Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scheda Insegnamento

TECNOLOGIE SPECIALI E SICUREZZA (codice 32435)

Curriculum: Progettazione meccanica del corso di Ingegneria Meccanica
Programmazione per l'A.A.: 2020/2021

Appelli d'esame: Calendario - Prenotazioni
Orari del corso di Ingegneria Meccanica: apri


32436 - Modulo di TECNOLOGIE SPECIALI E SICUREZZA (ING-IND/17)

Crediti Formativi Universitari (CFU): 3,00
Settore Scientifico Disciplinare (SSD): ING-IND/17
Ambito disciplinare: Ingegneria meccanica
Attività: Attività formative caratterizzanti (B)
Ore aula: 14
Ore laboratorio:5
Ore esercitazioni: 5
Canale unico
  • Docente: DE FELICE FABIO Scheda informativa del docente DE FELICE

Obiettivi:
Il corso intende fornire i principi generali della prevenzione nell’ambiente di lavoro, esaminandone e definendone i relativi fattori di rischio. In particolare, viene esaminato il testo unico sulla sicurezza (D.Lgs 81/2008), soprattutto per quanto riguarda i diritti ed i doveri dei datori di lavoro e dei lavoratori.

Risultati di apprendimento (declinati rispetto ai descrittori di Dublino).
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Conoscenze approfondite sui rischi industriali Conoscenza del sistema istituzionale della prevenzione
Conoscenza dei criteri generali di valutazione dei rischi
Conoscenze delle disposizioni legislative in materia di sicurezza sul lavoro
Conoscenza di tecniche e strumenti per l’analisi dei rischi

Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
Capacità di integrare le conoscenze in ambito di sicurezza sul lavoro
Capacità di utilizzare tools e software gestionali
Capacità di applicare e metodi e criteri di gestione e valutazione dei rischi

Autonomia di giudizio (making judgements)
Capacità di identificare possibili e potenziali connessioni tra i vari aspetti di un argomento e/o di un problema
Capacità di elaborare criticamente dati e risultati
Capacità di problem solving e di decision making

Abilità comunicative (communication skills)
Capacità di interazione e cooperazione nei gruppi di lavoro
Capacità di lavorare in gruppo
Capacità di relazionare su un progetto ed esporre i risultati
Capacità di comunicare efficacemente in forma orale

Capacità di apprendere (learning skills)
Abilità di ricerca degli strumenti e delle opportunità di accesso alle conoscenze
Capacità di elaborare, schematizzare, riassumere i contenuti acquisiti

Programma:
1. Fondamenti teorici e legislativi della sicurezza degli impianti industriali: L’approccio alla prevenzione attraverso il D.Lgs. 81/2008. Le basi legislative e normative: Il sistema legislativo: esame ed evoluzione delle normative di riferimento (Fonti giuridiche, Direttive Europee, ecc.). L’organigramma della sicurezza: I soggetti del Sistema di Prevenzione aziendale: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali. Il sistema pubblico della prevenzione: vigilanza, controllo, sanzioni, ecc. 2. La gestione dell'emergenza e il pronto soccorso: Analisi degli infortuni e analisi delle malattie professionali: Le fonti statistiche: strumenti e materiale informativo disponibile. La sorveglianza sanitaria, del pronto soccorso e la gestione delle emergenze. Le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio. Dispositivi di protezione individuali e segnaletica di sicurezza. 3. L’analisi del rischio: Metodologie per la valutazione dei rischi. Le principali tipologie di rischio. Studio dell'affidabilità di un sistema complesso: Ciclo di vita del prodotto. Rateo di guasto. Analisi RAMS e FMECA. Studio dell'affidabilità umana: Human Reliability Analysis. 4. Progettazione in sicurezza e progettazione della sicurezza: Criteri e strumenti per la individuazione dei rischi (Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione, dati statistici). Curva efficacia-costi della sicurezza I costi della sicurezza. 5. Rischi Specifici: Ambiente e luoghi di lavoro. Rischi infortunistici. Rischi di natura ergonomica. Agenti fisici. Rischio incendio. 6. Il Documento di valutazione dei rischi, il DUVRI e le procedure standardizzate: Contenuti struttura ed organizzazione del documento di valutazione dei rischi. Il contesto di applicazione delle procedure standardizzate. La valutazione dei rischi da interferenze e la gestione di contratti di appalto o d'opera o di somministrazione.

