Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scheda Docente

D'ELIA COSTANZA - Professore Associato

English version

Afferente a: Dipartimento: Lettere e filosofia

Settore Scientifico Disciplinare: M-STO/04

Orari di ricevimento: Ricevimento il lunedì h 12-13 o dietro appuntamento.

Recapiti:
E-Mail: costanza.delia@unicas.it
E-Mail: costanza.delia@hotmail.it

  • Insegnamento STORIA CONTEMPORANEA (40461)

    Primo anno di Servizio sociale (L-39), Curriculum unico
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 6,00

    Programma:
    Il corso si propone di stimolare le capacità critiche ed interpretative in relazione allo studio di eventi, strutture e personaggi caratterizzanti l’arco cronologico compreso tra XIX e il XX secolo. Il percorso di studio mira a potenziare le capacità di analisi dei fatti storici nell’ottica di un’efficace comprensione delle vicende socio-economiche, culturali e politico-istituzionali sul piano nazionale ed internazionale, conferendo inoltre una particolare attenzione allo sviluppo dell’intervento statale in campo sociale e del Secondo dopoguerra italiano.
    Al fine di fornire le coordinate generali per la conoscenza dei fenomeni storici, il modulo si sofferma sugli eventi principali che contraddistinguono l’età contemporanea:
    - Congresso di Vienna, restaurazione e moti;
    - Imperialismo e democratizzazione;
    - Unità d’Italia;
    - Nuovo secolo: età giolittiana; I Guerra Mondiale; rivoluzione russa;
    - Fascismo e totalitarismi;
    - II guerra mondiale;
    - Secondo dopoguerra in Italia
    - Guerra fredda;
    - Epoca della globalizzazione.

    Testi:
    Un manuale di Storia contemporanea di livello universitario a scelta dello studente; M. Bloch, La guerra e le false notizie. Ricordi (1914-1915) e riflessioni (1921), Roma, Fazi editore, 2014; G. Iglieri, Storia del Movimento Comunità, Edizioni di Comunità, Roma-Ivrea, 2019.

    Valutazione:
    La prova di valutazione sarà orale ed avrà l’intento di verificare il livello di conoscenza dello studente, nonché la sua capacità di lettura e interconnessione degli eventi storici oggetto del corso di studio. Elemento aggiuntivo di valutazione sarà conferito alla corretta capacità di espressione dei concetti. La prova, valutata in trentesimi, avrà la durata di circa 30 minuti e prevederà almeno tre quesiti. Tale impostazione consente allo studente di esprimere in maniera ampia la conoscenza della materia, garantendo così più idonea ed obiettiva valutazione. Qualora se ne ravvisasse la necessità, le prove verranno calendarizzate in giornate successive, seguendo l’ordine di prenotazione

  • Insegnamento STORIA CONTEMPORANEA I (40784)

    Primo anno di Lettere (L-10), Comunicazione
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 12,00

    Programma:

    Dopo una ampia premessa di carattere metodologico (dedicata alla specificità epistemologica dell'indagine storica, alla categoria di 'contemporaneo', al problema della periodizzazione), si delineeranno le principali dinamiche della storia otto-novecentesca, con particolare attenzione alla casistica europea. Si prenderà poi in esame il tema dell’”orizzonte di aspettativa” e del rapporto fra formazione intellettuale e militanza attraverso l’analisi di biografie rappresentative e profili generazionali fra Otto e Novecento. L’attenzione al rapporto fra dinamiche di diversa durata e all’interazione fra differenti variabili (di ordine socio-economico, politico, culturale) costituirà un’occasione per sondare le potenzialità di un approccio interdisciplinare.

    Testi:

    Testi di riferimento: G. Sabbatucci, V. Vidotto, Il mondo contemporaneo, Roma – Bari, Laterza, 2019; R. Koselleck, ‘Spazio di esperienza’ e ‘orizzonte di aspettativa’: due categorie storiche, in Idem Futuro passato. Per una semantica dei tempi storici, Bologna, Clueb, 2007; P. Macry, Storie di fuoco, Bologna, Il Mulino, 2021.

    Valutazione:
    esame orale

  • Insegnamento STORIA CONTEMPORANEA I (40784)

    Primo anno di Lettere (L-10), Storico - Artistico
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 12,00

    Programma:

    Dopo una ampia premessa di carattere metodologico (dedicata alla specificità epistemologica dell'indagine storica, alla categoria di 'contemporaneo', al problema della periodizzazione), si delineeranno le principali dinamiche della storia otto-novecentesca, con particolare attenzione alla casistica europea. Si prenderà poi in esame il tema dell’”orizzonte di aspettativa” e del rapporto fra formazione intellettuale e militanza attraverso l’analisi di biografie rappresentative e profili generazionali fra Otto e Novecento. L’attenzione al rapporto fra dinamiche di diversa durata e all’interazione fra differenti variabili (di ordine socio-economico, politico, culturale) costituirà un’occasione per sondare le potenzialità di un approccio interdisciplinare.

    Testi:

    Testi di riferimento: G. Sabbatucci, V. Vidotto, Il mondo contemporaneo, Roma – Bari, Laterza, 2019; R. Koselleck, ‘Spazio di esperienza’ e ‘orizzonte di aspettativa’: due categorie storiche, in Idem Futuro passato. Per una semantica dei tempi storici, Bologna, Clueb, 2007; P. Macry, Storie di fuoco, Bologna, Il Mulino, 2021.

    Valutazione:
    esame orale

  • Insegnamento Storia visuale dell'età moderna e contemporanea (93393)

    Primo anno di Lettere (LM-14), Moderno e contemporaneo
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 6,00
  • Insegnamento STORIA CONTEMPORANEA I (40784)

    Secondo anno di Lettere (L-10), Moderno
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 12,00

    Programma:

    Dopo una ampia premessa di carattere metodologico (dedicata alla specificità epistemologica dell'indagine storica, alla categoria di 'contemporaneo', al problema della periodizzazione), si delineeranno le principali dinamiche della storia otto-novecentesca, con particolare attenzione alla casistica europea. Si prenderà poi in esame il tema dell’”orizzonte di aspettativa” e del rapporto fra formazione intellettuale e militanza attraverso l’analisi di biografie rappresentative e profili generazionali fra Otto e Novecento. L’attenzione al rapporto fra dinamiche di diversa durata e all’interazione fra differenti variabili (di ordine socio-economico, politico, culturale) costituirà un’occasione per sondare le potenzialità di un approccio interdisciplinare.

    Testi:

    Testi di riferimento: G. Sabbatucci, V. Vidotto, Il mondo contemporaneo, Roma – Bari, Laterza, 2019; R. Koselleck, ‘Spazio di esperienza’ e ‘orizzonte di aspettativa’: due categorie storiche, in Idem Futuro passato. Per una semantica dei tempi storici, Bologna, Clueb, 2007; P. Macry, Storie di fuoco, Bologna, Il Mulino, 2021.

    Valutazione:
    esame orale

Prenotazione appello

E' possibile prenotarsi ad un appello d'esame, collegandosi al portale studenti.

Elenco appelli d'esame disponibili

  • Denominazione insegnamento: 40206 STORIA CONTEMPORANEA - Servizio sociale 40461 STORIA CONTEMPORANEA - Servizio sociale - (2020/2021)
    Data e ora appello: 10/12/2021, ore 10:00
    Luogo: Aula da stabilire - Campus Folcara
    Tipo prova: prova orale
    Prenotabile: dal 26/10/2020 al 07/12/2021 (prenota l'appello)
  • Denominazione insegnamento: 40784 STORIA CONTEMPORANEA I - Lettere 93393 Storia visuale dell'età moderna e contemporanea - Lettere - (2020/2021)
    Data e ora appello: 01/02/2022, ore 09:00
    Luogo: Aula da definire
    Tipo prova: prova orale
    Prenotabile: dal 01/12/2021 al 29/01/2022 (prenota l'appello)
  • Denominazione insegnamento: 40784 STORIA CONTEMPORANEA I - Lettere - (2021/2022)
    Data e ora appello: 01/02/2022, ore 09:00
    Luogo: Aula da definire
    Tipo prova: prova orale
    Prenotabile: dal 01/12/2021 al 29/01/2022 (prenota l'appello)
  • Denominazione insegnamento: 40206 STORIA CONTEMPORANEA - Servizio sociale 40461 STORIA CONTEMPORANEA - Servizio sociale - (2020/2021)
    Data e ora appello: 10/02/2022, ore 10:00
    Luogo: Aula da stabilire - Campus Folcara
    Tipo prova: prova orale
    Prenotabile: dal 26/10/2020 al 07/02/2022 (prenota l'appello)
  • Denominazione insegnamento: 40784 STORIA CONTEMPORANEA I - Lettere - (2021/2022)
    Data e ora appello: 15/02/2022, ore 09:00
    Luogo: Aula da definire
    Tipo prova: prova orale
    Prenotabile: dal 01/12/2021 al 12/02/2022 (prenota l'appello)

