Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Scheda Docente

NAPOLITANO MICHELE - Professore Ordinario

English version

Afferente a: Dipartimento: Lettere e filosofia

Settore Scientifico Disciplinare: L-FIL-LET/02

Orari di ricevimento: martedì 10-11

Recapiti:
E-Mail: michele.napolitano@unicas.it
mnpl68@hotmail.com

  • Insegnamento LETTERATURA GRECA I (43206)

    Primo anno di Lettere (L-10), Classico
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 12,00

    Programma:
    Periodizzazione e storia dei generi letterari greci; lineamenti di storia della lingua greca; fondamenti di prosodia e di metrica. Lettura di Omero, Odissea, libro XXII.

    Testi:
    Pagine scelte, e indicate durante il corso, dei seguenti volumi: L. E. Rossi, Letteratura greca, Firenze, Le Monnier, 1995; L. E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca, 1. L’età arcaica, Firenze, Le Monnier, 2002; 2 A-B. L'età classica, Firenze, Le Monnier, 2003; A. Aloni (a c. di), La lingua dei Greci. Corso propedeutico, Roma, Carocci, 2011 (2. ed.); A. C. Cassio (a c. di), Storia delle lingue letterarie greche, Milano, Le Monnier Università, 2008; M. C. Martinelli, Gli strumenti del poeta. Elementi di metrica greca, Bologna, Cappelli, 1995. Per Omero il testo di riferimento sarà quello edito nel sesto tomo dell’Odissea della Fondazione Lorenzo Valla (ne sarà fornita xerocopia a lezione). Per opportuni approfondimenti si segnala A. Ercolani, Omero. Introduzione allo studio dell’epica greca arcaica, Roma, Carocci, 2016. Ulteriore materiale verrà fornito a lezione in xerocopia

    Valutazione:
    La prova orale, della durata indicativa di 30 minuti, prevede almeno tre domande e permette di evidenziare il livello di approfondimento e di consapevolezza raggiunto nello studio della materia.

  • Insegnamento LETTERATURA GRECA I (50255)

    Primo anno di Lettere (LM-14), Antico e medievale
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 6,00

    Programma:
    Lettura dei Cavalieri di Aristofane.

    Testi:
    Pagine scelte, e indicate durante il corso, dei seguenti volumi: L. E. Rossi, Letteratura greca, Firenze, Le Monnier, 1995; L. E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca, 2 A-B. L'età classica, Firenze, Le Monnier, 2003; A. Aloni (a c. di), La lingua dei Greci. Corso propedeutico, Roma, Carocci, 2011 (2. ed.); A. C. Cassio (a c. di), Storia delle lingue letterarie greche, Milano, Le Monnier Università, 2008. Per Aristofane: Aristofane. I Cavalieri. A c. di G. Paduano. Testo greco a fronte, Milano 2009. Per un orientamento generale su Aristofane G. Mastromarco, Introduzione a Aristofane, Roma-Bari 1994. Ulteriore materiale verrà fornito a lezione in xerocopia.

    Valutazione:
    La prova orale, della durata indicativa di 30 minuti, prevede almeno tre domande e permette di evidenziare il livello di approfondimento e di consapevolezza raggiunto nello studio della materia.

  • Insegnamento LETTERATURA GRECA II (43207)

    Secondo anno di Lettere (L-10), Classico
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 12,00

    Programma:
    Periodizzazione e storia dei generi letterari greci; lineamenti di storia della lingua greca; fondamenti di prosodia e di metrica. Lettura di Omero, Odissea, libro XXII.

    Testi:
    Pagine scelte, e indicate durante il corso, dei seguenti volumi: L. E. Rossi, Letteratura greca, Firenze, Le Monnier, 1995; L. E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca, 1. L’età arcaica, Firenze, Le Monnier, 2002; 2 A-B. L'età classica, Firenze, Le Monnier, 2003; A. Aloni (a c. di), La lingua dei Greci. Corso propedeutico, Roma, Carocci, 2011 (2. ed.); A. C. Cassio (a c. di), Storia delle lingue letterarie greche, Milano, Le Monnier Università, 2008; M. C. Martinelli, Gli strumenti del poeta. Elementi di metrica greca, Bologna, Cappelli, 1995. Per Omero il testo di riferimento sarà quello edito nel sesto tomo dell’Odissea della Fondazione Lorenzo Valla (ne sarà fornita xerocopia a lezione). Per opportuni approfondimenti si segnala A. Ercolani, Omero. Introduzione allo studio dell’epica greca arcaica, Roma, Carocci, 2016. Ulteriore materiale verrà fornito a lezione in xerocopia

