Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scheda Docente

ESPOSITO GIOVANNI - Docente di ruolo - altro ateneo

English version

Afferente a: Dipartimento: Ingegneria Civile e Meccanica

Settore Scientifico Disciplinare: ICAR/03

Orari di ricevimento: Lunedì 10.00 - 12.00 Martedì 10.00 - 12-00 Giovedì 15.00 - 17.00

Recapiti:
E-Mail: giovanni.esposito@unicas.it

Prenotazione appello

E' possibile prenotarsi ad un appello d'esame, collegandosi al portale studenti.

Elenco appelli d'esame disponibili

    Al momento non ci sono appelli disponibili.

CURRICULUM UNIVERSITARIO

28/03/2000 – Laurea con lode in Ingegneria Civile indirizzo Idraulica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

19/01/2004 – Dottore di Ricerca in Ingegneria Idraulica e Ambientale – XVI ciclo – presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

01/03/2005 – Ricercatore Universitario di Ingegneria Sanitaria-Ambientale presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

01/11/2014 – Professore Associato di Ingegneria Sanitaria-Ambientale presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

12/2014 – Abilitazione Scientifica Nazionale a Professore Ordinario di Ingegneria Sanitaria-Ambientale.


ATTIVITÀ SCIENTIFICA

L’attività di ricerca di Giovanni Esposito è stata sviluppata presso dipartimenti e laboratori nazionali (Dipartimento di Ingegneria Idraulica ed Ambientale Girolamo Ippolito – Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica – Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Sezione Depurazione e Ciclo dell’Acqua – ENEA di Bologna) ed esteri (Dipartimento di Tecnologia Ambientale – Università di Wageningen, Olanda, Laboratoire Géomatériaux et Environnement - Universitè Paris-Est) nel campo del trattamento e riutilizzo delle acque e dei rifiuti solidi, riguardando in particolare le seguenti tematiche: rimozione biologica aerobica dei composti dell’azoto dalle acque, depurazione biologica anaerobica di acque reflue industriali ricche di composti dello zolfo, composti dell’azoto e metalli pesanti, bio-recupero di metalli pesanti dalle acque reflue, caratteristiche di qualità dell'acqua nei sistemi acquedottistici, processi di ossidazione chimica avanzata, digestione anaerobica di fanghi e rifiuti organici e recupero di bio-energia, trattamento di suoli e sedimenti contaminati da IPA e/o metalli pesanti. Le ricerche sono state condotte sia su base sperimentale sia attraverso modellazioni teorico/matematiche, portando alla redazione di 150 pubblicazioni nazionali ed internazionali su riviste, libri e atti di convegno.


DATI BIBLIOMETRICI

N.ro totale di pubblicazioni (Scopus): 95
H index (Scopus): 15
N.ro totale citazioni (Scopus): 758


PROGETTI DI RICERCA INTERNAZIONALI AMMESSI AL FINANZIAMENTO SULLA BASE DI BANDI COMPETITIVI

2007-2008 – Coordinatore Generale
Progetto di Ricerca MRI Application to Measure Local Flow Velocities in Anaerobic Bioreactors and Investigate Substrate Transport in the Bulk Phase and in the Biofilm Matrix, finanziato dalla Commissione Europea per lo svolgimento di attività sperimentali coordinate da Giovanni Esposito presso il Nuclear Magnetic Resonance Centre di Wageningen (Olanda).

2009-2017 – Coordinatore Generale
Dottorato Internazionale "Erasmus Mundus" Environmental Technologies for Contaminated Solids, Sites and Sediments (EteCoS3), finanziato, per 5 cicli di dottorato, dalla Education, Audiovisual and Culture Executive Agency (EACEA) della Directorate-General for Education and Culture (DG EAC) della Commissione Europea (finanziamento superiore a € 5.000.000,00).

2015–2018 – Coordinatore Generale
Marie Curie European Joint Doctorate in Advanced Biological Waste to Energy Technologies (ABWET), finanziato dalla Research Executive Agency (REA) della Commissione Europea nell'ambito del Programma HORIZON 2020 (finanziamento: € 4.000.000,00).

2011-2014 – Responsabile Unità locale
Co-finanziamento del Dottorato Internazionale "Erasmus Mundus" Environmental Technologies for Contaminated Solids, Sites and Sediments (EteCoS3), nell'ambito del "Mediterranean Office for Youth Pilot Programme for Mobility of Students and Young Professionals".

2012-2014 - Responsabile Unità locale
Co-finanziamento del Dottorato Internazionale "Erasmus Mundus" Environmental Technologies for Contaminated Solids, Sites and Sediments (EteCoS3), nell'ambito del Programma VINCI 2012 Chapter 4 (Collaboration between French and Italian PhD Schools) Programme, finanziato dall'Università Italo-Francese.

2013-2016 – Responsabile di Unità Locale
COST Action ES1302 European network on ecological functions of trace metals in anaerobic biotechnologies, finanziato dalla Commissione Europea. Giovanni Esposito è il rappresentante dell'Italia nella Management Committee.

2015-2017 – Responsabile di Unità Locale
Secondo Co-finanziamento del Dottorato Internazionale "Erasmus Mundus" Environmental Technologies for Contaminated Solids, Sites and Sediments (EteCoS3), nell'ambito del "Mediterranean Office for Youth Pilot Programme for Mobility of Students and Young Professionals".


