Stampa la pagina Condividi su Google Condividi su Twitter Condividi su Facebook Progetti

Progetto HIT. “Metrology for Humidity at High Temperatures and Transient Conditions”

Essiccazione e cottura sono processi chiave nel settore alimentare, e l'attività dell'acqua, è un parametro decisivo nel controllo della qualità dei prodotti alimentari. Il miglioramento delle condizioni di umidità rappresenta un fattore chiave nel controllo dei processi di essiccazione.

In questo progetto si sviluppano tecniche innovative di misura e calibrazione per misure di umidità industriali ad alte temperature (fino a 180 °C), in condizioni di regime transitorio.

Nell’ambito del progetto, UNICLAM ha realizzato un codice di calcolo finalizzato alla modellazione dell’attività dell’acqua all’interno delle nocciole. Il modello numerico consente di i) comprendere la fisica dei processi del cibo; ii) determinare la cinetica di essiccazione ed il tempo di evoluzione dei profili di moisture, iii) modellare la dipendenza delle isoterme di assorbimento dalla temperatura, iv) modellare l’attività dell’acqua (Figura 1a). UNICLAM, al fine di validare il modello numerico sviluppato, ha realizzato un apparato sperimentale che consiste nell’utilizzo di differenti soluzioni saline sature, posizionate all’interno di un recipiente in vetro (Figura 1b), per la determinazione delle isoterme di assorbimento nelle nocciole.

HIT 01 HIT 02
(a) (b)

Esempio di un profilo di moisture determinato numericamente all’interno di un generico campione (a); recipiente in vetro contenente le soluzioni saline e le nocciole da analizzare (b).

Pagina web del progetto: https://www.empir-hit.eu/index.cfm

Progetto EMPIR “Aerosol metrology for atmospheric science and air quality” (16ENV07 AEROMET)

La misura delle polveri aerodisperse è un aspetto vitale per la comunità europea in quanto intrinsecamente legata alla protezione della salute umana. Ad oggi, gli standard di qualità dell’aria in termini di polveri sono riferiti alle concentrazioni in massa (PM10 e PM2.5). Tuttavia, il livello di incertezza e la riferibilità metrologica di tali metodiche di misura deve essere migliorato.

L’obiettivo del progetto di ricerca AEROMET è quello di sviluppare e validare metodi per la riferibilità metrologica e la taratura di diversi strumenti utilizzati nella misura delle polveri aerodisperse in grado di coprire l’intero intervallo dimensionale di interesse ai fini ambientali (da pochi nanometri a 10 μm) per concentrazioni in massa nel range 0.1 - 1000 μg/m3 e concentrazioni in numero nel range 102-106 part/cm3.

Nell’ambito del progetto il LAMI progetterà e condurrà campagne sperimentali in campo finalizzate al confronto tra diverse metodiche di misura di concentrazioni e distribuzioni in numero e massa delle polveri.

[Ultima modifica: venerdì 10 luglio 2020]