    Valutazione:
    La prova orale, della durata indicativa di 30 minuti, prevede almeno tre domande e permette di evidenziare il livello di approfondimento e di consapevolezza raggiunto nello studio della materia.

  • Insegnamento LETTERATURA GRECA II (50257)

    Secondo anno di Lettere (LM-14), Antico e medievale
    Crediti Formativi Universitari (CFU): 6,00

    Programma:
    Lettura dei Cavalieri di Aristofane.

    Testi:
    La prova orale, della durata indicativa di 30 minuti, prevede almeno tre domande e permette di evidenziare il livello di approfondimento e di consapevolezza raggiunto nello studio della materia.

    Valutazione:
    La prova orale, della durata indicativa di 30 minuti, prevede almeno tre domande e permette di evidenziare il livello di approfondimento e di consapevolezza raggiunto nello studio della materia.

Prenotazione appello

E' possibile prenotarsi ad un appello d'esame, collegandosi al portale studenti.

Elenco appelli d'esame disponibili

    Al momento non ci sono appelli disponibili.

CURRICULUM

Michele Napolitano, dopo aver conseguito al termine dell'anno scolastico 1986-87, e con il massimo dei voti, la maturità classica presso il Liceo Classico Francesco Vivona in Roma, ha seguito, a partire dal mese di novembre del 1987, i corsi della facoltà di Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Dopo aver seguito un coerente indirizzo antichistico, ha conseguito la laurea in Lettere presso la medesima Università il 13 luglio 1992, discutendo una tesi in Letteratura Greca dal titolo: Gli Adulatori di Eupoli, relatore il prof. Luigi Enrico Rossi, riportando la votazione di 110/110 e lode.
E' risultato vincitore (data della prova orale: 10/12/1992) all'esame di ammissione al Corso di Dottorato di Ricerca in Letteratura e Filologia Greca, VIII ciclo, istituito presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Urbino; ha conseguito il titolo di dottore di ricerca discutendo il 16 ottobre 1996 una tesi di Dottorato dal titolo: I Kolakes di Eupoli. Introduzione, traduzione e commento, tutore il prof. Roberto Pretagostini.

Per gli anni accademici 1997/98, 1998/99 e 1999/2000 Michele Napolitano è stato cultore della materia per la cattedra di Grammatica greca e latina (titolare dell’insegnamento: prof. Albio Cesare Cassio) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Per gli anni accademici 1996/97, 1997/98 e 1998/99 ha ricoperto come docente a contratto (ex art. 100) l'insegnamento di Storia della lingua greca presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Cassino; per l'anno accademico 1999/2000 ha ricoperto come docente a contratto (ex art. 100) presso la medesima Facoltà di Lettere e Filosofia l'insegnamento di Letteratura greca (mutuato per Storia della lingua greca).
Risultato vincitore di concorso per un posto di ricercatore per la classe L06C (Lingua e letteratura greca), ha preso servizio il 2.11.2000 presso la medesima Facoltà di Lettere e Filosofia come ricercatore non confermato per la classe relativa al posto bandito a concorso; a partire dal medesimo anno accademico (2000/01), e fino all’anno accademico 2002/03, ha ininterrottamente ricoperto per affidamento l'insegnamento di Lingua e letteratura greca (L-FIL-LET/02). Nel corso del solo anno accademico 2001/02 ha inoltre ricoperto per supplenza l’insegnamento di Storia greca.
Risultato idoneo in sede di valutazione comparativa per un posto di professore associato relativo al medesimo settore scientifico-disciplinare, è stato chiamato dall’Università di Cassino a ricoprire l’insegnamento di Letteratura greca presso la Facoltà di Lettere e Filosofia del medesimo ateneo (data della presa di servizio: primo aprile 2005; data della conferma in ruolo: primo aprile 2008).
Nel corso degli anni accademici 2009/2010 e 2010/2011 ha ricoperto per affidamento esterno l’insegnamento di Letteratura greca presso la Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università “La Sapienza” di Roma per due moduli di Metrica greca pari a 6 + 6 CFU.
È risultato abilitato in prima fascia alla fine della tornata 2012 dell’Abilitazione Scientifica Nazionale per il settore concorsuale 10/D2 ‘Lingua e letteratura greca’.