CURRICULUM DELL'ATTIVITA' SCIENTIFICA E DIDATTICA
di Costanza D Elia


Studi, titoli, principali incarichi


Nasce a Bruchsal (Germania) il 26 settembre 1961.
1979: consegue la maturità classica con 60/60.
1985: consegue la laurea in Lettere moderne presso l Università di Napoli con una tesi in Storia contemporanea su Proprietà contadina e intervento statale in Italia (1919-1980), relatore il prof. Pasquale Villani (110/110 e lode);
vince una borsa di studio dell'Istituto Campano per la Storia della Resistenza, di cui non usufruisce;
è ammessa a un dottorato di ricerca in Storia economica degli stati preunitari presso l'Istituto Universitario Navale di Napoli.
1986-1988: partecipa annualmente a Graduate seminars presso il Centre for Social History dell'Università di Warwick /Gran Bretagna (7-11 luglio 1986, 13-17 luglio 1987, 11-15 luglio 1988).
1988: ottiene un contratto quinquennale con qualifica di ricercatrice presso l Istituto di studi per l economia del Mezzogiorno in età moderna di Napoli, afferente al Consiglio Nazionale delle Ricerche.
1989: consegue il titolo di dottore di ricerca in Storia economica con una tesi dal titolo Lavori pubblici e bonifiche nel Mezzogiorno (1815-60). Il caso campano.
Anno accademico 1991-1992: svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia economica del turismo presso la Scuola diretta a fini speciali per operatori economici dei servizi turistici dell Istituto Universitario Navale di Napoli.
Dall'a.a. 1993-94 all'a.a. 1996-97 svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia della banca presso la Scuola di specializzazione post-laurea in conservazione e gestione della documentazione storico-aziendale dell Istituto Universitario Navale, Napoli.
1994: ottiene un rinnovo del contratto quinquennale con la qualifica di ricercatrice presso l Istituto di studi per l economia del Mezzogiorno in età moderna di Napoli, afferente al Consiglio Nazionale delle Ricerche.
1996: svolge un soggiorno di ricerca presso il Max-Planck-Institut für Geschichte di Göttingen (Germania) (giugno).
1998: è vincitrice di un concorso per ricercatore di ruolo presso l Istituto per la Storia Economica del Mezzogiorno, Napoli, afferente al Consiglio Nazionale delle Ricerche.
1999: svolge un soggiorno di ricerca presso il Max-Planck-Institut für Geschichte di Göttingen (Germania) (settembre-ottobre);
1 novembre 1999 - 30 giugno 2003: è Gastdozent (visiting professor) presso il Fachbereich III Lehrstuhl für Neuere und Neueste Geschichte (Facoltà III - Cattedra di Storia moderna e contemporanea) dell Università di Trier (Germania), dove svolge un progetto di ricerca su Le riforme napoleoniche in ottica comparativa (Rheinbund e Mezzogiorno).
2002: svolge un terzo soggiorno di ricerca presso il Max-Planck-Institut für Geschichte di Göttingen (Germania) (ottobre-novembre).
2004: consegue l idoneità nella procedura di valutazione comparativa, II fascia, settore scientifico-disciplinare M-STO/04-Storia contemporanea, bandita dall Università di Cassino, i cui atti sono approvati con provvedimento direttoriale del 15.10.2004.
2005: prende servizio il 1 novembre come professore associato di Storia contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università degli Studi di Cassino;
entra a far parte del Collegio dei docenti del Corso di Dottorato in Società, politica e istituzioni in età contemporanea dell Università degli Studi di Cassino.
Dal 2006 è membro associato dell Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo, oggi Istituto di Studi sul Mediterraneo (ISMed), Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).
2006-2009: è membro del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario del Decennio francese , insediato presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC).
2008: partecipa a un progetto di ricerca su L' apertura a sinistra : dibattito politico-culturale, orientamenti e scelte dei cattolici italiani (1956-1962) (bando PRIN 2008), finanziato dall'Università degli Studi di Cassino.
2011: consegue la Laurea triennale in Psicologia dei Processi Relazionali e di Sviluppo presso l'Università degli Studi di Napoli 'Federico II'.
2012: consegue l'Abilitazione Scientifica Nazionale di I fascia nel settore 11/A3- Storia contemporanea M-STO / 04, tornata 2012.
2013-2015: è membro della Giunta del Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino.
2016: consegue la Laurea magistrale in Psicologia dinamica, clinica e di comunità presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II.
Nel 2016 fonda la rivista «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine» (Fabrizio Serra editore, Pisa - Roma), che da allora dirige.
Nel 2017 fonda la collana Memoria vivente. Studi otto-novecenteschi della Casa Editrice Aracne (Roma), che da allora dirige.
2017-2019: è membro del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis , insediato presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC).
2017-2019: è membro della Commissione paritetica del Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino.
Conoscenza delle lingue: inglese (ottima), tedesco (ottima), francese (buona), spagnolo (media); greco antico, latino.


ATTIVITÀ DIDATTICA
A. Corsi di Laurea triennale e di Laurea Magistrale, Scuole di specializzazione

Anno accademico 1991-1992: svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia economica del turismo presso la Scuola diretta a fini speciali per operatori economici dei servizi turistici dell Istituto Universitario Navale di Napoli.
Anno accademico 1993-94: svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia della banca presso la Scuola di specializzazione post-laurea in conservazione e gestione della documentazione storico-aziendale dell Istituto Universitario Navale, Napoli.
Anno accademico 1994-95: svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia della banca presso la Scuola di specializzazione post-laurea in conservazione e gestione della documentazione storico-aziendale dell Istituto Universitario Navale, Napoli.
Anno accademico 1995-96: svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia della banca presso la Scuola di specializzazione post-laurea in conservazione e gestione della documentazione storico-aziendale dell Istituto Universitario Navale, Napoli;
collabora presso la cattedra di Storia contemporanea della Facoltà di Sociologia dell Università degli studi di Napoli Federico II tenendo alcuni seminari.
Anno accademico 1996-97: svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia della banca presso la Scuola di specializzazione post-laurea in conservazione e gestione della documentazione storico-aziendale dell Istituto Universitario Navale, Napoli.
Dall'anno accademico 2003-04 svolge la sua attività didattica presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale. Anno accademico 2003-04: svolge in qualità di professore a contratto il corso di Storia contemporanea (CFU 6) nell ambito del Corso di Laurea magistrale in Scienze dell educazione , Facoltà di Lettere e Filosofia.
Anno accademico 2004-05: svolge in qualità di professore a contratto i corsi di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea triennale in Scienze dell educazione (CFU 6), e di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea triennale in Scienze della Comunicazione (CFU 6), Facoltà di Lettere e Filosofia.
Anno accademico 2005-06: svolge il corso di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea triennale in Scienze della Comunicazione (CFU 6), e di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea triennale in Servizio Sociale , Facoltà di Lettere e Filosofia (CFU 6).
Dall anno accademico 2006-07 all'anno accademico 2007-2008 svolge i corsi di Storia contemporanea (CFU 6) e Storia del giornalismo nell ambito (CFU 6) del Corso di Laurea triennale in Scienze della Comunicazione ; di Storia dell Europa contemporanea (CFU 6) nell ambito del Corso di Laurea triennale in Lettere moderne , Dipartimento di Lettere e Filosofia.
Dall anno accademico 2008-09 all'anno accademico 2011-2012 svolge i corsi di Storia contemporanea (CFU 6) e Storia del giornalismo (CFU 6) nell ambito del Corso di Laurea triennale in Scienze della Comunicazione ;
Dall anno accademico 2012-2013 all'anno accademico 2014-2015 svolge il corso di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea triennale in Scienze della Comunicazione (CFU 6), Dipartimento di Lettere e Filosofia; il corso di Storia contemporanea nell'ambito del corso di Laurea triennale in Lingue e letterature moderne (CFU 6), il corso di Storia dell'Europa contemporanea nell'ambito del corso di Laurea magistrale in Lingue e letterature moderne europee e americane (CFU 6), Dipartimento di Scienze umane, sociali e della salute.
a.a. 2012-2013: seminario congiunto, con Silvana Casmirri, per gli studenti del Corso di Laurea magistrale in Lettere e del Corso di Laurea magistrale in Scienze della Comunicazione su Violenza contro le donne nella seconda guerra mondiale (maggio 2013).
Nell'anno accademico 2015-2016 svolge il corso di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea triennale in Lettere (CFU 12), di Storia del giornalismo (CFU 6)e di Storia moderna (CFU 6) nell'ambito del corso di Laurea magistrale in Scienze della comunicazione, Dipartimento di Lettere e Filosofia.
Nell'anno accademico 2016-2017 svolge il corso di Storia contemporanea (CFU 12) nell ambito del Corso di Laurea triennale in Lettere , di Storia del giornalismo nell'ambito del corso di Laurea magistrale in Scienze della comunicazione, Dipartimento di Lettere e Filosofia.
Nell'anno accademico 2017-2018 svolge il corso di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea magistrale in Lettere (CFU 12), di Storia del giornalismo (CFU 6) nell'ambito del corso di Laurea magistrale in Scienze della comunicazione, Dipartimento di Lettere e Filosofia.
Nell'anno accademico 2018-2019 svolge il corso di Storia moderna nell'ambito del corso di Laurea triennale in Lettere (CFU 6), il corso di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea magistrale in Lettere (CFU 12), Dipartimento di Lettere e Filosofia; svolge parte del corso di Storia contemporanea (1 CFU) nell'ambito del Corso di Laurea triennale in Servizio sociale, Dipartimento di Scienze umane, sociali e della salute.
Nell'anno accademico 2019-2020 svolge il corso di Storia contemporanea nell ambito del Corso di Laurea magistrale in Lettere (CFU 12), Dipartimento di Lettere e Filosofia; svolge parte del corso di Storia contemporanea (1 CFU) nell'ambito del Corso di Laurea triennale in Servizio sociale, Dipartimento di Scienze umane, sociali e della salute.

