Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Cosa sono i Crediti formativi universitari - CFU

Il CFU, ovvero il Credito Formativo Universitario introdotto con il DM 509/1999, è uno strumento per misurare la quantità di lavoro prodotta da uno studente durante le attività formative previste dal suo corso di studio.

Convenzionalmente 1 CFU e pari a 25 ore di lavoro (indipendentemente se questo sia svolto come studio personale o come frequenza a laboratori o lezioni). Per ogni anno accademico, ad uno studente impegnato a tempo pieno nello studio e richiesta una quantità media di lavoro fissata in 60 crediti, ossia 1500 ore.

I crediti sono trasferibili attraverso il sistema "ECTS" (European Credit Transfer System) e permettono una semplificazione del riconoscimento di esami sostenuti in altre università italiane o europee (ad esempio nell'ambito del Programma Erasmus).

Normativa di Riferimento: Decreto 22 ottobre 2004, n.270, art. 5

Per le istituzioni AFAM lo strumento di misura dell'impegno per l'apprendimento è invece denominato CFA - Credito Formativo Accademico.
1 CFA corrisponde a 25 ore di impegno per studente e la quantità media di impegno di apprendimento, svolto in un anno da uno studente a tempo pieno, è convenzionalmente fissata in 60 crediti.

Normativa di Riferimento: DPR 8 luglio 2005, n.212, art 6

[Ultima modifica: mercoledì 30 novembre 2016]