Fa parte dalla fondazione del comitato di redazione della rivista “Seminari Romani di cultura greca”, della quale è adesso condirettore. Dalla fondazione, e fino al 2009, è stato membro del comitato di redazione della rivista “Segno & testo”. Fa inoltre parte del comitato scientifico della nuova serie di “Studia Oliveriana” e di quello della nuova serie di “Vichiana”.

È stato membro del consiglio dei docenti del dottorato di ricerca in “Scienze del testo e del libro manoscritto” (Cassino), ed è adesso membro del consiglio dei docenti del Corso di dottorato in ‘Literary and Historical Sciences in The Digital Age’ (Cassino). È stato inoltre membro del consiglio dei docenti del dottorato in “Filologia e letterature greca e latina” (Chieti).

I suoi interessi scientifici, di studio e di ricerca, si sono concentrati soprattutto sul teatro attico di quinto secolo, e in particolare sulla Commedia Antica e sul dramma satiresco, sulla lirica arcaica e tardo-arcaica, su problemi di metrica, e su questioni di fortuna del classico, soprattutto in ambito storico-musicale.

Ha trascorso numerosi periodi di studio a Vandœuvres presso la “Fondation Hardt pour l'étude de l'antiquité classique” (30 maggio - 18 giugno 1994; 12-24 ottobre 1998; 29 maggio - 17 giugno 2000; 18 febbraio - 2 marzo 2002; 20 settembre - 2 ottobre 2004; 5-17 marzo 2007; 3-15 marzo 2008; 9-28 marzo 2009).
Ha usufruito di una borsa DAAD della durata complessiva di tre mesi (1/9/1996 - 30/11/1996) per un soggiorno di studio presso il Philologisches Seminar dell'Università di Tübingen.
Ha inoltre trascorso brevi periodi di studio presso il Philologisches Seminar della Albert-Ludwigs-Universität di Freiburg im Breisgau (19 settembre - 1 ottobre 2006) e il Seminar für klassische Philologie della Georg-August-Universität di Göttingen (settembre-ottobre 2009; giugno-luglio 2011).

A partire dal 1992 ha tenuto regolarmente relazioni nell'ambito del seminario di Letteratura greca coordinato dal prof. Luigi Enrico Rossi presso l'Università di Roma “La Sapienza”; ha tenuto inoltre seminari e lezioni presso le Università di Verona (6 marzo 2001), Padova (28 giugno 2002), L’Aquila (26 febbraio 2004), Ferrara (28 ottobre 2004), Freiburg im Breisgau (11 luglio 2005), Córdoba, Argentina (6 agosto 2007), Buenos Aires (8 agosto 2007), Milano “Cattolica” (27 novembre 2007), Bologna (18 e 19 dicembre 2008), Göttingen (6 luglio 2011), RomaTre (25 novembre 2011), Roma “La Sapienza” (12 gennaio 2012), Milano “Cattolica” (27 marzo 2014), Cagliari (2 e 3 maggio 2016).