È stata relatrice di varie decine di tesi di laurea triennale e magistrale (in Storia contemporanea, Storia dell'Europa contemporanea, Storia del giornalismo, Storia moderna), e correlatrice di numerose tesi di laurea magistrale.

B. Corsi di Dottorato di Ricerca (Terzo livello)

Dall anno accademico 2005-06 all'a.a. 2016-2017, e dall'a.a. 2018-2019 fa parte del Collegio dei docenti del Corso di Dottorato in Società, politica e istituzioni in età contemporanea , poi Literary and Historical Sciences in the Digital Age , Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale. In quest'ambito svolge la seguente attività didattica:
a.a. 2005-2006: seminari su L effigie dell imperatore: l iconografia napoleonica in prospettiva storico-antropologica; Le riforme napoleoniche: un approccio comparativo (13 e 16 gennaio 2006);
a.a. 2006-2007: seminario su L imprenditore tra razionalità e reti di relazione: gli appaltatori nel Mezzogiorno preunitario (17 gennaio 2007);
a.a. 2007-2008: seminario su Letture di Napoleone. Da Rousseau a Chateaubriand (18 febbraio 2008);
a.a. 2008-2009: seminario congiunto, con Lutz Klinkhammer (Deutsches Historisches Institut, Rom), su Stato e Chiesa nel sistema napoleonico (29 maggio 2009). a.a. 2011-2012: seminario su Risorgimento e religione fra storia sociale e storia della cultura (17 gennaio 2012);
a.a. 2013-2014: Giornata di studio su Culture del fascismo, culture nel fascismo: aspetti e figure (16 maggio 2014);
a.a. 2014-2015: Giornata di studio su Visual history: Metodi e temi di un nuovo approccio interdisciplinare all'età contemporanea (15 maggio 2015);
a.a. 2015-2016: ciclo di lezioni su Storia e Interpretazione (28 aprile - 13 maggio 2016):
29 aprile 2016: Giornata di studio su Memoria iconica: Percorsi dell immagine e sentieri warburghiani;
6 maggio 2016: Il paradigma indiziario e l esperienza microstorica;
12 maggio 2016: Storia, psicoanalisi, testo letterario;
13 maggio 2016: Ancora su Warburg e l'interpretazione storica.
a.a. 2016-2017: ciclo di lezioni su Storia, testimonianza, immagine:
9 maggio 2017: Introduzione al seminario di M. Herling su La duplice vita di uno scrittore: Gustav Herling (mattina);
seminario su Biografia e autobiografia (pomeriggio).
Giornata di studio su Iconografia politica: metodi e prospettive (16 maggio 2017).
a.a. 2017-2018: ciclo di lezioni su Orizzonti della temporalità: riflessione storiografica e confessione letteraria:
4 maggio: Il tempo dello storico: 'futuro passato' e 'orizzonte di aspettativa'
24 maggio: Una categoria inafferrabile: 'modernità' fra storia e scienze umane
8 giugno: Contemporaneità del non contemporaneo: Ernst Bloch e Carlo Levi
26 giugno: Il tempo dentro la tela: la pittura storica nell'Italia del secondo dopoguerra
Convegno su Orizzonti della temporalità: modernità, abisso, utopia (16 maggio 2017).
a.a. 2018-2019: ciclo di lezioni su Iconografie del Novecento: impegno artistico e posizione etico-politica
21 maggio 2019: Alberto Savinio: la resistenza dell'ironia.
4 giugno 2019: Dalla parola all'immagine: Giorgio Morandi in compagnia di Pascal, Leopardi, Tagore
5 giugno 2019: Renato Guttuso: il dolore dell'ortodossia.
a. a. 2019-2020: ciclo di lezioni su Realtà, finzione, immagine: percorsi nella cultura otto-novecentesca
27 maggio 2020: Metafisico o moralista? Realtà e sogno in Leopardi
28 maggio 2020: Prima di Freud: 'inconscio' nella cultura tardo-ottocentesca;
Introduzione alla lezione di M. Posani Loewenstein, Il Louvre in fiamme. Fake news e ricorrenze iconiche nel 'lungo Ottocento'

Tiene inoltre i seminari:
6 giugno 2012: seminario su Risorgimento e religione: per una storia sociale dei miracoli, nell'ambito del Dottorato in Storia e Sociologia della Modernità , Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università degli Studi di Pisa;
30 giugno 2016: seminario su Libertà dalla passione, libertà nella passione. 'Apollineo' e 'dionisiaco' nell'opera di Carlo Levi, nell'ambito del ciclo di seminari su (Ri)produzione della verità: immagine e storia del Dottorato in Studi umanistici e interculturali , Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere dell' Università degli Studi di Bergamo.

Nell'ambito del Corso di Dottorato in Società, politica e istituzioni in età contemporanea , poi Literary and Historical Sciences in the Digital Age , Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale, svolge attività di tutorato. In particolare, è tutor dei dottorandi: Isabella De Renzi (XXII ciclo), che consegue il titolo di Dottore di ricerca con un tesi su L'élite sovversiva. I notai nello Stato pontificio dall'età giacobina all'Unità; Marco De Angelis (XXIV ciclo), che consegue il titolo di Dottore di ricerca con una tesi su Difendere la rivoluzione: la Guardia Nazionale nel Mezzogiorno d'Italia (1799-1861); Elena Caiazzo (XXVIII ciclo), che consegue il titolo di Dottore di ricerca con una tesi su Un'aristocrazia ibrida. I podestà in Campania. Percorsi politici e scenari sociali (1926-1943).

È inoltre membro di commissione per l'esame finale di dottorato: Jury pour la soutenance de la thèse de doctorat en Langues/Litératures romances de Mme. Maria Taglienti, dans le cadre de l'Ecole doctorale 'Sciences de l'homme et de la société' (Villeneuve d'Asq, Nord) (Université Lille3, 25 gennaio 2012); Commissione per l'esame finale di dottorato dei dott. Giovanni Criscione, Pasquale De Caprio, Antonio Fiore, Emiliano Schember, Antonella Venezia, Scuola di Dottorato in Scienze storiche, archeologiche e storico-artistiche, Corso di Dottorato in Storia, Indirizzo Storia delle società europee , Dipartimento di Studi umanistici dell'Università degli Studi di Napoli Federico II (22 aprile 2013); Commissione per l'esame finale di dottorato del dott. Paolo Benvenuto, Dottorato in Storia e Sociologia della Modernità , Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università degli Studi di Pisa (18 dicembre 2014).

C. Formazione docenti e Master

1986: cura una lezione su Pubblicazioni e fonti per lo studio della proprietà e dei rapporti di lavoro (1920-1970) nell'ambito di un Corso di formazione e aggiornamento sulle fonti e la bibliografia per la storia della società rurale nel Mezzogiorno d'Italia in età contemporanea dell Università degli Studi di Napoli Federico II.
2011: svolge una lezione su Etica del lavoro in prospettiva storica nell ambito del Master in Etica del lavoro (5 novembre), Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale.
Anno accademico 2013-2014: svolge il corso di Storia nell'ambito dei Percorsi Abilitanti Speciali (PAS), classe d'insegnamento 043, Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale.
Anno accademico 2014-2015: svolge il corso di Storia moderna e contemporanea nell'ambito del Tirocinio Formativo Attivo (TFA), classe di insegnamento A051, Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale.
Nell'ambito dei PAS e del TFA è relatrice di numerose tesi.

D. Terza missione

2014: tiene una lezione di orientamento per gli studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori dal titolo «In quelle tenebre». Il totalitarismo e la storia del XXI secolo (Cassino, Liceo scientifico 'Pellecchia', 15 aprile 2014).
2017: è responsabile dell'organizzazione scientifica di un Workshop aperto agli amministratori locali su Migranti ed esuli: L'orizzonte dell'Occidente oltre la nazione (Pratella, Associazione La mano sulla roccia, 3 giugno 2017).
2018: nell'ambito di 'Unicas orienta' tiene una lezione dal titolo Di quale presente ha bisogno la storia (Cassino, Università degli Studi, Campus Folcara, 16 marzo 2018).
2019: nell'ambito del ciclo di incontri 'Scrivo perché', organizzato dall'Associazione Primavera studentesca, presenta il libro Anime stanche di Michele Clemente (Cassino, Università degli Studi, Campus Folcara, 1 febbraio 2019).
2020: nell'ambito dell'attività di orientamento 'Lezioni in Biblioteca' tiene una lezione dal titolo Vedere la storia (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosfia, via Zamosch 43, 11 febbraio 2020).

