Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook LAMI - Laboratorio di Misure Industriali - Sezione Meccanica

SISTEMA DI RICERCA DI ATENEO
Laboratorio afferente al Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica 
Responsabile Scientifico: Fausto Arpino

Costituito nel 1991 il LAMI, Laboratorio di Misure Industriali dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale si propone sul territorio come importante Centro di Ricerca nel settore della metrologia industriale, scientifica e legale-regolatoria e connessa strumentazione. L’accreditamento secondo la norma IEC/ISO 17025 raggiunto nel 2000 rappresenta il presupposto per la disseminazione dei campioni nazionali delle unità di misura, oltre che per garantire un’offerta di servizi metrologici qualificati alle industrie del territorio.

Il LAMI si propone come centro di eccellenza per la formazione pratica oltre che degli studenti anche dei tecnici specializzati con vario livello di istruzione dei centri di metrologia e delle industrie del territorio. Il LAMI partecipa a numerosi progetti di ricerca e sviluppo precompetitivo in settori strategici (energia, ambiente, industria aerospaziale) e coordina numerose attività di trasferimento orizzontale e verticale alle PMI. Il laboratorio è costitutito da una sezione di Misure Meccaniche e Termiche, una sezione di Trasmissione del Calore e Calcolo Numerico ed una sezione Ambientale. Tali sezioni del LAMI hanno in dotazione strumentazione adatta alla; misura delle concentrazione di inquinanti (polveri aerodisperse); misura di pressione, temperatura (sia per contatto che a distanza attraverso termocamere all’infrarosso); misura di umidità; contabilizzazione di energia termica; misura di velocità e portata di fluidi; misura di distribuzione bidimensionale di velocità mediante tecnica Particle Image Velocimetry (PIV) in flussi di fluidi; etc. Oltre all'attività sperimentale, presso il LAMI viene condotta una estesa attività di modellazione numerica di problemi termofluidodinamici complessi mediante le moderne tecniche di fluidodinamica computazionale (CFD) sia utilizzando codici di calcolo proprietari, che software open source e commerciali.