Ha tenuto relazioni nelle seguenti occasioni:
“Il teatro dal mondo antico ad oggi”, organizzato dal Liceo Classico ‘Marcantonio Flaminio’ di Vittorio Veneto, tenutosi nei giorni 24 e 25 novembre 1995 (titolo della relazione: Aristofane. Il teatro e la polis, poi pubblicata negli atti del convegno);
“Form und Funktion von Verspottung in der Alten attischen Komödie”, convegno internazionale tenutosi a Freiburg im Breisgau dal 4 al 6 luglio 2001 (titolo della relazione: Onomastì komodeîn e strategie argomentative in Aristofane (a proposito di Ar. Ach. 703-718, poi pubblicata negli atti del convegno);
“Vino e teatro sotto il segno di Dioniso”, seminario di studi organizzato dal Dipartimento di Glottologia e Filologia Classica dell’Università degli Studi di Udine, e tenutosi a Udine il giorno 24 maggio 2003 (titolo della relazione: Le istituzioni ateniesi del vino nel Ciclope di Euripide);
“Diafonie. Esercizi sul comico”, seminario di studi organizzato dal Dipartimento di Scienze dell'Antichità e del Vicino Oriente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, e tenutosi il giorno 25 maggio 2006 (titolo della relazione: Aprosdoketon: modi e forme in Aristofane, poi pubblicata negli atti del convegno);
Jornadas Internacionales de Estudios Clásicos «Ordia Prima», organizzate dalla Escuela de Letras della Facultad de Filosofía y Humanidades della Universidad Nacional de Córdoba (Argentina), tenutesi nei giorni 2, 3 e 4 agosto 2007, per un ciclo di lezioni dedicate ai Kolakes di Eupoli;
“Oikos: spazio architettonico, sociale, letterario”, secondo seminario di Letteratura greca ‘Luigi Enrico Rossi’, tenutosi presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma il 23 maggio 2011 (titolo della relazione: Callia e l'ombra di Pericle. Polis e oikos nei Kolakes di Eupoli’);
“Dal mito alla storia”, convegno tenutosi presso il Liceo Classico ‘Marcantonio Flaminio’ di Vittorio Veneto il 6 ottobre 2011 (titolo della relazione: Antigone e Aldo Moro: le ragioni di un accostamento);
“Metrica, musica e mente. Implicazioni linguistiche, metriche e cognitive nel verso cantato”, convegno internazionale organizzato dal Dipartimento di Studi Europei, Americani e Interculturali dell’Università di Roma “La Sapienza”, tenutosi nei giorni 23-25 febbraio 2012 (titolo della relazione: Poesia e musica in Grecia arcaica e classica. Alcune riflessioni, in corso di stampa negli atti del convegno).
Per l’Associazione Italiana di Cultura Classica (AICC) ha tenuto una conferenza dal titolo La commedia attica antica come commedia politica (Roma, Liceo “Giulio Cesare” - 2 febbraio 2012).
In seno ai ‘Colloquia’ 2012 della Sezione musicologica del Dipartimento di Studi greco-latini, italiani, scenico-musicali ha tenuto una conferenza dal titolo L’antico e la musica in Germania nella prima metà del Novecento: Strauss e Furtwängler (16 aprile 2012)
A conclusione della ‘Scuola estiva di metrica e ritmica greca’ organizzata presso l’Univeristà degli Studi di Urbino ‘Carlo Bo’ nei giorni 3-7 settembre 2012, ha preso parte alla tavola rotonda intitolata ‘La strofica. Forme musicali del canto corale tra teoria antica e edizioni moderne’, tenutasi il 7 settembre 2012.
Ha preso parte alla tavola rotonda che ha chiuso la presentazione degli Scritti di metrica di Roberto Pretagostini (Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2011), tenutasi presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria il 14 marzo 2013.
In seno all’edizione 2013 di ‘Classici contro’, centrata sul tema: ‘Bellezza. Etica ed estetica per i cittadini d’Europa. Metafore assolute’, ha tenuto una relazione dal titolo Musica, piacere e bellezza nella Commedia: tra trionfo e disinganno (Vicenza, Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari, 12 aprile 2013).
Per l’edizione 2013 di ‘CassinOrienta’ ha tenuto presso il Liceo Classico ‘Carducci’ di Cassino, il 16 aprile 2013, una lezione dal titolo Le condizioni della comunicazione letteraria in Grecia arcaica e classica.
In seno all’edizione 2013 de ‘La forza della poesia’, dedicata a Omero, e svoltasi presso le Scuderie Aldobrandini di Frascati dal 6 al 10 maggio 2013, ha tenuto, l’8 maggio 2013, una relazione dal titolo Ulisse e il fantasma delle Sirene. Riflessioni sull’Ulisse di Luigi Dallapiccola.
In occasione della seduta conclusiva (‘La musica greca: sommersa o perduta?’) dei Seminari di Letteratura Greca “Luigi Enrico Rossi” 2012/2013, dedicati al tema ‘Letteratura greca sommersa: spazi, codici, occasioni’, ha tenuto, il 9 maggio 2013, una relazione dal titolo La cathédrale engloutie. La musica greca antica nella prospettiva del sommerso.
Per gli studenti delle terze liceali ha tenuto il 21 maggio 2013 presso il Liceo Classico ‘Carducci’ di Cassino una lezione dedicata al Ciclope di Euripide.