Incarichi accademici e istituzionali

1990: è socio fondatore della SISSCO (Società Italiana per lo Studio della Storia contemporanea).
Dall anno accademico 2005-06 all'a.a. 2016-2017, e dall'a.a. 2018-2019 fa parte del Collegio dei docenti del Corso di Dottorato in Società, politica e istituzioni in età contemporanea , poi Literary and Historical Sciences in the Digital Age , Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale.
2005-2016: fa parte del Consiglio scientifico del Laboratorio di Storia regionale del Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale.
Dal 2006 è membro associato dell Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo, oggi Istituto di Studi sul Mediterraneo (ISMed), Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

2006-2009: è membro del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario del Decennio francese , insediato presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC).

2013-2015: è membro della Giunta del Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino.

2017-2019: è membro del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis , insediato presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC).

2017-2019: è membro della Commissione paritetica del Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Cassino.


ATTIVITÀ SCIENTIFICA
A1. Relazioni a convegni e seminari

1988: presenta una relazione dal titolo Il suono della tofa. Stato e pluriattività nel Mezzogiorno del secondo periodo borbonico al convegno su La pluriattività negli spazi rurali: ricerche a confronto (Sorrento, 9-10 marzo 1988).
1989: è relatrice al Colloque L'État en Europe du Sud (Tourtour (Francia), Fondation Les Treilles, 12-15 maggio 1989).
1992: presenta insieme a B. Dawes una relazione dal titolo Tourism in the South: looking backwards al convegno internazionale su Turismo e sviluppo economico (Sorrento, 29-31 ottobre).
1993: presenta una relazione dal titolo L Italia allo specchio della storiografia tedesca al convegno internazionale, organizzato dalla Società degli storici italiani, Gli altri e noi: la storiografia internazionale e l'Italia contemporanea (Firenze, 25-27 marzo 1993);
presenta una relazione dal titolo L azione per l agricoltura nel quadro del dirigismo borbonico: le opere pubbliche (1815-1848) al convegno su Lo Stato e l economia tra Restaurazione e rivoluzione, 1815-1848 (Napoli, 6-8 dicembre).
1995: presenta una relazione dal titolo Stato e professioni nel Regno di Napoli (prima metà dell'Ottocento): gli ingegneri di Ponti e strade e la formazione di un ceto burocratico al convegno Alle origini delle professioni moderne (S. Miniato, Pisa, 8-10 maggio);
presenta una relazione dal titolo Imprenditori, mercato, stato: gli appaltatori nell Ottocento borbonico al seminario Le figure dell'intermediazione: negozianti, commercianti e appaltatori , Ciclo di seminari su La costruzione sociale dell'imprenditore (Napoli, Istituto Universitario Orientale, Facoltà di Scienze politiche, Dipartimento di Scienze sociali, Centro studi per la storia comparata delle società rurali in età contemporanea, aprile- maggio 1995; seminario tenuto il 9 maggio);
presenta un intervento dal titolo Le due anime del re. Topoi della legittimazione dello stato burocratico nel Regno di Napoli (prima metà dell Ottocento) al convegno su La legittimazione politica (Napoli, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, 27-28 ottobre).
1997: presenta una relazione dal titolo Stato ed economia nel Mezzogiorno preunitario: il caso dei lavori pubblici alla Giornata per la presentazione dell Istituto per la Storia Economica del Mezzogiorno , presso la sede centrale del CNR (Roma, 23 febbraio);
1999: presenta una relazione dal titolo Uso delle risorse e tentativi di riforma: la macerazione di canapa e lino (primo Ottocento) al convegno su Ambiente e risorse nel Mezzogiorno contemporaneo (Napoli, Istituto per la Storia Economica del Mezzogiorno - CNR, 7-8 maggio);
presenta una relazione dal titolo Bürokraten und Beduinen. Staatsintervention und lokale Gesellschaft im postnapoleonischen Mezzogiorno al convegno su Lokale Gesellschaften im historischen Vergleich. Europäische Erfahrungen im 19. Jahrhundert (Universität Trier, 10-12 dicembre).
2000: presenta una relazione dal titolo Persona e potere. Crollo e resurrezione dello stato fra Otto e Novecento al convegno su Il crollo dello stato. Apparati pubblici e opinione pubblica nelle congiunture di crisi di regime (Napoli, Università degli Studi Federico II, 26-27 ottobre).
2001: tiene un seminario dal titolo Die exportierte Moderne. Napoleonische Reformen in vergleichender Sicht, presso il Fachbereich III - Neue und Neueste Geschichte, Universität Trier (Germania), nell ambito delle attività del Sonderforschungsbereich 235: Zwischen Maas und Rhein ( Programma speciale di ricerca 235: fra Reno e Mosa ) della Deutsche Forschungsgemeinschaft (8 febbraio);
tiene un seminario dal titolo Archeologia del diritto di proprietà. L introduzione del Code civil nel Mezzogiorno e nella Confederazione renana, presso il CNR-Istituto per la Storia Economica del Mezzogiorno (Napoli, 25 settembre).
2002: tiene due relazioni dal titolo Il governo del territorio nel Mezzogiorno preunitario: i lavori pubblici fra riformismo e paternalismo e Periferia e centro: intervento statale e società locale nel caso della bonifica del Bacino inferiore del Volturno fra decennio francese e Unità, presso l Università di Cassino, Facoltà di Lettere e Filosofia, nell ambito di un ciclo annuale di conferenze organizzato dalla cattedra di Storia contemporanea (22 aprile, 6 maggio);
presenta una relazione dal titolo La direzione del cambiamento. Amministratori e giuristi in Germania fra rivoluzione francese e Restaurazione al convegno su Ceti dirigenti municipali in Italia e in Europa in età moderna e contemporanea (Pisa, 13-14 dicembre).
2003: presenta una relazione dal titolo Zentren und Peripherien: Übergangsgesellschaft im südlichen Europa al convegno su Übergangsgesellschaften 1750-1850 (Universität Trier, 10-11 gennaio);
tiene un seminario dal titolo La questione feudale fra rivoluzione francese e Restaurazione: il caso tedesco in ottica comparativa, presso il CNR - Istituto di Studi sulle società del Mediterraneo (Seminari dell'ISSM, Napoli, CNR - Istituto di Studi sulle società del Mediterraneo, 21 marzo 2003).
2006: presenta una relazione dal titolo La ragione delle riforme. Agricoltura e nuovo diritto nel Mezzogiorno francese nell'ambito di un convegno su Riforma e struttura. L impatto della dominazione napoleonica nel Mezzogiorno fra breve e lungo periodo (Napoli, 15 dicembre).
2007: presenta una relazione dal titolo Immagini napoleoniche in iconografia e letteratura al convegno internazionale su Napoleonische Expansionspolitik: Okkupation oder Integration? - La politica di espansione della Francia napoleonica: occupazione o integrazione? (Roma, Istituto storico germanico, 28 30 marzo);
presenta una relazione dal titolo: Deriva con spettatore. Il Regno d Etruria nei rapporti del merchese Giuseppe de Silva, console napoletano a Livorno al convegno internazionale su Spagnoli a Palazzo Pitti: il Regno d Etruria (1801-1807) (Firenze / Pisa, 29 novembre - 1 dicembre).
2008: organizza nell ambito delle iniziative scientifiche promosse dal Comitato nazionale per le celebrazioni del Bicentenario del Decennio francese 1806-2006 il Seminario di Studi internazionale Stato e Chiesa nel Decennio francese (Napoli, Società di Storia Patria, 29-30 maggio), al quale presenta la relazione introduttiva dal titolo Religione e potere nel sistema napoleonico: il caso del Mezzogiorno;
presenta una relazione dal titolo: Ordine della legge, legge dell ordine: l eversione della feudalità nelle realtà locali al Seminario di Studi internazionale Ordine e disordine. Amministrazione e mondo militare nel decennio francese (Vibo Valentia, 2-4 ottobre).
2010: tiene un seminario dal titolo Potere e sacro nell'Europa contemporanea: questioni in gioco e strumenti di ricerca (Seminari dell'ISSM, Napoli, CNR - Istituto di Studi sulle società del Mediterraneo, 27 ottobre 2010).
2011: partecipa al convegno internazionale Das Risorgimento im europäischen Kontext: Politik Kultur Transfer con una relazione dal titolo: Religione civile / religiosità popolare nel Risorgimento: il caso del Mezzogiorno (Villa Vigoni, Centro Italo-Tedesco per l eccellenza europea / Deutsch Italienisches Zentrum für europäische Exzellenz, 14-18 giugno);
partecipa a un convegno su L idea dell Unità e i viaggiatori nel Meridione d Italia con una relazione dal titolo: Immagini del Sud nella costruzione della nazione italiana (Maratea, Centro Culturale Josè Maria Cernicchiaro,12 e 13 agosto)
2012: presenta una relazione dal titolo «Esatta dolcezza». Rapida mente, questioni in sogno, giochi in questione al convegno Passione Savinio. Letteratura arte politica (1952-2012) (Napoli, Università degli Studi Federico II, 16 e 17 maggio).
2013: presenta una relazione dal titolo Alla ricerca di Leopardi al convegno Francesco De Sanctis a Torino: da esule a ministro (Torino, Università degli Studi, 25 ottobre 2013);
presenta una relazione dal titolo «E lasciatelo quel benedetto Leopardi». Settembrini e la religione al convegno «Voi non avete ancora conosciuto quest'uomo». Luigi Settembrini patriota e scrittore (1813-2013) (Napoli, Università degli Studi 'Federico II', 7 novembre 2013);
presenta una relazione dal titolo Ottocento/ Das Neunzehnte Jahrhundert al convegno La storia contemporanea tedesca: aspetti della ricerca dalla prospettiva italiana / Deutsche Geschichte des 19. und 20. Jahrhunderts: Aspekte der Forschung aus Italienischer Perspektive (Roma, Istituto Storico Germanico, 12-13 dicembre 2013).
2014: presenta una relazione dal titolo Il Sud e le sue storie al convegno «In questa oscura terra...». Letteratura, impegno militante e Mezzogiorno (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 9 maggio 2014);
tiene una conferenza dal titolo L'età murattiana tra orizzonte utopico ed esperienza della modernità nell'ambito del Certamen Ciceronianum Arpinas , Arpino, Palazzo Boncompagni (9 maggio 2014);
tiene una conferenza dal titolo «Voi dovete considerarmi come un condiscepolo»: Francesco De Sanctis e l'insegnamento della libertà, nell'ambito della Giornata Desanctisiana (Liceo classico F. De Sanctis, Sant'Angelo dei Lombardi, 10 maggio 2014);
presenta una relazione dal titolo Il Leopardi antifascista di Alberto Savinio alla Giornata di studio su Culture del fascismo, culture nel fascismo: aspetti e figure (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 16 maggio 2014).
2015: tiene una conferenza dal titolo Francesco De Sanctis e la libertà del prigioniero, nell'ambito della Giornata Desanctisiana , Caposele (AV), sede distaccata del Liceo F. De Sanctis (31 gennaio 2015).
presenta congiuntamente a M. De Angelis una relazione dal titolo La Grande Guerra nei sussidiari fascisti: illustrazioni e testi alla Giornata di studio su Visual History: una nuova prospettive per la ricerca e la didattica (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 15 maggio 2015).
2016: nell'ambito delle celebrazioni dell'Anno Leviano 2015 è relatrice alla Tavola rotonda sul volume Cristo si è fermato a Eboli, a c. di di A.L. Giannone, Pisa, ETS, 2015, e al Dibattito sulla rivista «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine» (Matera, Chiesa del Cristo Flagellato, 5 e 6 febbraio 2016);
è relatrice alla Tavola rotonda su L'operaio di Gerusalemme e la costruzione della nuova politica. Riflessioni critiche e orizzonti di ricerca in occasione del bicentenario desanctisiano (Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 11 novembre 2016);
presenta un intervento all'Incontro di studio Rileggere Pasquale Villani. La stagione della storia economica e sociale trent'anni dopo (Società Nazionale di Scienze Lettere e Arti in Napoli, 17 dicembre 2016).
2017: presenta una relazione dal titolo Il 'potere delle immagini' e i linguaggi della modernità alla Giornata di studio su L'iconografia politica: metodi e prospettive (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 16 maggio 2017);
presenta una relazione dal titolo I tempi della nazione e il tempo dello storico, Incontro internazionale di studio su Germania / Italia, lontane / vicine. Nazioni a confronto e orizzonti della modernità (Biblioteca di Ricerca di Area Umanistica, Napoli, 25 ottobre 2017).
2018: è relatrice alla Tavola rotonda su Letteratura e Scienza del Vivente in Francesco De Sanctis presso il Liceo Fascitelli di Isernia (17 gennaio 2018);
presenta una relazione dal titolo Testimoni del tempo: il soggetto e la Storia all'Incontro di studio su Narrazione e Memoria (Pratella, Associazione La mano sulla roccia, 19 gennaio 2019);
presenta una relazione dal titolo Dogana dell'abisso: figure del non-tempo intorno a Gadda al Convegno internazionale Orizzonti della temporalità: Modernità, abisso, utopia (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 16 maggio 2018);
presenta una relazione dal titolo: Con Warburg vivente. La 'pittura storica' di Guttuso fra memoria, citazione, 'non detto' alla Giornata di studio sulla Visual History (Museo internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino, Palermo, 30 maggio 2018);
è relatrice all'Incontro di studio Con Warburg vivente. La Visual History e i linguaggi della contemporaneità (Milano, Accademia di Belle Arti di Brera, in collaborazione con l'Istituto Nazionale Ferruccio Parri, 5 giugno 2018).
presenta una relazione dal titolo Tradurre o tradire: mondo e Chiesa nella 'età degli estremi' al Convegno 1818-2018: Caserta e la sua provincia (Santa Maria Capua Vetere, Università della Campania 'Luigi Vanvitelli', Dipartimento di Lettere e Beni Culturali, 24 ottobre 2018);
presenta una relazione dal titolo Forme di resistenza: arte e politica nel Novecento italiano alla Giornata nazionale di studio. Iconografie della contemporaneità (Napoli, Biblioteca di Ricerca di Area Umanistica, 13 dicembre 2018).
2019: presenta una relazione dal titolo Visioni della modernità e conflitti di linguaggio nella nuova Italia al Convegno internazionale Orizzonti della temporalità: figure del tempo, figure nel tempo (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 16-17 maggio 2019);
presenta una relazione dal titolo Visual History: le ragioni di una proposta all'Incontro di studi Visual History. Nuove prospettive di ricerca (Bari, Dipartimento di Studi Umanistici, 28 novembre 2019).
2020: presenta una relazione dal titolo Cose dell'altro mondo. La Napoli di Benjamin, capitale dell'antimoderno alla Giornata di Studi Orizzonti della temporalità III. Meridione e questione della modernità (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 15 gennaio 2020).

