Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Prospettive / Perspectives

Economia e Commercio

Il bagaglio di conoscenze acquisite nel corso di laurea in Economia e commercio e in Economics and Business permettono di accedere ad un'ampia gamma di opportunità occupazionali, oppure di proseguire il percorso di studi in una laurea Magistrale.

La laurea triennale in Economia e commercio ed Economics and Business offre i seguenti sbocchi occupazionali:  

- Analista economico-statistico dei mercati,
- Collaboratore dei manager dei processi e delle strategie di impresa,
- Economista all'interno dei gruppi di lavoro di uffici studi
- Esperto contabile

Economics and Business

Knowledge acquired in the Bachelor program let you to enter in the labour market thorugh a deep variety of opportunities, ranging from the private and the public sectors. Following job opportunities tipify our graduate students

- economist with competencies for the analysis of markets

-manager's assistant for developing firm's strategies

- economist in research field

- expert in the accountancy sector

Efficacia Esterna

Indagine 2018 laureati 2017

numero laureati: 57

numero intervistati: 51

Composizione per genere (%)
Uomini 56,1
Donne 43,9
Età alla laurea (medie) 25,1
Voto di laurea in 110-mi (medie) 93,1
Durata degli studi (medie, in anni) 4,9
E' attualmente iscritto ad un corso di laurea magistrale 66,1
Mai iscritto ad un corso di laurea magistrale o di primo livello 33,9

Condizione professionale (77 laureati, totale intervistati 62)

Condizione occupazionale e formativa (%)
Lavora e non è iscritto alla magistrale 12,9
Lavora ed è iscritto alla magistrale 6,5
Non lavora ed è iscritto alla magistrale 59,7
Non lavora, non è iscritto alla magistrale e non cerca 11,3
Non lavora, non è iscritto alla magistrale ma cerca 9,7

Condizione occupazionale (%)
Lavora 19,4
Non lavora e non cerca 46,8
Non lavora ma cerca 33,9

Tipologia dell'attività lavorativa (%)
Autonomo 8,3
Tempo indeterminato 25,0
Contratti formativi 33,3
Non standard 25,0
Parasubordinato 8,3
Altro autonomo -
Senza contratto -
Diffusione del part-time (%) 33,3
Numero di ore settimanali di lavoro (medie) 38,8

Accompagnamento al lavoro

Gli obiettivi dell’attività di placement dei laureati sono:
• favorire la realizzazione personale e professionale dei laureati;
• contribuire a facilitare l’incontro tra domanda e offerta di laureati/competenze;
• contribuire a soddisfare i fabbisogni di capitale umano del sistema produttivo.
Le attività di placement sono pianificate e gestite secondo una logica di filiera basata sull’idea che orientamento in entrata, in itinere e in uscita debbano essere parte di una strategia coerente di Ateneo. Un momento centrale di attuazione di questa filosofia è il Career Day, organizzato in collaborazione con Centro Universitario per l’Orientamento (CUORI) allo scopo di orientare le scelte formative anche in funzione degli sbocchi occupazionali disponibili.
La maggior parte delle iniziative vengono gestite centralmente dall’Ufficio Job Placement in collaborazione con alcuni partner istituzionali. Al fine di garantire un’adeguata flessibilità, iniziative riguardanti ambiti professionali specifici sono organizzate e gestite direttamente dai dipartimenti o dai corsi di laurea.
Le attività di placement si caratterizzano per l’impegno particolare profuso nel sostenere l’imprenditorialità dei laureati, vista sia come strumento per promuovere l’occupabilità sia come meccanismo di valorizzazione della conoscenza generata attraverso la didattica e la ricerca.
Lo spettro dei servizi erogati all’utenza universitaria in collaborazione con partner interni ed esterni (figure 1 e 2), necessariamente più articolato in funzione delle varie tipologie di utenza, è di seguito elencato:

• attivazione e gestione delle convenzione per i tirocini (figura 3)
• gestione dei tirocini post laurea (figura 4)
• gestione delle attività informativa sulle offerte di lavoro e di stage tramite l’invio di email a target specifici
• identificazione di percorsi per l'inserimento lavorativo e il sostegno all’occupabilità dei laureati
• informazioni guidata circa le opportunità di inserimento lavorativo e formative
• supporto alla stesura del Curriculum Vitae
• approfondimento della conoscenza del mercato del lavoro di riferimento
• approfondimento delle tecniche di ricerca del lavoro
• definizione di un piano di azione per la ricerca del lavoro
• supporto alla realizzazione del progetto professionale
• organizzazione di corsi di educazione imprenditoriale rivolti a studenti, laureandi e laureati di tutte le discipline (corso Four Steps to Entrepreneurship)
• accompagnamento alla creazione d’impresa
• organizzazione eventi (Career Day, seminari, incontri informativi) finalizzati all’incontro D e O
• implementazione e gestione di piattaforma telematiche volte a favorire l’incontro di D e O (AlmaLaurea, Porta Futuro)
• attività di monitoraggio dell’inserimento occupazionale dei laureati basata sulle indagini AlmaLaurea

Tra le azioni principali portate avanti dall’Ufficio di recente vanno ricordate:
 L’organizzazione di incontri sulla redazione del CV e sul colloquio di lavoro in collaborazione con LazioDisco e l’associazione ex alunni (Alaclam)
 L’organizzazione del Career Day che ha riscontrato grande interesse tra gli interlocutori aziendali non solo di prossimità territoriale.
 L’implementazione della piattaforma AlmaLaurea per la gestione del placement che, nel rispetto della vigente normativa in materia di intermediazione, assicura un’articolata ed efficace circolazione delle informazioni.
 L’organizzazione della seconda edizione del corso di educazione imprenditoriale.
 L’adesione all’edizione 2018 della Start up Cup competition.
 Il monitoraggio, ad uso dei corsi di laurea, del Nucleo di Valutazione e del Presidio della Qualità, dell’inserimento occupazionale dei laureati basato sull’ultima indagini AlmaLaurea disponibile.
 Attività di promozione dell’apprendistato di alta formazione/ricerca in collaborazione con Anpal servizi.
 La partecipazione alle borse finalizzate all’incontro con le imprese interessate al reclutamento

Opinioni dei laureati

La rilevazione Almalaurea sui laureati nel 2017 mostra dati in gran parte positivi, spesso in miglioramento rispetto l'anno preedente.
Cominciamo dal grado di soddisfazione del corso di laurea. Il 93,8% % ha dichiarato di essere soddisfatto, invertendo la tendenza alla contrazione di questo indicatore, registrata nelle ultime rilevazioni (88,3% nel 2016, 90% nel 2015, 93,1% nel 2014, 95,9% nel 2013; 98,3% nel 2012).
Notevolmente migliorato rispetto alla rilevazione precedente, è anche il dato relativo alla reiscrizione ipotetica allo stesso corso di laurea dello studente laureato. L'87,5% degli studenti ha, infatti, dichiarato che si iscriverebbe nuovamente allo stesso corso di laurea dello stesso Ateneo (l'anno precedente, era il 56,1%). Non vi sono studenti che hanno dichiarato che non si iscriverebbero all'Università, mentre l'anno precedente la percentuale era del 9,1%.
Preoccupa il dato relativo agli studenti che si iscriverebbero allo stesso corso di laurea, ma di un altro Ateneo: il 12,5% degli studenti lo farebbe. Il dato comunque risulta migliore di quello del 2016 (21,2%), ma decisamente peggiore rispetto a quello della rilevazione 2015 (4%).
Il dato sulla qualità della soddisfazione dei rapporti con i docenti, pari all' 87,6%, è in miglioramento rispetto al 2016 (83,3%) ma ancora inferiore a quello del 2015 (96%).
Solo il 2% dei laureati dichiara di aver svolto periodi di studio all'estero: il dato è in calo, rispetto all'anno precedente (4%).
Secondo i dati Almalaurea, l'80,4% dei laureati dichiara di aver svolto il tirocinio o è stata loro riconosciuta una attività lavorativa svolta. In realtà, il tirocinio è obbligatorio per gli studenti del corso di laurea in Economia e commercio (L-33). Il 19,6% degli studenti dichiara di non aver svolto il tirocinio e di non essergli stata riconosciuta alcuna attività lavorativa. Questo è un dato sicuramente errato, in quanto lo studente necessariamente deve svolgere il tirocinio o farsi riconoscere un'attività lavorativa svolta.
[Ultima modifica: mercoledì 20 febbraio 2019]