Ha preso parte il 31 maggio 2013 con una relazione dal titolo Il Ciclope di Euripide: appunti di un traduttore occasionale al convegno ‘Dell’arte del tradurre: problemi e riflessioni’ svoltosi presso “Sapienza. Università di Roma” e organizzato dal Dipartimento di Scienze dell’Antichità della Facoltà di Lettere e Filosofia della “Sapienza” e da ‘Theatron. Teatro antico alla Sapienza’.
A conclusione della ‘Scuola estiva di metrica e ritmica greca’ organizzata presso l’Univeristà degli Studi di Urbino ‘Carlo Bo’ nei giorni 2-6 settembre 2013, e dedicata al tema ‘Modelli classici e tecniche versificatorie ellenistiche’, ha tenuto una relazione dal titolo L’esametro di Hermann Fränkel e l’esametro di Luigi Enrico Rossi: un tentativo di bilancio.
Nell’ambito del ciclo ‘Musica e dintorni. Conversazioni sull’arte del suono’ organizzato dall’Associazione Musicale Luigi Antonio Sabatini (AMLAS) di Albano Laziale ha tenuto il 22 novembre 2013, presso il Museo Diocesano di Albano Laziale, una conferenza dal titolo Richard Wagner e la tragedia greca.
Il 28 febbraio 2014 è intervenuto sul tema ‘Wagner e la tragedia greca’ in seno a una giornata di studio organizzata dall’INDA, tenutasi a Roma presso il Liceo ‘Giulio Cesare’ e intitolata ‘Potere e politica: attualità della tragedia greca’.
Il 9 maggio 2014 ha preso parte alla IV giornata di studio su Aristofane (Aristophaneia) organizzata dal Liceo Classico e Linguistico Statale Aristofane di Roma, tenutasi presso l’aula Odeion del Museo dell’Arte Classica dell’Università “La Sapienza”, con una lezione dal titolo I finali di Aristofane tra trionfo e disincanto.
Ha preso parte al Convegno Internazionale ‘La commedia greca’ organizzato dalla AICC di Trento in collaborazione con la Heidelberger Akademie der Wissenschaften, tenutosi a Trento dal 4 al 6 giugno 2015, con una relazione dal titolo ‘Alcune riflessioni sui finali di Aristofane’.
Ha preso parte al Convegno Internazionale ‘La commedia attica antica. Forme e contenuti’, organizzato dal Dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Tardoantico dell’Università degli Studi di Bari ‘Aldo Moro’ in collaborazione con il Seminar für klassische Philologie della Albert-Ludwigs-Universität di Freiburg im Breisgau e con la Heidelberger Akademie der Wissenschaften, tenutosi a Bari il 12 e 13 novembre 2015, con una relazione dal titolo ‘I finali di Aristofane, tra utopia e disincanto’.
Nell’ambito del ciclo ‘Musica e dintorni. Conversazioni sull’arte del suono’ organizzato dall’Associazione Musicale Luigi Antonio Sabatini (AMLAS) di Albano Laziale ha tenuto il 28 novembre 2015, presso il Museo Diocesano di Albano Laziale, una conferenza dal titolo Emil Gilels a cent’anni dalla nascita.
Ha preso parte al convegno ‘Per un lessico della commedia greca’ organizzato dal Dipartimento di Studi Letterari, Filologici e Linguistici della Facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Milano in collaborazione con le Università di Bologna, di Bari ‘Aldo Moro’ e di Pisa, tenutosi a Milano il 2 e il 3 febbraio 2016, con una relazione dal titolo ‘Forma e funzione del prologo nella commedia attica di quinto secolo’.
Ha preso parte al convegno di studi ‘Giuseppe Schiassi filologo classico’, tenutosi l’8 aprile 2016 presso la Biblioteca Zambeccari del Liceo Galvani di Bologna, con una relazione dal titolo ‘Schiassi e i frammenti di Eupoli’.
Nell’ambito, congiuntamente, dei Colloquia 2016 di Musicologia organizzati dal Dipartimento di Studi greco-latini, italiani, scenico-musicali della ‘Sapienza’ e dei Seminari di Letteratura greca “Luigi Enrico Rossi” organizzati dal Dipartimento di Scienze dell’Antichità della ‘Sapienza’ intorno al tema ‘La città, la parola, la scena: nuove ricerche su Eschilo’, ha tenuto, il 18 aprile 2016, presso l’aula ‘Odeion’ del Museo dell’Arte Classica della ‘Sapienza’, un seminario dal titolo ‘Epifanie di Eschilo nel teatro in musica del Novecento’.
Ha preso parte al Convegno Internazionale ‘Scrittori che traducono scrittori. Traduzioni ‘d'autore’ da classici latini e greci nella letteratura italiana del Novecento’, organizzato dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna/Ravenna, tenutosi a Ravenna il 21 e 22 aprile 2016, con una relazione dal titolo ‘Note di lettura alla Teogonia esiodea nella traduzione di Cesare Pavese’.
Il 2 e 3 maggio 2016 è stato ospite del Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università degli Studi di Cagliari per due seminari, il primo intitolato ‘Modi e forme del prologo in Aristofane. Il caso degli Acarnesi e dei Cavalieri’, il secondo dal titolo ‘Dal laboratorio del nuovo Lustrum metrico: le sezioni corali della Pace di Aristofane’.