È presidente di sessione in numerosi convegni, fra cui: 4-5 febbraio 2016, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento Studi Umanistici, convegno Legittimazione e delegittimazione politica in Europa tra Otto e Novecento; 20-21 aprile 2017; Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale; Convegno Dal patriota al politico. Francesco De Sanctis dalle rivoluzioni del '48 alla costruzione della nazione; 21-23 marzo 2018, Roma, Deutsches Historisches Institut, Convegno Secularities. Freethinkers in the Context of National Movements and the Rise of Nation States in Europe, 1789 - 1920s. È Kommentator al convegno internazionale dell'Arbeitsgemeinschaft für die Neueste Geschichte Italiens su Krieg und Frieden in der neuesten Geschichte Italiens (Saarbrücken, Universität des Saarlandes, 15-17 giugno 2017).

Cura l'organizzazione scientifica di discussioni e presentazioni di libri (fra cui: Napoli, Istituto di Studi Filosofici, 21 gennaio 2010, Tavola rotonda su C. D'Elia, Il fantasma della libertà, Napoli, L'Ancora del Mediterraneo, 2008; Roma, Conservatorio di Santa Cecilia, 16 maggio 2011, Dibattito su C. D'Elia, a cura di, Stato e Chiesa nel Decennio francese, Napoli, Giannini, 2011; Napoli, Officina7 - Libreria Colonnese, 13 dicembre 2018, Tavola rotonda sul libro di R. Perricone, Oralità dell'immagine. Etnografia visiva nelle comunità rurali siciliane, Palermo, Sellerio, 2018). Prende parte con relazioni a discussioni e presentazioni di libri e riviste, fra cui: presentazione del libro di T. Iermano, La prudenza e l'audacia. Letteratura e impegno politico in Francesco De Sanctis, Napoli, L'Ancora del Mediterraneo, 2012 (Atina, Palazzo Ducale, 25 maggio 2012; Cervaro, Museo delle Tradizioni popolari e dell'arte orafa, 19 luglio 2012; Pontecorvo, Sala Consiliare del Comune, 22 agosto2012); presentazione della rivista «Meridiana. Rivista di storia e scienze sociali», vol. 2013, vol. 78 su Unificazione e Mezzogiorno (Caserta, libreria Feltrinelli, 12 febbraio 2014); presentazione della rivista «Studi Desanctisiani. Rivista internazionale di letteratura, politica, società», vol. I / 2013 (Sant'Angelo dei Lombardi, Centro di Comunità, 8 marzo 2014); presentazione del libro di Antonio De Rossi, La costruzione delle Alpi. I: Immagini e scenari del pittoresco alpino (1773-1914), Roma, Donzelli Editore, 2014 (Roma, Biblioteca dell'Istituto per la Storia moderna e contemporanea, 18 settembre 2015); presentazione del volume Vincenzo d'Errico, Il carteggio dell'esilio (1850-1855), a c. di V. Verrastro e M. Ginnetti, Roma, Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, 2015 (Napoli, Sala Comunale Vincenzo Gemito, Galleria del Principe di Napoli, 12 maggio 2017); presentazione del libro di Christof Dipper Ferne Nachbarn. Vergleichende Studien zu Deutschland und Italien in der Moderne, Wien, Köln, Weimar, Böhlau Verlag, 2017 (Roma, Ambasciata Tedesca, Villa Aimone, 23 ottobre 2017); presentazione del libro di M. Manfredi, Emozioni, cultura popolare e transnazionalismo. Le origini della cultura anarchica in Italia (1890-1914), Firenze, Le Monnier, 2018 (Roma, Biblioteca dell'Istituto per la Storia moderna e contemporanea, 7 giugno 2018); presentazione del libro di Alessandro Volpi, Parole ribelli. Storia di una frattura generazionale (1950-1960), Pisa, Pisa University Press, 2020 (Napoli, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, 16 gennaio 2020).

