Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Catalogo SBN

Il Catalogo SBN è il catalogo collettivo (finalizzato all'erogazione di servizi all’utenza) del patrimonio delle biblioteche partecipanti al Servizio Bibliotecario Nazionale.

Contiene le descrizioni bibliografiche e le localizzazioni di materiale librario e di altre tipologie di documenti, catalogati secondo le rispettive specificità: antico (pubblicazioni monografiche a stampa dal XV secolo fino al 1830, limite convenzionalmente fissato per la stampa manuale), moderno(pubblicazioni monografiche a partire dal 1831 e pubblicazioni periodiche senza limiti di data; sono comprese nel moderno descrizioni bibliografiche di documenti di tipo testuale, ma anche, in percentuale crescente negli anni, di registrazioni sonore, video, archivi elettronici, ecc., catalogati senza specificità), musica (musica notata a stampa e manoscritta, nonchè libretti per musica), grafica, cartografia, audiovisivi.

Mentre il sistema gestionale (chiamato Indice) rimane riservato alla attività delle biblioteche, a partire dal 1997 il catalogo SBN si è aperto al pubblico con il suo sistema OPAC (On-line Public Access Catalog), che permette alla utenza più vasta di accedere al contenuto informativo del catalogo, con modalità di ricerca al tempo stesso amichevoli e articolate, e di usufruire dei servizi connessi.

Al centro del sistema OPAC SBN c’è una base dati costituita da una elaborazione (aggiornata settimanalmente) dei contenuti dell’Indice, organizzata in maniera tale da offrire moltissimi punti di accesso (che sarebbero impensabili e in fin dei conti non necessari nel sistema gestionale), anche in combinazione tra loro. Per garantire l’interazione con altri sistemi bibliografici è stato inoltre adottato lo standard internazionale Z39.50 (in seguito anche standard ISO 23950),  orientato alla ricerca e al recupero delle informazioni, e in modo particolare delle informazioni bibliografiche.

L’attuale versione dell’OPAC SBN è realizzata interamente con software open source.


[Ultima modifica: mercoledì 30 maggio 2018]