Volumi

Girolamo Mercuriale, De arte gymnastica. Luoghi scelti, tradotti e annotati da Michele Napolitano. Intr. di Robert Stalla, Roma 1996
Euripide. Ciclope. Intr., trad. e comm. di Michele Napolitano, premessa di Luigi Enrico Rossi, Venezia 2003 (2. ed. 2016)
I Kolakes di Eupoli. Introduzione, traduzione, commento, Mainz 2012 (‘Studia Comica’ 4)
Cadenze d’inganno. Scritti di musica, Brescia (Atì editore) 2016



Articoli

Euripide, Cycl. 14-15, “Bollettino dei Classici dell’Accademia dei Lincei” 13 (1992), 117-123
Ariphrades poneros: una riconsiderazione (Ar. Eq. 1274-1289), "Quaderni Urbinati di Cultura Classica" n. s. 48, n. 3 (1994), 67-92
Addendum. A proposito dei Polymnesteia di Arifrade nei Cavalieri di Aristofane, “Quaderni Urbinati di Cultura Classica” n. s. 50, n. 2 (1995), 67-70
Introduzione a Senofonte. Apologia di Socrate, trad. it. di M. Dorati, Milano 1995, pp. 7-30
Il libro “Sulle pietre” di Teofrasto. Prima traduzione italiana con un vocabolario dei termini mineralogici, “Rendiconti Lincei. Scienze fisiche e naturali” s. IX, vol. VIII, fasc. 3, Roma 1996, pp. 151-234 (in collaborazione con A. Mottana)
La modulazione ritmica nella prassi poetica greca, “Quaderni Urbinati di Cultura Classica” n. s. 52, n. 1 (1996), 179-196
Del bere sangue e di Teognide-cane (a proposito di Theogn. 341-350), “Eikasmos” 7 (1996), 65-79
rec. a: Lexicon Menandreum. Cur. G. Pompella, Hildesheim - Zürich - New York 1996, “Res Publica Litterarum” 20 (1997), 222-225
Un caso di probabile logos angelikos paratragico nei Kolakes di Eupoli, “Seminari Romani di cultura greca” 1 (1998), 289-298
Sul graffito di Mogea (CEG I 446): dono nuziale o Witz da simposio?, “Zeitschrift für Papyrologie und Epigraphik” 125 (1999), 25-38
Aristofane: il teatro e la polis, in A. Camerotto - R. Oniga (a cura di), La parola nella città. Studi sulla ricezione del teatro antico. Atti del convegno di Vittorio Veneto, 24-25 novembre 1995, Udine 1999, 35-49
Note all’iporchema di Pratina (PMG 708 = TrGF I 4 F 3), in A. C. Cassio - D. Musti - L. E. Rossi (a cura di), Synaulia. Cultura musicale in Grecia e contatti mediterranei, “AION” sez. filol.-lett., 4. quad., Napoli 2000, 111-155
L’esametro greco: storia e forme, rec. a: M. Fantuzzi - R. Pretagostini (a cura di), Struttura e storia dell'esametro greco, I-II, Roma 1995-1996, "Rivista di Filologia e Istruzione Classica" 127, 1999, 107-125
Odisseo simposiarca fraudolento e Polifemo simposiasta raggirato nel Ciclope di Euripide, in G. Arrighetti - M. Tulli (a cura di), Letteratura e riflessione sulla letteratura nella cultura classica. Atti del convegno, Pisa, 7-9 giugno 1999, Pisa 2000, 51-63
Simonide, fr. 531. 3 Page: pro goon, progonon, o altro?, “Seminari Romani di cultura greca” 3 (2000), 205-215