A2. Responsabilità scientifica di convegni e seminari

2006: è responsabile insieme a Raffaella Salvemini dell'organizzazione scientifica di un convegno su Riforma e struttura. L impatto della dominazione napoleonica nel Mezzogiorno fra breve e lungo periodo (Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo, CNR, Napoli, 15 dicembre 2006);
2008: nell ambito delle iniziative scientifiche promosse dal Comitato nazionale per le celebrazioni del Bicentenario del Decennio francese 1806-2006, è responsabile dell'organizzazione scientifica del Seminario di Studi internazionale Stato e Chiesa nel Decennio francese (Napoli, Società di Storia Patria, 29-30 maggio);
2012: è responsabile dell'organizzazione scientifica del convegno La città e il Concilio 1962-2012 , Napoli, Biblioteca di Ricerca di Area Umanistica, 16 novembre 2012;
è responsabile dell'organizzazione scientifica di un Seminario su Fascismo: violenza, politica, lavoro intellettuale (Seminari dell'ISSM, Napoli, Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo, 29 novembre 2012).
2013: è responsabile dell'organizzazione scientifica di un Seminario su Elites e politica nell'età contemporanea (Seminari dell'ISSM, Napoli, Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo, 27 febbraio 2013).
2014: è responsabile dell'organizzazione scientifica di un Seminario su La Società Napoletana di Storia Patria tra storia e memoria (Seminari dell'ISSM, Napoli, Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo, 22 gennaio 2014);
è responsabile insieme a Silvana Casmirri dell'organizzazione scientifica della Giornata di studio su Culture del fascismo, culture nel fascismo: aspetti e figure (Cassino, Università degli Studi, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 16 maggio 2014).
2015: è responsabile dell'organizzazione scientifica della Giornata di studio Visual History: una nuova prospettiva per la ricerca e la didattica (Cassino, Università degli Studi, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 15 maggio 2015).
2016: è responsabile dell'organizzazione scientifica della Tavola rotonda Visual History: prospettive e metodi (Roma, Istituto Storico Italiano per l'Età moderna e contemporanea, 20 0ttobre 2016).
2017: è responsabile dell'organizzazione scientifica del seminario La duplice vita di uno scrittore: Gustav Herling (Cassino, Università degli Studi, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 9 maggio 2017);
è responsabile dell'organizzazione scientifica della Giornata di studio Iconografia politica: metodi e prospettive (Cassino, Università degli Studi, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 16 maggio 2017);
è responsabile dell'organizzazione scientifica dell'Incontro internazionale di studio Germania / Italia, lontane / vicine. Nazioni a confronto e orizzonti della modernità (Napoli, Biblioteca di Ricerca di Area Umanistica, 25 ottobre 2017).
2018: è responsabile dell'organizzazione scientifica del Seminario Narrazione e Memoria (Pratella (CE), Associazione La mano sulla roccia, 19 gennaio 2018);
è responsabile dell'organizzazione scientifica del Convegno Internazionale Orizzonti della temporalità. Modernità, abisso, utopia (Cassino, Università degli Studi, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 15-16 maggio 2018);
è responsabile dell'organizzazione scientifica della Giornata nazionale di studio. Iconografie della contemporaneità (Napoli, Biblioteca di Ricerca di Area Umanistica, 13 dicembre 2018).
2019: è responsabile dell'organizzazione scientifica del Convegno Internazionale: Orizzonti della temporalità. Figure del tempo, figure nel tempo (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 16-17 maggio 2019);
è responsabile dell'organizzazione scientifica della Tavola rotonda sulla rivista «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine» (Pisa, Domus mazziniana, 12 giugno 2019).
2020: è responsabile dell'organizzazione scientifica della Giornata di Studi Orizzonti della temporalità III. Meridione e questione della modernità (Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia, 15 gennaio 2020).

A3. Direzione di riviste e collane

Nel 2016 fonda la rivista «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine» (Fabrizio Serra editore, Pisa-Roma), che da allora dirige.
Nel 2017 fonda la collana Memoria vivente. Studi otto-novecenteschi della Casa Editrice Aracne (Roma), che da allora dirige.

A4. Partecipazione a Comitati scientifici ed editoriali

1985-1995: fa parte della Redazione del «Bollettino Bibliografico», dal 1993 «Bollettino del diciannovesimo secolo», edito dal Centro Studi per la Storia comparata delle Società rurali (Università degli Studi di Napoli Federico II).
1994: cura la sezione Periodici del «Bollettino del diciannovesimo secolo», edito dal Centro Studi per la Storia comparata delle Società rurali (Università degli Studi di Napoli Federico II), 1994 / II, 3.
2005-2011: fa parte del Comitato scientifico della rivista «Annale di Storia regionale» (Università degli Studi di Cassino, Dipartimento di Lettere e Filosofia).
2013-2015: è nel Comitato editoriale, 2016-18 nel Comitato direttivo della rivista «Studi Desanctisiani. Rivista internazionale di letteratura, politica, società» (Pisa-Roma, Fabrizio Serra Editore).
Dal 2015 è nel Comitato scientifico della collana Biblioteca di Saint-James , nuova serie, Mephite Edizioni, Avellino.
2017-2018: é nel Comitato di direzione della collana Biblioteca di «Studi Desanctisiani» (Fabrizio Serra Editore, Pisa-Roma).
Dal 2018 è nel Comitato scientifico della collana Studi e materiali per la storia della cultura popolare , Edizioni del Museo Pasqualino, Palermo.



A5. Esperienze internazionali

a) Formazione
1986-1988: partecipa a Graduate seminars presso il Centre for Social History dell'Università di Warwick (Gran Bretagna):
1986: Graduate seminar su Innovation and Technology from the 18th Century to the present (7-11 luglio 1986);
1987: Graduate seminar su Managers, Workers, and Productivity from the 18th to the 20th Century (13-17 luglio 1987);
1988: Graduate seminar su International Trade and British Economic Growth from the Eighteenth Century to the Present Day (11-15 luglio 1988).

b) Ricerca
1996: svolge un soggiorno di ricerca presso il Max-Planck-Institut für Geschichte di Göttingen (Germania) (giugno).

1999: svolge un soggiorno di ricerca presso il Max-Planck-Institut für Geschichte di Göttingen (Germania) (settembre-ottobre);

1 novembre 1999 - 30 giugno 2003: è Gastdozent (visiting professor) presso il Fachbereich III Lehrstuhl für Neuere und Neueste Geschichte (Facoltà III - Cattedra di Storia moderna e contemporanea) dell Università di Trier (Germania), dove svolge un progetto di ricerca su Le riforme napoleoniche in ottica comparativa (Rheinbund e Mezzogiorno).

2002: svolge un soggiorno di ricerca presso il Max-Planck-Institut für Geschichte di Göttingen (Germania) (ottobre-novembre).

Dalla sua fondazione nel 2012 è inoltre membro della Siscalt ( Società Italiana per la Storia Contemporanea dell'Area di Lingua Tedesca ). È membro dell'Arbeitsgemeinschaft für die Neueste Geschichte Italiens ( Associazione per la storia dell'Italia contemporanea ). E' membro dell' Associazione Italiana Walter Benjamin (sezione italiana della International Walter Benjamin Society ).




ATTIVITÀ SCIENTIFICA
B. Pubblicazioni

Si elencano le pubblicazioni più rilevanti.
B1. Libri

Bonifiche e stato nel Mezzogiorno (1815-1860), Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1994.

Stato padre, stato demiurgo. I lavori pubblici nel Mezzogiorno 1815-1860, Bari, Edipuglia, 1996.

Il fantasma della libertà. Figure dello Stato e forme del potere fra Sette e Novecento, Napoli, L Ancora del Mediterraneo, 2008.
Il codice della rivoluzione. L introduzione del nuovo diritto nell Europa napoleonica, Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 2012.
Passione della libertà. Storia di una persona, Napoli, L'Ancora del Mediterraneo, 2013.