Testi:
Il Testo Unico per la sicurezza. D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 e successive modifiche ed integrazioni. DEI Editore.
Petrillo, A., De Felice, F., Petrillo, L., 2019. La gestione strategica della sicurezza. Aracne Editrice.

32437 - Modulo di TECNOLOGIE SPECIALI E SICUREZZA (ING-IND/16)

Crediti Formativi Universitari (CFU): 6,00
Settore Scientifico Disciplinare (SSD): ING-IND/16
Ambito disciplinare: Ingegneria meccanica
Attività: Attività formative caratterizzanti (B)
Ore aula: 28
Ore laboratorio:10
Ore esercitazioni: 10
Canale unico
  • Docente: SORRENTINO LUCA Scheda informativa del docente SORRENTINO
  • Docente: TURCHETTA SANDRO Scheda informativa del docente TURCHETTA

Obiettivi:
Il modulo ha l’obiettivo di fornire le competenze sulle tecnologie di lavorazione più innovative e gli strumenti ingegneristici necessari alla progettazione dei processi di produzione con le tali tecnologie; tutte le tematiche saranno affrontate tenendo conto degli aspetti fondamentali della sicurezza in azienda: quello della security e quello della safety. Saranno analizzate problematiche legate ai principali rischi aziendali di un impianto industriale con particolare riferimento a tecniche e metodologie di semplice applicabilità.

Programma:
Materiali Compositi: introduzione e classificazione dei MC, comportamento meccanico dei MC (modelli micromeccanici per compositi a fibre continue, cenni sulla teoria della laminazione, progettazione sequenza di laminazione).
Processi di produzione dei materiali compositi: definizione schemi tecnologici, progettazione e modellazione dei processi di formatura/polimerizzazione. Processi a stampo aperto ed a stampo chiuso; processi di produzione robotizzati (Filament Winding, Tape Placement, ecc.). Qualificazione dei prodotti: controlli non distruttivi e prove di caratterizzazione meccanica.
Lavorazioni mediante LASER: principi della lavorazione, interazione materiale/fascio laser, parametri di processo, caratteristiche del solco di taglio, qualità del prodotto; i sistemi di lavorazione basati sul LASER.
Lavorazioni mediante WJ e AWJ: principi della lavorazione; interazione materiale/getto d’acqua, parametri di processo, caratteristiche del solco di taglio, qualità del prodotto; i sistemi di lavorazione basati sul getto d’acqua.
Lavorazione per asportazione di truciolo di "Hard Cutting Materials": materiali compositi, ceramici, titanio e pietre naturali.

Approccio dell’ingegneria alla sicurezza: definizioni; la prevenzione degli infortuni; determinazione ed identificazione dei fattori di rischio; i soggetti della prevenzione; obblighi responsabilità, sanzioni.
Analisi dei rischi: gli eventi di rischio negli impianti industriali; metodologie e criteri per l’analisi e la valutazione dei rischi. Il documento di valutazione dei rischi: linee guida per la redazione.
I costi della sicurezza: classificazione dei costi della sicurezza; criteri di gestione dei costi della sicurezza
I sistemi di gestione della sicurezza e l’orientamento legislativo italiano: la norma OHSAS 18001 - Occupational Health and Safety Assessment Series.

Testi:
1) MATERIALI COMPOSITI
- Crivelli Visconti, Caprino e Langella, “Materiali compositi”, Ed Hoepli, 2009.

2) HARD CUTTING MATERIALS
- S. Jahanmir, M. Ramulu, P. Koshy, Machining of ceramics and composites, Ed.Marcel Dekker, 1999
- Dispense

3) LASER
- Giusti, Santochi; “Tecnologia Meccanica e Studi di fabbricazione”, Ed. Ambrosiana, Milano, 2000

4) WJ-AWJ
- Dispense

5) Guida Pratica Sicurezza del Lavoro 2011. Ed. Il Sole 24 ORE

6) Calabrese Antonio; Cagno Enrico; Trucco Paolo. Costi e pianificazione della sicurezza. Ed. IL SOLE 24 ORE PIROLA

7)Dispense del corso