Onomastì komodeîn e strategie argomentative in Aristofane (a proposito di Ar. Ach. 703-718), in A. Ercolani (a cura di), Spoudaiogeloion. Form und Funktion der Verspottung in der aristophanischen Komödie. Atti del convegno di Freiburg i. Br., 4-6 luglio 2001, Stuttgart-Weimar 2002, 89-103
La fama della vittoria, in A. La Regina (a c. di), Nike. Il gioco e la vittoria. Catalogo della mostra Roma, Colosseo, 4 luglio 2003 - 7 gennaio 2004, Milano 2003, pp. 84-91
Tragedia greca e opera in musica, in L. E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca. L’età classica, 2A, Firenze 2003, 413-418
Tragedia greca e opera in musica. Appunti su un matrimonio mancato, in R. Nicolai (a cura di), RYSMOS. Studi di poesia, metrica e musica greca offerti dagli allievi a Luigi Enrico Rossi per i suoi settant’anni, Roma 2003, pp. 227-242
Appunti sullo statuto letterario del Ciclope di Euripide, “Dioniso” 4, 2005, pp. 42-55
Callia, Alcibiade, Nicia: i Kolakes di Eupoli come commedia politica, “SemRom” 8, 2005, pp. 35-60
Il manuale tecnico in Grecia e a Roma (a proposito di un libro recente), “Sandalion” 29-30, 2006-2007, pp. 239-273
Ricordo di Roberto Pretagostini (1946-2006), “Res Publica Litterarum” n. s. 10 (30), 2007, pp. 199-204
Le origini della retorica in Grecia e a Roma (note a Quint. Inst. Or. 3, 1, 19), “QUCC” n. s. 85 (114), 2007, 151-156
L’aprosdoketon in Aristofane: alcune riflessioni, in A. Camerotto (a c. di), Diafonie. Esercizi sul comico. Atti del Seminario di Studi, Venezia, 25 maggio 2006, Padova 2007, pp. 45-72
Ulisse e il fantasma delle Sirene. Riflessioni sull’Ulisse di Luigi Dallapiccola, “SemRom” 10, 2007, pp. 335-355
A proposito di pleumon/pneumon in Eup. fr. 158, 2 K.-A. (Kolakes) e altrove, “GIF” 60, 2008, pp. 31-48
Guerriglia, guerra, prigioniero politico, stato di necessità. Considerazioni sul corpus delle lettere di Aldo Moro dalla prigionia, “Storiografia” 13, 2009, pp. 103-150
Protagora tra medicina, etimologia e sofistica in un frammento dei Kolakes di Eupoli (Eup. fr. 158 K.-A.), “Segno&Testo” 7, 2009, pp. 3-27
Ulisse e il fantasma delle Sirene. Riflessioni sull’Ulisse di Luigi Dallapiccola, “Musica/Realtà” 89, 2009, pp. 91-114
Luigi Enrico Rossi (1933-2009), “RFIC” 138, 2010, pp. 235-245
Greek Tragedy and Opera: Notes on a Marriage Manqué, in P. Brown - S. Ograjensek (eds), Ancient Drama in Music for the Modern Stage, Oxford 2010, pp. 31-46
Il Ciclope di Euripide: riflessioni di un traduttore occasionale, in F. Condello - B. Pieri (a c. di), Note di traduttore. Sofocle, Euripide, Aristofane, Tucidide, Plauto, Catullo, Virgilio, Nonno, Bologna 2011, pp. 91-112
Gli scritti di metrica di Luigi Enrico Rossi, “Critica del testo” 15/2, 2012, pp. 325-347
Note in margine alla Metrica di Plauto e di Terenzio di Cesare Questa, “RFIC” 141, 2013, pp. 227-245
