualità.

Le principali tecnologie di lavorazione dei materiali metallici studiate sono le tecnologie non convenzionali di deformazione plastica delle lamiere e dei tubi (quali la piegatura, la formatura superplastica, la formatura incrementale) e le tecnologie convenzionali di deformazione plastica dei metalli (quali la curvatura di tubi, l’estrusione a freddo, la formatura a caldo). Viene, inoltre, studiata la formabilità delle lamiere e l’ottimizzazione dei processi tramite simulazione FEM.

Le tecnologie di lavorazione dei materiali non metallici studiate sono relative ai compositi ed alle pietre ornamentali. Per quanto concerne i compositi vengono studiate la tecnologia del filament winding robotizzato, quella del tape placement e quella dell’RTM light. Per quanto concerne le pietre ornamentali vengono studiati i processi di lavorazione mediante utensili diamantati, tecnologia AWJ, tecnologia laser.

Lo studio dell’assemblabilità delle parti viene condotto attraverso lo sviluppo di metodi per assegnare le tolleranze geometriche ai componenti di un assieme, per verificare le catene di tolleranze ai fini dell’assemblabilità, per ispezione le tolleranze geometriche progettate.

Nell’ambito delle misure meccaniche vengono pianificati cicli di ispezione macro-geometrica con macchine di misura a coordinate e vengono sviluppate procedure di controllo micro-geometrico attraverso tecniche con e senza contatto.

In evidenza