PROGETTI DI RICERCA NAZIONALI AMMESSI AL FINANZIAMENTO SULLA BASE DI BANDI COMPETITIVI

2006-2008 – Responsabile di Unità Locale
Progetto di Ricerca Modellazione matematica dei processi di co-digestione della FORSU e dei fanghi della depurazione, finanziato dal MIUR nell’anno 2006 nell’ambito del Programma di Ricerca di Interesse Nazionale dal titolo Trattamenti avanzati per la valorizzazione dei rifiuti organici ai fini energetici e del riuso.

2011-2013 – Responsabile di Unità Locale
Progetto di ricerca "Trattamento e valorizzazione dei fanghi prodotti negli impianti MBR", finanziato dal MIUR nell’ambito del Programma di Ricerca di Interesse Nazionale dal titolo "Caratterizzazione microbiologica, chimico-fisica e cinetica delle biomasse negli impianti di trattamento delle acque reflue che utilizzano bioreattori a membrana (MBR), finalizzata all'ottimizzazione delle condizioni di funzionamento ed alla modellazione matematica dei processi depurativi".

2011-2013 – Coordinatore Generale
Co-finanziamento del Dottorato Internazionale "Erasmus Mundus" Environmental Technologies for Contaminated Solids, Sites and Sediments (EteCoS3), nell'ambito del Programma Cooperlink 2011 del MIUR.

2014-2017 – Responsabile di Unità Locale
Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale "Energy consumption and GreenHouse Gas (GHG) emissions in the wastewater treatment plants: a decision support system for planning and management", finanziato dal MIUR.


ATTIVITÀ DIDATTICA
Giovanni Esposito ha svolto un’intensa attività didattica, sia come docente, nell’ambito di corsi di laurea e di master universitari, sia come relatore di tesi di laurea e come componente di commissioni di esame. Per quanto riguarda in particolare l’attività di docenza, ha tenuto vari corsi (Ingegneria Sanitaria Ambientale, Impianti di Trattamento delle Acque Reflue, Inquinamento Ambientale) per un totale di 21 CFU medi all’anno presso l’Università degli Studi di Cassino dall’a.a. 2004/05 all’a.a. 2015/16.

Inoltre negli anni accademici 2010/2011 e 2011/2012 ha tenuto il corso "Wastes and wastewater anaerobic digestion: Technologies and modelling" presso l'Università di Parigi-Est e nell’a.a. 2015-2016 il corso “Mathematical modelling of bioreactors for wastewaters and solid waste treatment” presso l’UNESCO-IHE di Delft.

È stato, inoltre, relatore di più di 60 tesi di Laurea, tutor di 26 dottorandi di ricerca e co-tutor di 16 dottorandi di ricerca iscritti presso l'University of Paris-Est (Francia) e l'UNESCO-IHE (Olanda).


PREMI E ALTRI RICONOSCIMENTI

2000 – Premio di Laurea per giovani laureati in discipline tecnico-economiche bandito dalla Fondazione Politecnica per il Mezzogiorno d’Italia.

2002 – Grant Marie Curie finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del Quinto Programma Quadro (FP5) e del Programma Improving Human Research Potential & the Socio-economic Knowledge Base per svolgere attività di ricerca (Gennaio-Dicembre 2002) presso l’Università di Wageningen (Olanda).

29 Agosto - 18 Settembre 2004: Grant della Commissione Europea come Visiting Researcher presso l'Università di Wageningen (Olanda) nell'ambito del Network on Biomass Fermentation Towards Usage in Fuel Cells (BFCNet).

10 - 30 Settembre 2007: Travel Grant della Commissione Europea per lo svolgimento di attività sperimentali presso il Nuclear Magnetic Resonance Centre di Wageningen (Olanda) - Progetto di Ricerca "MRI Application to Measure Local Flow Velocities in Anaerobic Bioreactors and Investigate Substrate Transport in the Bulk Phase and in the Biofilm Matrix".

31 Maggio - 29 Giugno 2011: Visiting Professor (ufficiale e retribuito) presso l'Università di Paris-Est (Francia).

dal 2008 è membro del comitato editoriale della rivista “The Open Environmental Engineering Journal” (ISSN 1874-8295)

dal 2012 è editore associato della rivista “International Journal of Environmental Pollution and Solutions” (ISSN 2163-212X)

È, inoltre, revisore di 24 riviste internazionali censite su Scopus e WoK.

L’attività di ricerca di Giovanni Esposito è stata sviluppata presso dipartimenti e laboratori nazionali (Dipartimento di Ingegneria Idraulica ed Ambientale Girolamo Ippolito – Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica – Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Sezione Depurazione e Ciclo dell’Acqua – ENEA di Bologna) ed esteri (Dipartimento di Tecnologia Ambientale – Università di Wageningen, Olanda, Laboratoire Géomatériaux et Environnement - Universitè Paris-Est) nel campo del trattamento e riutilizzo delle acque e dei rifiuti solidi, riguardando in particolare le seguenti tematiche: rimozione biologica aerobica dei composti dell’azoto dalle acque, depurazione biologica anaerobica di acque reflue industriali ricche di composti dello zolfo, composti dell’azoto e metalli pesanti, bio-recupero di metalli pesanti dalle acque reflue, caratteristiche di qualità dell'acqua nei sistemi acquedottistici, processi di ossidazione chimica avanzata, digestione anaerobica di fanghi e rifiuti organici e recupero di bio-energia, trattamento di suoli e sedimenti contaminati da IPA e/o metalli pesanti. Le ricerche sono state condotte sia su base sperimentale sia attraverso modellazioni teorico/matematiche, portando alla redazione di 150 pubblicazioni nazionali ed internazionali su riviste, libri e atti di convegno.

[Ultima modifica: mercoledì 30 novembre 2016]