Le pagine e la vita. Francesco De Sanctis nella cultura europea del secondo Ottocento, Napoli, Giannini, 2019.
B2. Curatele
Costanza D'Elia, a cura di, Il Mezzogiorno agli inizi dell'Ottocento. Il decennio francese, Roma / Bari, Laterza, 1992.
Costanza D Elia, Raffaella Salvemini, a cura di, Riforma e struttura. L impatto della dominazione napoleonica nel Mezzogiorno fra breve e lungo periodo, Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 2008.

Costanza D Elia, a cura di, Stato e Chiesa nel Decennio francese, Napoli, Giannini, 2011.
B3. Contributi su riviste, in atti di convegno, in volumi

Formazione di proprietà contadina e intervento statale in Italia (19191975), in «La Questione Agraria», 1986, n. 23, pp. 153192.

Dieci anni di studi sulla proprietà contadina in Italia (19741984), in «Bollettino bibliografico» edito dal Centro studi per la storia comparata delle società rurali in età contemporanea, Università di Napoli, Napoli, Guida editori, 1987, pp. 89105.

Lineamenti di una bibliografia per la storia delle bonifiche nel Mezzogiorno, in «Bollettino bibliografico 198586» edito dal Centro studi per la storia comparata delle società rurali in età contemporanea, Università di Napoli, pp. 6178.

Annales E. S. C. Indice tematico, in «Bollettino bibliografico 198586», edito dal Centro studi per la storia comparata delle società rurali in età contemporanea, Università di Napoli, pp. 43-48.

Il suono della tofa. Stato e pluriattività nel Mezzogiorno del secondo periodo borbonico, in «Annali dell'Istituto Alcide Cervi», 1989, pp. 217240.

Statistica dell'incubo. Biblioteche e archivi a Napoli, in «Società e storia», 1991, n. 54, pp. 937-943.

Introduzione, in C. D'Elia, a cura di, Il Mezzogiorno agli inizi dell'Ottocento. Il decennio francese, Roma / Bari, Laterza, 1992, pp. VII-XXXIII.
Zeitschrift für Agrargeschichte und Agrarsoziologie, 1970-1990, in «Bollettino bibliografico 1990», edito dal Centro studi per la storia comparata delle società rurali in età contemporanea, Università di Napoli, Napoli, Athena, 1992, pp. 39-48.

Miracles and Mirages in the West German Economy: A Survey of the Literature of the 1980es, in «The Journal of European Economic History», 1993, 2, pp. 381-401.

«Dannata opera», «opera gloriosa»: alcune visioni della bonifica borbonica del Vallo di Diano, in Fra storia e storiografia. Scritti in onore di Pasquale Villani, a cura di P. Macry e A. Massafra, Bologna, Il Mulino, 1994, pp. 639-658.

Periodizzare la modernità. Una nota sulla Begriffsgeschichte a uso degli ottocentisti, in «Bollettino del diciannovesimo secolo», 1994, 3, pp. 5-10.

Towards a History of Tourism: Naples and Sorrento (XIX Century), coautore B. Dawes, in «Tijdschrift voor economische en sociale geografie- Journal of economic and social geography», 1995, 1, pp. 13-20.

Cesure. Stato e territorio nel Mezzogiorno borbonico: la percezione dei contemporanei e la periodizzazione degli storici, in «I viaggi di Erodoto», 1995, 27 (sett.-dic.), pp. 116-125.

Tesori nascosti: immagini della modernità mancata a Napoli, in «Intersezioni», 1996, 1, pp. 57-72.

Supplicanti e vandali. Testi scritti, testi non scritti, testi scritti dagli storici, in «Quaderni storici», 1996, n. 92, p. 215-241.

The hidden comparison: modern Italy in German perspectives, in «Journal of Modern Italian Studies», 1996/I, 3, pp. 430-445.

La scrittura degli ingegneri. Il Corpo di Ponti e strade e la formazione di un ceto burocratico a Napoli (prima metà dell Ottocento), in Avvocati Medici Ingegneri. Alle origini delle professioni moderne, a cura di M. L. Betri e A. Pastore, Bologna, Clueb, 1997, pp. 293-306.

Chiesa e potere: una storia napoletana, in «Testimonianze», 1997, n. 6 (novembre-dicembre), pp. 64-78.

L azione per l agricoltura nel quadro del dirigismo borbonico: le opere pubbliche, in Lo stato e l economia tra Restaurazione e rivoluzione, a cura di I. Zilli, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1997, pp. 1-14.

Mercato, imprenditori, stato. Appaltatori & Co. nel Mezzogiorno preunitario, in «Società e storia», 1999, n. 83, pp. 35-66.

Uso delle risorse e tentativi di riforma: la macerazione di canapa e lino nel primo Ottocento, in Ambiente e risorse nel Mezzogiorno contemporaneo, a cura di P. Bevilacqua, G. Corona, Roma, Donzelli, 2000, pp. 157-166.

Bürokraten und Beduinen. Staatsintervention und lokale Gesellschaft im postnapoleonischen Mezzogiorno, in Lokale Gesellschaften im historischen Vergleich. Europäische Erfahrungen im 19. Jahrhundert, a cura di R. Dörner, N. Franz e Chr. Mayr, Trier, Kliomedia, 2001, pp. 93-108.

Die zwei Seelen des Königs. Materieller und immaterieller Austausch im Staat des 19. Jahrhunderts, in «Saeculum. Jahrbuch für Universalgeschichte», 2002/53, II, pp. 311-339.

Persona e potere. Note su crollo e risurrezione dello Stato, in: Quando crolla lo Stato. Studi sull Italia preunitaria, a cura di P. Macry, Napoli, Liguori, 2003, pp. 25-54.

L età anfibia e Max Weber. A proposito del libro di Thomas Kroll sulla nobiltà toscana nel Risorgimento, in: «Rivista storica italiana», 2003, 1, pp. 330-336.

La direzione del cambiamento. Amministratori e giuristi in Germania tra rivoluzione francese e Restaurazione, in: Ceti dirigenti municipali in Italia e in Europa in età moderna e contemporanea, Pisa, Edizioni ETS, 2003, pp. 69-82.

Zentren und Peripherien: Übergangsgesellschaft im südlichen Europa. Der Fall des Mezzogiorno, in: Lutz Raphael, Ute Schneider, a cura di, Dimensionen der Moderne. Festschrift für Christof Dipper, Frankfurt a.M. / Berlin/ Bruxelles / New York / Oxford / Wien, Peter Lang Verlag, 2008, pp. 567 583.

Costanza D'Elia, Raffaella Salvemini, Introduzione, in Eaedem, a cura di, Riforma e struttura. L impatto della dominazione napoleonica nel Mezzogiorno fra breve e lungo periodo, Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 2008, pp. 7-12.

Costanza D Elia, La ragione delle riforme. Agricoltura e nuovo diritto nel Mezzogiorno francese, in Eadem, Raffaella Salvemini, a cura di, Riforma e struttura. L impatto della dominazione napoleonica nel Mezzogiorno fra breve e lungo periodo, Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 2008, pp. 13-27.

In introduzione: questioni in gioco e orizzonti di ricerca, in Stato e Chiesa nel Decennio francese , a cura di Costanza D Elia (Napoli, Giannini, 2011), pp. 9-15.

Religione e potere nel Mezzogiorno napoleonico, in Stato e Chiesa nel Decennio francese , a cura di Costanza D Elia (Napoli, Giannini, 2011), pp. 17-45.

Ordine della legge, legge dell ordine: l eversione della feudalità nelle realtà locali, in Ordine e disordine. Amministrazione e mondo militare nel decennio francese, a cura di R. De Lorenzo, Napoli, Giannini, 2012, pp. 117-136.
Risorgimento e religione: note sul canone e appunti gramsciani, in: Il racconto del Risorgimento nell Italia nuova tra memorialistica, narrativa, drammaturgia, a cura di T. Iermano e P. Sabbatino, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2012, pp. 67-82.
Risorgimento and Religion: Notes on the Canon and Gramscian Annotations, in: «Journal of Modern Italian Studies», 2012, 5, pp. 630-644.
Napoleonische Herrschaft in Text und Bild, in: Napoleonische Expansionspolitik. Okkupation oder Integration?, a cura di G. Braun, G. Clemens, L. Klinkhammer, A. Koller, Berlin / New York, Walter de Gruyter, 2013, pp. 205-240.
Deriva con spettatore. Il Regno d Etruria nei rapporti di Giuseppe de Silva, informatore di Acton, in: Spagnoli a Palazzo Pitti: il Regno d Etruria (1801-1807), a cura di M. Manfredi, Firenze, Consiglio Regionale della Toscana, 2013, pp. 157-176.
«Esatta dolcezza». Alberto Savinio e la Linea Leopardi, in T. Iermano, P. Sabbatino, a cura di, Passione Savinio. Letteratura arte politica (1952-2012), Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2013, pp. 35-61.

«Tempo dell'anima». Appunti sul Leopardi di De Sanctis, in «Studi desanctisiani. Rivista internazionale di letteratura, politica, società», 2013, pp. 105-118.

Il potere nell'immagine. Figure del dominio napoleonico fra centro e periferia dell'Impero, in «Letteratura & arte», 11.2013, pp. 29-51.