Tragedia greca e opera in musica. Note in margine a un matrimonio mancato, in M. Palma - C. Vismara (a c. di), Per Gabriella. Studi in ricordo di Gabriella Braga, Cassino 2013 (Edizioni Università di Cassino - Collana di Studi Umanistici 6), III, pp. 1349-1381
Callia e l’ombra di Pericle. Polis e oikos nei Kolakes di Eupoli, in M. Napolitano (a c. di), Oikos: spazio architettonico, sociale, letterario. Atti del convegno, Roma, Università degli Studi “La Sapienza” 23 maggio 2011, “SemRom” n. s. II 2, 2013, pp. 341-357
Una lunga fedeltà. A proposito di una recente raccolta satiresca, “Dionysus ex Machina” 5, 2014, pp. 31-54
Note a Eup. fr. 175 K.-A. (Kolakes), in A. Gostoli - R. Velardi - M. Colantonio (a c. di), Mythologeîn. Mito e forme di discorso nel mondo antico. Studi in onore di Giovanni Cerri, Pisa - Roma 2014 (“Aion. Sez. filologico-letteraria” Quaderni 18), pp. 309-313
Il Ciclope di Euripide: riflessioni di un traduttore occasionale, in A. M. Belardinelli (a c. di), Dell’arte del tradurre. Problemi e riflessioni, “Scienze dell’Antichità” 20.3, 2014, pp. 99-119
Polifemo, o le metamorfosi di un mostro, in D. Piovan - R. Brazzale (a c. di), 67. Ciclo di spettacoli al Teatro Olimpico di Vicenza. Diario 2014, Vicenza 2014 (“I quaderni del Teatro Olimpico” 35), pp. 17-23
A proposito della Teogonia di Esiodo nella traduzione metrica di Pierpaolo Quattrone, “GIF” 66, 2014, pp. 295-309
Tra trionfo e disincanto: i finali di Aristofane, in A. Camerotto - F. Pontani (a c. di), L’esilio della bellezza, Milano - Udine 2014 (“Classici contro” 4), pp. 77-92
Poetry and Music in Archaic and Classical Greece. Some Thoughts, in T. Proto - P. Canettieri - G. Valenti (eds), Text and Tune. On the Association of Music and Lyrics in Sung Verse, Bern 2015, pp. 15-22
scheda a: P. Giannini, Homerica et Pindarica, Pisa - Roma 2014 (“Filologia e critica” 98), “RFIC” 143, 2015, pp. 511-513
rec. a: M. Di Bari, Scene finali di Aristofane. ‘Cavalieri’, ‘Nuvole’ ‘Tesmoforiazuse’, Lecce 2013 (“prosopa” 7), “Lexis” 33, 2015, pp. 559-568
Premessa a Lirici greci. A c. di C. Di Noi. Intr. di L. E. Rossi. Appendice a c. di E. Cerroni, Roma 2015, pp. vii-xii
Postille all’Esametro di Hermann Fränkel, “RCCM” 57, 2015, pp. 349-361
L’antico e la musica in Germania nella prima metà del Novecento. Strauss e Furtwängler, “SemRom” n.s. 4, 2015, pp. 243-268

Ha inoltre collaborato a L. E. Rossi, Letteratura greca, Firenze, Le Monnier, 1995, come risulta da p. IV della stessa, operando revisioni e controlli, e a L. E. Rossi - R. Nicolai, Storia e testi della letteratura greca, collaborando in particolare alla stesura del volume 2A (Firenze, Le Monnier 2003), come risulta dal controfrontespizio dello stesso.

[Ultima modifica: mercoledì 30 novembre 2016]