«E lasciatelo stare quel benedetto Leopardi!». Il tema delle 'due religioni' fra De Sanctis e Settembrini, in «Studi desanctisiani. Rivista internazionale di letteratura, politica, società», 2014, pp. 55-74.

La libertà del prigioniero. Francesco De Sanctis e il Gesù di David Friedrich Strauss, in «Studi desanctisiani. Rivista internazionale di letteratura, politica, società», 2015, pp. 19-41.

Editoriale, «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2015 / 1, pp. 9-10.

Ritratto morale del Novecento. Carlo Levi e Guido Sacerdoti, in «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2015 / 1, pp. 163-170.

«Io nobilito ciò che faccio». Estetica e politica nella riflessione di De Sanctis esule, in Francesco De Sanctis a Torino da esule a ministro, a cura di C. Allasia, L. Nay, Alessandria, Edizioni dell'Orso, 2015, pp. 111-128.

«Sto battagliando per Giacomo Leopardi». De Sanctis e il rapporto fra arte e politica nella fondazione della nuova Italia, in «La parola del testo. Rivista internazionale di letteratura italiana e comparata», 2016 / XX, 1-2, pp. 135-150.

«Senza riti». Carlo Levi e la lotta contro l'idolatria, in «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2016, pp. 47-62.

Incroci desanctisiani sulla scena europea del secondo Ottocento, in «Studi desanctisiani. Rivista internazionale di letteratura, politica, società», 2016, pp. 57-74.

Paura della libertà, passione nella libertà. Fonti e incroci leviani, 1939-1945, in «Forum Italicum», 2016, vol. 50 (2), pp. 437-445.

Editoriale, in «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2017 / 3, pp. 9-10.

Rabdomanzie leviane. Cristo si è fermato a Eboli fra 'utopia concreta' e meridionalismo, in «La Parola del Testo», 2018, XXII, 1-2, pp. 223-233.

Il sogno della storia: una nota su tre teleri del secondo dopoguerra (Guttuso, Levi, Sacerdoti), in «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2018, pp. 157-166.

Editoriale. Con Warburg vivente, in «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2019/ V, pp. 9-10.

Group Portrait with Freethinker: Jacob Moleschott, Risorgimento Culture, and the Italian Nation-Building Process, in Secularities - Freethinkers and the Rise of Nation States in Europe, ed. by C. Kosuch, Berlin, New York, W. de Gruyter, 2020, pp. 109-130.

Debiti di Leopardi, in «Letteratura Italiana Antica», a. XXI - 2020 (Studi di letteratura italiana antica, moderna e contemporanea in onore di Antonio Lanza), a c. di M. Ceci, M. Troncarelli, pp. 481-492.

Pasquale Villani e la lezione dell'umanista nell'era postmetodologica, in corso di stampa («Società e Storia», 2020).

La Madonna del Santobono. Comunità di emozione e religiosità subalterna nella Napoli contemporanea, in Emozioni e luoghi urbani. Immagini, scritture e rappresentazioni, a cura di E. Novi Chavarria, Ph. Martin, in corso di stampa.


È inoltre autrice di numerose recensioni su riviste scientifiche, fra cui «The Journal of European Economic History»; «Il Mestiere di Storico», rivista della SISSCO; «Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken - QFIAB», rivista del Deutsches Historisches Institut Rom.


B. 4 Voci di enciclopedia

1994-1995: collabora alla Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche, a cura dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e della RAI, realizzando numerose interviste a studiosi italiani e stranieri, e l'eventuale traduzione dall'inglese e dal tedesco. Cura fra le altre le seguenti 'voci':
I. Berend, Il processo di modernizzazione in Europa;
R. Cameron, La rivoluzione industriale: invenzione e realtà;
A.M. Fusco, John Maynard Keynes: produzione, salario e lavoro;
P.M. Hohenberg, L'urbanizzazione in Europa;
P. Mathias, La rivoluzione industriale; L'Inghilterra come potenza industriale e marittima; Risorse, mutamento storico, scienza;
P. O' Brien, Due vie per il XX secolo: l'industrializzazione in Inghilterra e in Francia;
S. Pollard, L'industrializzazione in Europa;
H. van der Wee, L'economia occidentale nel secondo dopoguerra.

2014-2015: per il Dizionario Biografico degli Italiani, edito dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana, compila le seguenti voci:
PALADINO, Giuseppe, vol. 80 (2014);
PESCI, Ugo, vol. 82 (2015);
PELLOUX, Luigi Girolamo, vol. 82 (2015);
PETRUCCELLI DELLA GATTINA, Ferdinando, vol. 82 (2015).

B5. Repertori e indici

1987: collabora a: E. Cerrito, Repertorio bibliografico per lo studio delle trasformazioni della società rurale in Campania dal 1915 a oggi, con la collaborazione di Teresa Iannitto, Flavia Lepre, Costanza D'Elia, Maria Luisa Ricciardi, Napoli, Liguori, 1987;
1992: C. D'Elia, Cumulative Indexes of Articles and Book Reviews (1972-1992), in P. Mathias, The Journal of European Economic History: Its First Twenty Years (1972-1992), Special Issue of «The Journal of European Economic History», 1992, 3, pp. 583-979.

B6. Interviste

Per «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2015 / 1, cura Il gatto nella luce: fotografia e soggetto. Conversazione con Antonio Biasiucci (pp. 151-162).

Per «Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine», 2019 / 1, cura Pittogrammi. Centralità dell'immagine e nuovi paradigmi in psicoanalisi. Conversazione con Antonino Ferro (pp. 159-164).

ULTIME PUBBLICAZIONI (selezione)
Costanza D'Elia, Il fantasma della libertà. Figure dello Stato e forme del potere fra Sette e Novecento, Napoli, L’Ancora del Mediterraneo, 2008.
Costanza D’Elia, a cura di, Stato e Chiesa nel Decennio francese, Napoli, Giannini, 2011.
Costanza D'Elia, Il codice della rivoluzione. L’introduzione del nuovo diritto nell’Europa napoleonica, Napoli, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 2012.
Costanza D'Elia, Passione della libertà. Storia di una persona, Napoli, L'Ancora del Mediterraneo, 2013.
Costanza D'Elia, Risorgimento e religione: note sul ‘canone’ e appunti gramsciani, in: Il racconto del Risorgimento nell’Italia nuova tra memorialistica, narrativa, drammaturgia, a cura di T. Iermano e P. Sabbatino, Napoli, ESI, 2012.
Costanza D'Elia. Risorgimento and Religion: Notes on the Canon and Gramscian Annotations, in: “Journal of Modern Italian Studies”, 2012, 5.
Costanza D'Elia, Napoleonische Herrschaft in Text und Bild, in: Napoleonische Expansionspolitik. Okkupation oder Integration?, a cura di G. Braun, G. Clemens, L. Klinkhammer, A. Koller, Berlin / New York, Walter de Gruyter, 2013.
Costanza D'Elia, Deriva con spettatore. Il Regno d’Etruria nei rapporti di Giuseppe de Silva, informatore di Acton, in: Spagnoli a Palazzo Pitti: il Regno d’Etruria (1801-1807), a cura di M. Manfredi, Firenze, Consiglio Regionale della Toscana, 2013.
Costanza D'Elia, "Esatta dolcezza". Alberto Savinio e la Linea Leopardi, in T. Iermano, P. Sabbatino, a cura di, Passione Savinio. Letteratura arte politica (1952-2012), Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2013.
Costanza D'Elia, "Tempo dell'anima". Appunti sul Leopardi di De Sanctis, in "Studi desanctisiani", 2013.
Costanza D'Elia, "E lasciatelo stare quel benedetto Leopardi!". Il tema delle 'due religioni' fra De Sanctis e Settembrini, in "Studi desanctisiani", 2014.
Costanza D'Elia, La libertà del prigioniero. Francesco De Sanctis e il Gesù di David Friedrich Strauss, in "Studi desanctisiani", 2015.
Costanza D'Elia, Ritratto morale del Novecento. Carlo Levi e Guido Sacerdoti, in "Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine", 2015.
Costanza D'Elia, "Senza riti". Carlo Levi e la lotta contro l'idolatria, in "Visual History. Rivista internazionale di storia e critica dell'immagine", 2016.
Costanza D'Elia, Incroci desanctisiani sulla scena europea del secondo Ottocento, in "Studi desanctisiani", 2016.
Costanza D'Elia, Debiti di Leopardi, in «Letteratura Italiana Antica», a. XXI - 2020 (Studi di letteratura italiana antica, moderna e contemporanea in onore di Antonio Lanza), a c. di M. Ceci, M. Troncarelli, pp. 481-492.
Group Portrait with Freethinker: Jacob Moleschott, Risorgimento Culture, and the Italian Nation-Building Process, in Secularities - Freethinkers and the Rise of Nation States in Europe, ed. by C. Kosuch, Berlin, New York, W. de Gruyter, 2020, pp. 109-130.
Costanza D'Elia, Le pagine e la vita. Francesco De Sanctis nella cultura europea del secondo Ottocento. Napoli, Società Napoletana di Storia Patria, 2020.